Discussion:
eolico e alternatore magneti permanenti
(troppo vecchio per rispondere)
cestino
2007-11-28 09:02:15 UTC
Ho letto diversi post su vari ng e anche su diversi siti web su come
autocostruirsi un generatore eolico a partire proprio
dall'alternatore.
L'alternatore fai-da-te mi sembra un po' fuori dalla mia portata per
l'autocostruzione, quindi pensavo di acquistarlo. Volevo costruire un
eolico modesto come potenza che generi però anche a venti molto bassi,
visto che nella mia zona di vento ce n'è poco ma costante.
Ora mi farete la solita domanda... quanto vento medio c'è all'anno? Di
preciso non lo so. Devo fare ancora dei test. Lo so che è un male, ma
il mio esperimento vuole solo essere un hobby e per ora sto
raccogliendo tutto il materiale necessario,indistintamente dalla
quantità del vento, che comunque dovrebbe attestarsi su solamente 3m/s
medi. Lo so che è poco, ma la mia meta è quella di fare max 200W e
avere una media di 100Wh sarebbe sufficiente. Nei giorni poi ventosi
non devo assolutamente superare i 250W, visto che il mio piccolo
inverter di rete non supporta in ingresso potenze superiori.
Ho cercato a destra e manca degli alternatori a magneti permanenti e
anche se ho trovato parecchio materiale devo dire che non sono
riuscito a trovare nessuno che li vende.
A me serve un alternatore a magneti permanenti che generi a 24V 10A.
So che ne esistono perchè ho trovato questi dati in alcuni siti, ma o
non si diceva marca e modello o si dovevano ordinare 300 pezzi
minimo....

Ho trovato che esistono degli alternatori di moto (della harley) che
sono proprio a magneti permanenti ma mi sembrano un po' troppo
grossetti come potenza, poi chissà quanto costano visto la marca...

Un motore brushless a magneti permanenti da 24V 10A (se non ho capito
male) potrebbe essere tranquillamente utilizzato per il mio scopo,
quindi se trovo anche il motore va bene ugualmente, ma anche quello
non l'ho trovato.

Qualcuno di voi mi sa dare dove potrei trovare quello che mi serve? Si
parlava anche di motorini dei tergicristalli dei camion o simili...
tutto è ben accetto, meglio se si riesce a trovare a poco prezzo...

Ciao e grazie
felice_pago
2007-11-28 11:19:06 UTC
Post by cestino
Ho letto diversi post su vari ng e anche su diversi siti web su come
autocostruirsi un generatore eolico a partire proprio
dall'alternatore.
http://www.fieldlines.com/story/2005/10/24/211945/09




--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
cestino
2007-11-28 22:24:25 UTC
Post by felice_pago
http://www.fieldlines.com/story/2005/10/24/211945/09
Belli BRAVO!!!
Ma per me sono troppo grandi :-)
Mario_Ottone
2007-11-28 12:51:24 UTC
"cestino" <***@inwind.it> ha scritto nel messaggio news:d546b21d-4294-4e4c-8d04-***@d27g2000prf.googlegroups.com...
Ho letto diversi post su vari ng e anche su diversi siti web su come
autocostruirsi un generatore eolico a partire proprio
dall'alternatore.
L'alternatore fai-da-te mi sembra un po' fuori dalla mia portata per
l'autocostruzione, quindi pensavo di acquistarlo. Volevo costruire un
eolico modesto come potenza che generi però anche a venti molto bassi,
visto che nella mia zona di vento ce n'è poco ma costante.
Ora mi farete la solita domanda... quanto vento medio c'è all'anno? Di
preciso non lo so. Devo fare ancora dei test. Lo so che è un male, ma
il mio esperimento vuole solo essere un hobby e per ora sto
raccogliendo tutto il materiale necessario,indistintamente dalla
quantità del vento, che comunque dovrebbe attestarsi su solamente 3m/s
medi. Lo so che è poco, ma la mia meta è quella di fare max 200W e
avere una media di 100Wh sarebbe sufficiente. Nei giorni poi ventosi
non devo assolutamente superare i 250W, visto che il mio piccolo
inverter di rete non supporta in ingresso potenze superiori.
Ho cercato a destra e manca degli alternatori a magneti permanenti e
anche se ho trovato parecchio materiale devo dire che non sono
riuscito a trovare nessuno che li vende.
A me serve un alternatore a magneti permanenti che generi a 24V 10A.
So che ne esistono perchè ho trovato questi dati in alcuni siti, ma o
non si diceva marca e modello o si dovevano ordinare 300 pezzi
minimo....

Ho trovato che esistono degli alternatori di moto (della harley) che
sono proprio a magneti permanenti ma mi sembrano un po' troppo
grossetti come potenza, poi chissà quanto costano visto la marca...
gli alternatori per moto o auto non sono adatti perche forniscono energia
a partire da 3000 giri
Quello di Piggot e' specifico per bassi regimi, in linea di massima piu poli
ci sono minore e il regime di rotazione, in genere i motori/alternatori per
auto sono a 2 poli
felice_pago
2007-11-28 14:03:10 UTC
Post by Mario_Ottone
Quello di Piggot e' specifico per bassi regimi, in linea di massima piu poli
ci sono minore e il regime di rotazione, in genere i motori/alternatori per
auto sono a 2 poli
posso approfittare ?

mi faresti un pro/contro

numeri di avvolgimenti e numeri di magneti come sono legati ?
devono corrispondere in numero di 1a1 ?
il numero dei poli chi lo determina ?

se io metto il piano con gli avvolgimenti
fra 2 piani con i magneti che vantaggio posso avere ?
in queto cas openso ad un generatore verticale

denghiu in anticipo


felice_pago

.



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
cestino
2007-11-28 15:26:49 UTC
Post by Mario_Ottone
gli alternatori per moto o auto non sono adatti perche forniscono energia
a partire da 3000 giri
Quello dell'harley non l'ho sott'occhio ma a memoria c'erano almeno 12
avvolgimenti...
Post by Mario_Ottone
Quello di Piggot e' specifico per bassi regimi, in linea di massima piu poli
ci sono minore e il regime di rotazione, in genere i motori/alternatori per
auto sono a 2 poli
Quando ho un secondo a casa, ti posto la foto di quello dell'harley...

Ciao
Kantossek
2007-12-12 04:52:11 UTC
"cestino" <***@inwind.it> ha scritto nel messaggio news:d546b21d-4294-4e4c-8d04-***@d27g2000prf.googlegroups.com...
A me serve un alternatore a magneti permanenti che generi a 24V 10A.

un elettrauto che ripari mezzi pesanti o macchine operatrici, ruspe,
piattaforme di sollevamento
--
Dacci oggi la nostra CO2 quotidiana.
Così sia.
Ciao Kantossek
cestino
2007-12-12 09:59:08 UTC
Post by Kantossek
un elettrauto che ripari mezzi pesanti o macchine operatrici, ruspe,
piattaforme di sollevamento
Grazie del suggerimento... ma non capisco. Qauli degli oggetti che hai
nominato ha un alternatore a magneti permanenti da 24V e come faccio
quando me lo da in mano ad accorgermi se effettivamente è quello che
mi serve? Mi porto il tester lo attacco e vedo?

Grazie!
felice_pago
2007-12-12 10:04:43 UTC
Post by cestino
Post by Kantossek
un elettrauto che ripari mezzi pesanti o macchine operatrici, ruspe,
piattaforme di sollevamento
Grazie del suggerimento... ma non capisco. Qauli degli oggetti che hai
nominato ha un alternatore a magneti permanenti da 24V e come faccio
quando me lo da in mano ad accorgermi se effettivamente è quello che
mi serve? Mi porto il tester lo attacco e vedo?
qest ova' bene per i 24V
ma per imagneti permanenti non saprei,
pero' alcuni carrelli elevatori, quelli con il motore nelle
ruote, hanno siffatti motori :)

altrimenti te lo costruici, e ci posti i passi operativi :)

le calamite al enodimio costano poco sai ?
http://www.supermagnete.de/ita/magnets.php?group=blocks_big


felice_pago

il mio magnetismo e' indifferente

.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
cestino
2007-12-12 13:19:41 UTC
Post by felice_pago
qest ova' bene per i 24V
ma per imagneti permanenti non saprei,
Se genera ruotando con la mano è a magneti permanenti altrimenti
no ;-)
Il mio dubbio era se esiste un sistema più elegante...
Post by felice_pago
pero' alcuni carrelli elevatori, quelli con il motore nelle
ruote, hanno siffatti motori :)
Tu dici che i carrelli elevatori con il motore nelle ruote hanno
motori a magneti permanenti a 24V? Interessante....
Post by felice_pago
altrimenti te lo costruici, e ci posti i passi operativi :)
he he he Tutto sto caos era proprio per evitare l'autocostruzione...
Post by felice_pago
le calamite al enodimio costano poco sai ?http://www.supermagnete.de/ita/magnets.php?group=blocks_big
Costano poco ma non è mica facile fare il tutto e dimensionato
correttamente.... poi non servono mica solo le calamite ;-)

Ciao e grazie
Kantossek
2007-12-13 02:29:59 UTC
"cestino" <***@inwind.it> ha scritto nel messaggio news:7fd3836a-3aeb-40b5-a70f-***@v4g2000hsf.googlegroups.com...
Grazie del suggerimento... ma non capisco. Quali degli oggetti che hai
nominato ha un alternatore a magneti permanenti da 24V e come faccio
quando me lo da in mano ad accorgermi se effettivamente è quello che
mi serve? Mi porto il tester lo attacco e vedo?

la batteria che ricarica
cestino
2007-12-13 13:41:58 UTC
Post by Kantossek
la batteria che ricarica
Per capire la tesione che eroga non è un problema.......
Il problema è capire se è a magneti permanenti, a spazzole o normale
(elettromagneti?)
Ciao
Kantossek
2007-12-16 22:50:11 UTC
Post by Kantossek
la batteria che ricarica
Per capire la tesione che eroga non è un problema.......
Il problema è capire se è a magneti permanenti, a spazzole o normale
(elettromagneti?)

Sulla batteria c'è anche la corrente erogabile

Come sia fatto non dovrebbe preoccuparti, visto che devono funzionare a
velocità molto variabili, senza distruggere la batteria ne gli
apparecchi elettrici collegati: così come è dovrebbe risolverti tutti i
problemi possibili ed immaginabili.
--
Ciao Kantossek
cestino
2007-12-17 10:18:28 UTC
Post by Kantossek
Sulla batteria c'è anche la corrente erogabile
Scusa... sicuramente sono io "imbranatino"... ma a volte mi sembra
paghiate ogni parola che scrivete... potresti essere un tantino più
chiaro?
Ho letto che se sono motori a spazzole NON vanno bene e quindi li
scarto in principio.
Rimangono a magneti permanenti e elettromagneti (alternatori dei
camion visto che mi serve 24V).
I secondi sono chiaramente facili da reperire ma necessitano di
eccitazione delle bobine, altrimenti quando girano non creano nulla.
Quindi se riuscissi a trovare qualcosa a magneti permanenti (che
genera anche se nessuno fornisce una tensione di eccitazione) sarebbe
molto meglio.
Post by Kantossek
Come sia fatto non dovrebbe preoccuparti, visto che devono funzionare a
velocità molto variabili, senza distruggere la batteria ne gli
apparecchi elettrici collegati: così come è dovrebbe risolverti tutti i
problemi possibili ed immaginabili.
Allora... ho poco vento e quindi creerò un bipala grosso (3m di
diametro) per generare poca potenza (100W/h). Ho un inverter di rete
che può avere in ingresso 250W (in uscita max 200W) che a sentire il
costruttore NON deve essere essere attaccato ad una batteria (non so
perchè, ma se lo dice il costruttuore....)
Ho 6 fotovoltaici (45*6=270Wp) abbastanza vecchi che solo in estate
raggiungono i 200W nelle ore più favorevoli.
La mia idea è quella di collegare i 6 fotovoltaici + l'eolico al
piccolo inverter di rete in modo da avere per più tempo possibile i
200W in uscita ed in ogni caso sfruttare quelle giornate brutte che il
fotovoltaico rende poco/niente e invece c'è vento.
Chiaramente devo controllare in ingresso che non vengano superati i
250W ma questo (seppur non facile) è un altro problema.

Riassumendo... devo attaccare una stringa fotovoltaica e un eolico ad
un inverter di rete senza passare per una batteria.

Da quello che ho letto in giro il metodo migliore è quello di un
alternatore a magneti permanenti (o motore usato al contrario ma
sempre a magneti permanenti) e metterlo in parallelo con la stringa
fotovoltaica. Chiaramente sia sulla stringa fotovoltaica che
sull'ingresso dell'eolico diodi skottky. Il parallelo lo metto in
ingresso all'inverter. Se la tensione del parallelo tra fotovoltaico
ed eolico è < della tensione minima (27V) dovrei tenere solo il
fotovoltaico...

Se avete qualche suggerimento per il tutto, ben venga...
Primula
2007-12-17 18:56:28 UTC
Post by cestino
Post by Kantossek
Sulla batteria c'è anche la corrente erogabile
Scusa... sicuramente sono io "imbranatino"... ma a volte mi sembra
paghiate ogni parola che scrivete... potresti essere un tantino più
chiaro?
Rimangono a magneti permanenti e elettromagneti (alternatori dei
camion visto che mi serve 24V).
Allora... ho poco vento e quindi creerò un bipala grosso (3m di
diametro) per generare poca potenza (100W/h). Ho un inverter di rete
che può avere in ingresso 250W (in uscita max 200W) che a sentire il
costruttore NON deve essere essere attaccato ad una batteria (non so
perchè, ma se lo dice il costruttuore....)
??
Post by cestino
Ho 6 fotovoltaici (45*6=270Wp) abbastanza vecchi che solo in estate
raggiungono i 200W nelle ore più favorevoli.
La mia idea è quella di collegare i 6 fotovoltaici + l'eolico al
piccolo inverter di rete in modo da avere per più tempo possibile i
200W in uscita ed in ogni caso sfruttare quelle giornate brutte che il
fotovoltaico rende poco/niente e invece c'è vento.
Chiaramente devo controllare in ingresso che non vengano superati i
250W ma questo (seppur non facile) è un altro problema.
Riassumendo... devo attaccare una stringa fotovoltaica e un eolico ad
un inverter di rete senza passare per una batteria.
Ciao
Scusa ma sembra che ai idee ben confuse....
il fotovoltaico genera quando c'è il sole
l'eolico quando c'è il vento

domanda che carichi che ai (sia a 230VAC o a 24CC).
Poi considera che un inverter assorbe parecchi ampere (a 24 V almeno 5A)
senza una batteria che compensi gli squilibri di fornitura ripetutamente
si spegnerà.

Per quel che riguarda il generatore a vento, in rete trovi la
descrizione e il motivo di usare i generatori a magneti permanenti
(elevato numero dei poli = generazione di buona potenza a basso numero
di giri) se difetti in inglese come me, cerca i numeri di "fare
elettronica 239,240,241 ecc" comunque serve manualità e intraprendenza
anche per farsi aiutare da amici per risolvere i problemi di costruzione.

ciao primula
cestino
2007-12-18 08:08:42 UTC
Post by Primula
??
Cosa non ti è chiaro?
Post by Primula
Ciao
Scusa ma sembra che ai idee ben confuse....
il fotovoltaico genera quando c'è il sole
l'eolico quando c'è il vento
Fin qui c'ero arrivato anch'io :-)
Dove vedi il problema in questo? Che l'energia arrivi dal sole, dal
vento, dall'acqua o dai rifiuti... sempre energia è.... e può essere
allineata ad enel e utilizzata :-)
Post by Primula
domanda che carichi che ai (sia a 230VAC o a 24CC).
E' un inverter di rete!!! 230V "infiniti" W in teoria... diciamo
comunque max 250W ma questo dato non so che ti possa servire....
Post by Primula
Poi considera che un inverter assorbe parecchi ampere (a 24 V almeno 5A)
senza una batteria che compensi gli squilibri di fornitura ripetutamente
si spegnerà.
Ti è proprio sfuggito che è un inverter di rete... Se fornisce 1W
viene utilizzato 1W e il resto viene preso da enel. Se fornisce 10KW,
ne vengono usati dalla casa quanti ne servono e il resto va in rete e
li utilizza il vicino.
Post by Primula
Per quel che riguarda il generatore a vento, in rete trovi la
descrizione e il motivo di usare i generatori a magneti permanenti
(elevato numero dei poli = generazione di buona potenza a basso numero
di giri) se difetti in inglese come me, cerca i numeri di "fare
elettronica 239,240,241 ecc" comunque serve manualità e intraprendenza
anche per farsi aiutare da amici per risolvere i problemi di costruzione.
L'inglese lo mastico bene... di progetti ne ho trovati, io sto
cercando il generatore a magneti permanenti Marca e modello che generi
24V 10A, per tutto il resto penso di avere già materiale a
sufficienza. Per la verità avrei anche tutta la documentazione per
farmi l'alternatore a magneti permanenti, ma mi manca il tempo...
Darò un'occhiata alle riviste che mi hai segnalato grazie...
Post by Primula
ciao primula
Ciao e grazie del tuo aiuto!
Primula
2007-12-18 08:52:24 UTC
Post by cestino
Post by Primula
domanda che carichi che ai (sia a 230VAC o a 24CC).
E' un inverter di rete!!! 230V "infiniti" W in teoria... diciamo
comunque max 250W ma questo dato non so che ti possa servire....
Ciao
scusa ma non avevo capito che volevi generare 230 Vac da mettere in
parallelo alla linea dell'enel.

Non ho competenze simili, servono autorizzazioni, materiale omologato e
competenze, cerca di simulare la reale produzione di energia e se il
gioco ne vale la pena

ciao primula
cestino
2007-12-18 10:09:10 UTC
Post by Primula
Non ho competenze simili, servono autorizzazioni, materiale omologato e
competenze, cerca di simulare la reale produzione di energia e se il
gioco ne vale la pena
OK ma se nessuno mi suggerisce il generatore da utilizzare... i test
come li faccio?
Comunque grazie

PS.:
Solo con il fotovoltaico attaccato all'inverterino genera 1KW al
giorno di media circa (è attaccato da più di un anno). Lo so che no è
tanto, ma perchè buttarlo?
Mi piacerebbe riuscire a generare a vento basso 50W/h costanti,
diciamo che un altro KW al giorno in media sarebbe un buon traguardo.
Avrei 2KW in più al giorno (tra fotovoltaico ed eolico) che male non
fanno.
L'inverter ha tutto quello che deve avere (si stacca dalla rete se
salta la corrente), ma essendo di potenza < 1KW/h in italia non
sarebbe permesso per chissà quale burocratico articolo... in molti
paesi europei di questi inverterini ce ne sono parecchi. Vogliono
incentivare la produzione di energia pulita ma solo come, quando e
dove vogliono loro...
Primula
2007-12-18 10:41:47 UTC
Ciao

per info un mio amico elettrauto mi ha detto che i generatori a magneti
permanenti si usavano oltre 30 anni fa, per riconoscerli si può
semplicemente farli girare a mano, se sono duri,faticosi (i magneti
permanenti si concatenano con le espansioni polari anche senza carico)
mentre quelli "moderni"anno solo le spazzole come attrito.

In alternativa per bassa potenza potresti utilizzare dei motori
Passo-Passo che se li fai girare generano corrente ovviamente
servirebbero di discreta potenza, ma forse puoi iniziare a provare con
un passo-passo da stampante con una ventola (grande)da ventilatore.

Ciao e buona fortuna primula
cestino
2007-12-18 11:25:37 UTC
Post by Primula
per info un mio amico elettrauto mi ha detto che i generatori a magneti
permanenti si usavano oltre 30 anni fa, per riconoscerli si può
semplicemente farli girare a mano, se sono duri,faticosi (i magneti
permanenti si concatenano con le espansioni polari anche senza carico)
mentre quelli "moderni"anno solo le spazzole come attrito.
OK grazie!
Post by Primula
In alternativa per bassa potenza potresti utilizzare dei motori
Passo-Passo che se li fai girare generano corrente ovviamente
servirebbero di discreta potenza, ma forse puoi iniziare a provare con
un passo-passo da stampante con una ventola (grande)da ventilatore.
Ci ho già provato con un paio di passo-passo che avevo a casa, ma sono
troppo piccini. Per arrivare a 30V ci vogliono 1800 giri. Alla prima
fiera dell'elettronica vedo se riesco a trovarne uno bello ciccio, ma
non so se ne esistono di tanto grossi da fare 100-200W.... poi non so
se si possono far tirare tensioni/correnti così elevati visto che sono
stati creati per meno... credo di si comunque... boh... visto che il
campo era un po' nebuloso vedevo se trovavo qualcosa bello e fatto.
L'alternatore 24V a magneti permanenti sarebbe eccezionale...chissà se
ne esistono...
Post by Primula
Ciao e buona fortuna primula
1000 grazie per le info. Se ci riesco vi faccio sapere.
Augusto Leonardi
2007-12-18 12:14:31 UTC
Post by cestino
Solo con il fotovoltaico attaccato all'inverterino genera 1KW al
giorno di media circa
scusi, non me ne voglia, ma che unita' di misura usa?
forse intende 1 KWh
Post by cestino
(è attaccato da più di un anno). Lo so che no è
tanto, ma perchè buttarlo?
Mi piacerebbe riuscire a generare a vento basso 50W/h costanti,
idem, forse intende 50W
Post by cestino
diciamo che un altro KW
KWh
Post by cestino
al giorno in media sarebbe un buon traguardo.
Avrei 2KW
2 KWh
Post by cestino
in più al giorno (tra fotovoltaico ed eolico) che male non
fanno.
L'inverter ha tutto quello che deve avere (si stacca dalla rete se
salta la corrente), ma essendo di potenza < 1KW/h
1 KW

Saluti
Augusto
cestino
2007-12-19 09:31:28 UTC
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
Solo con il fotovoltaico attaccato all'inverterino genera 1KW al
giorno di media circa
scusi, non me ne voglia, ma che unita' di misura usa?
forse intende 1 KWh
No, ho scritto 1KW al giorno quindi 1KWgiorno :-)
Con pannelli con potenza a picco 270Wh è dura fare 1KWh :-)
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
Mi piacerebbe riuscire a generare a vento basso 50W/h costanti,
idem, forse intende 50W
???
50Wh medi cioè 1.2 KWgiorno
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
diciamo che un altro KW
KWh
No KWgiorno
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
al giorno in media sarebbe un buon traguardo.
Avrei 2KW
2 KWh
No ho scritto 2KWgiorno
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
L'inverter ha tutto quello che deve avere (si stacca dalla rete se
salta la corrente), ma essendo di potenza < 1KW/h
1 KW
La potenza non si misura in unità di tempo? In italia non si possono
installare inverter di rete con potenza inferiore al 1 KW all'ora cioè
1KWh. Il mio inverter è piccino e genera max 200Wh
Post by Augusto Leonardi
Saluti
Augusto
Non so perchè ma scrivo sempre KW/h invece di KWh mi "parte" sempre la
barra... bah...
Saluti a lei.
Augusto Leonardi
2007-12-19 12:42:13 UTC
Post by cestino
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
Solo con il fotovoltaico attaccato all'inverterino genera 1KW al
giorno di media circa
scusi, non me ne voglia, ma che unita' di misura usa?
forse intende 1 KWh
No, ho scritto 1KW al giorno quindi 1KWgiorno :-)
Con pannelli con potenza a picco 270Wh è dura fare 1KWh :-)
non me ne voglia ancora ma devo continuare a correggerla.
La potenza si misura in watt; l'energia in joule, che sarebbero
watt*secondi, ma si puo misurare - benche' non SI - anche in watt*ore.
Il pannello quindi avra' potenza di picco di 270W, e in un giorno
potrebbe anche produrre 270W*4h (insolazione media spannometrica)
= 1080 Wh, circa 1KWh di energia.
Post by cestino
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
Mi piacerebbe riuscire a generare a vento basso 50W/h costanti,
idem, forse intende 50W
???
50Wh medi cioè 1.2 KWgiorno
no; il generatore eroghera' una potenza media di 50W
che nell'arco della giornata avranno dato luogo alla
produzione di 50W*24h = 1.2KWh
Post by cestino
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
diciamo che un altro KW
KWh
No KWgiorno
sbaglia, e' 1KWh al giorno
Post by cestino
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
al giorno in media sarebbe un buon traguardo.
Avrei 2KW
2 KWh
No ho scritto 2KWgiorno
e ha sbagliato
Il mio professore di fisica I non le avrebbe nemmeno guardato
i passaggi con le unita' di misura del risultato sbagliate :-)
Post by cestino
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
L'inverter ha tutto quello che deve avere (si stacca dalla rete se
salta la corrente), ma essendo di potenza < 1KW/h
1 KW
La potenza non si misura in unità di tempo?
no, la potenza si misura in watt ed ha le dimensioni di Kg*m^2*s^-3
Post by cestino
In italia non si possono
installare inverter di rete con potenza inferiore al 1 KW all'ora
1 KW e basta
Post by cestino
cioè
1KWh. Il mio inverter è piccino e genera max 200Wh
eroga al massimo 200W

Saluti
Augusto
cestino
2007-12-20 09:04:44 UTC
Mi sembra convinto di quello che ha scritto mentre io no, quindi
suppongo che la ragione sia dalla sua parte anche se sinceramente mi
sembra strana questa cosa...

1KWh io ero convinto che volesse dire che è stata generata una
potenza di 1KW in un arco di tempo di un'ora, ma da quello che scrive
lei sembra non sia così.
Post by Augusto Leonardi
no; il generatore eroghera' una potenza media di 50W
che nell'arco della giornata avranno dato luogo alla
produzione di 50W*24h = 1.2KWh
Guardando la formula le dico ok, ma a questo punto vedendo unicamente
il risultato (1.2KWh) come faccio a capire in che arco di tempo è
stata generata questa potenza? Potrebbe quindi essere stato un
generatore da 1.2KW in un'ora oppure uno da 120W in 10 ore e quindi è
impossibile sapere in che arco di tempo è stata generata oppure la
potenza media. Ho capito bene?

C'è sempre qualcosa da imparare...
Grazie!
Augusto Leonardi
2007-12-20 12:13:30 UTC
Post by cestino
Mi sembra convinto di quello che ha scritto mentre io no, quindi
suppongo che la ragione sia dalla sua parte anche se sinceramente mi
sembra strana questa cosa...
1KWh io ero convinto che volesse dire che è stata generata una
potenza di 1KW in un arco di tempo di un'ora, ma da quello che scrive
lei sembra non sia così.
Allora, 1KWh e' una quantita' di energia (che potrebbe essere prodotta,
assorbita, accumulata, dissipata, ...). Nel caso in cui questa energia
"fluisce" subentra il concetto di "potenza" che esprime la misura di
quanta energia si fornisce (o assorbe) nell'unita' di tempo.
Per esempio, una lampada con potenza di 100W in 10 ore consuma 1KWh di
energia elettrica, mentre un termoconvettore da 5000W di potenza consuma
quello stesso 1KWh in 12 minuti.
Post by cestino
Post by Augusto Leonardi
no; il generatore eroghera' una potenza media di 50W
che nell'arco della giornata avranno dato luogo alla
produzione di 50W*24h = 1.2KWh
Guardando la formula le dico ok, ma a questo punto vedendo unicamente
il risultato (1.2KWh) come faccio a capire in che arco di tempo è
stata generata questa potenza?
non e' potenza, e' energia
Post by cestino
Potrebbe quindi essere stato un
generatore da 1.2KW in un'ora oppure uno da 120W in 10 ore e quindi è
impossibile sapere in che arco di tempo è stata generata oppure la
potenza media. Ho capito bene?
Esatto, la quantita' di energia non da nessuna informazione sull'arco di
tempo in cui e' stata prodotta/impiegata; l'unico modo per sapere il
tempo e' conoscere il valore della potenza istantanea P(t) (se la potenza
non e' costante, in quanto l'energia e' l'integrale della P(t) rispetto
al tempo). Nel caso in cui fosse P(t) = Pconst, costante, il tempo e'
dato da Energia/Pconst.
Post by cestino
C'è sempre qualcosa da imparare...
Grazie!
Prego

Saluti
Augusto
cestino
2007-12-20 13:20:47 UTC
Post by Augusto Leonardi
Per esempio, una lampada con potenza di 100W in 10 ore consuma 1KWh di
energia elettrica, mentre un termoconvettore da 5000W di potenza consuma
quello stesso 1KWh in 12 minuti.
OK capito.
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
Guardando la formula le dico ok, ma a questo punto vedendo unicamente
il risultato (1.2KWh) come faccio a capire in che arco di tempo è
stata generata questa potenza?
non e' potenza, e' energia
Qui ho capito meno... vediamo... siccome dico quanto è in grado di
generare allora è energia. Se dicevo che attaccato c'era un carico
allora era potenza perchè l'energia fluiva... giusto?
Post by Augusto Leonardi
Nel caso in cui fosse P(t) = Pconst, costante, il tempo e'
dato da Energia/Pconst.
Tutto chiaro.
Post by Augusto Leonardi
Prego
Saluti
nel mio prossimo post spero di essere più corretto quando parlo di
energia, potenza e unità di misura... :-)
Grazie ancora
Augusto Leonardi
2007-12-20 16:11:49 UTC
Post by cestino
Post by Augusto Leonardi
Post by cestino
Guardando la formula le dico ok, ma a questo punto vedendo unicamente
il risultato (1.2KWh) come faccio a capire in che arco di tempo è
stata generata questa potenza?
non e' potenza, e' energia
Qui ho capito meno... vediamo... siccome dico quanto è in grado di
generare allora è energia. Se dicevo che attaccato c'era un carico
allora era potenza perchè l'energia fluiva... giusto?
non proprio.
Vediamo se riesco a spiegarglielo meglio senza dire troppe sconcezze :-)

L'energia e' una caratteristica della materia, che puo' contenerla sotto
svariate forme, e si puo' dire che e' la capacita' di compiere del lavoro.
L'energia e' una "cosa" che, passando da una all'altra delle sue forme, si
conserva sempre, e la potenza puo' essere vista come la velocita' (quantita'
nel tempo) con cui avviene la trasformazione da una forma all'altra.
Provo a chiarirglielo con un esempio.
Sappiamo che una massa, sottoposta ad attrazione gravitazionale, che si
trova sollevata rispetto ad un altro punto possiede una forma di energia,
dovuta al campo gravitazionale, che si chiama "energia potenziale
(gravitazionale)";.
Prendiamo ora un automobile di 1000Kg di massa e un montacarichi con un
motore elettrico di 1.5KW (circa 2CV) e un accumulatore da 12V, 50Ah (600Wh).
Supponiamo, per semplicita', i rendimenti pari a 1 e che vogliamo sollevare
l'automobile a 2 metri da terra.
Occorre quindi fare un lavoro (fornire energia), per aumentare l'energia
potenziale dell'auto, pari a: 1000Kg*9.8[m/s^2]*2m = 19600J (joule)
(pari a 19600[W*s], pari a 5.44Wh).
Il motore del montacarichi prende l'energia elettrica dall'accumulatore
(che la trasforma - in quel momento - da energia (potenziale) chimica in
energia elettrica) e la trasforma in energia potenziale (gravitazionale):
l'auto che si alza. Siccome la sua potenza e' di 1.5KW, puo' trasformare
solo 1500J di energia elettrica ogni secondo, quindi per sollevare l'auto
di 2 metri occorreranno: 19600J (o [W*s]) / 1500W (o [J/s]) = 13s .
Nello stesso tempo l'accumulatore avra' perso 19600J, pari a 5.44Wh,
dei suoi 600Wh iniziali di energia chimica, erogando una potenza di 1500W
per 13 secondi.

In realta' le cose sono rese un po' piu' complicate dal fatto che i
rendimenti non sono mai 1, e questo significa che una parte - anche
considerevole - dell'energia inizialmente disponibile si trasforma
(nell'accumulatore, nei cavi elettrici, nei materiali magnetici del
motore e dentro i vari riduttori meccanici) in energia termica, calore,
che si disperde poi nell'ambiente.
Post by cestino
nel mio prossimo post spero di essere più corretto quando parlo di
energia, potenza e unità di misura... :-)
d'accordo :-)
Post by cestino
Grazie ancora
Prego

Saluti
Augusto
cestino
2007-12-21 09:02:18 UTC
Post by Augusto Leonardi
Sappiamo che una massa, sottoposta ad attrazione gravitazionale, che si
trova sollevata rispetto ad un altro punto possiede una forma di energia,
dovuta al campo gravitazionale, che si chiama "energia potenziale
(gravitazionale)";.
OK fin qui ci sono
Post by Augusto Leonardi
Occorre quindi fare un lavoro (fornire energia), per aumentare l'energia
potenziale dell'auto, pari a: 1000Kg*9.8[m/s^2]*2m = 19600J (joule)
(pari a 19600[W*s], pari a 5.44Wh).
OK
Post by Augusto Leonardi
Il motore del montacarichi prende l'energia elettrica dall'accumulatore
(che la trasforma - in quel momento - da energia (potenziale) chimica in
l'auto che si alza. Siccome la sua potenza e' di 1.5KW, puo' trasformare
solo 1500J di energia elettrica ogni secondo, quindi per sollevare l'auto
di 2 metri occorreranno: 19600J (o [W*s]) / 1500W (o [J/s]) = 13s .
OK
Post by Augusto Leonardi
Nello stesso tempo l'accumulatore avra' perso 19600J, pari a 5.44Wh,
dei suoi 600Wh iniziali di energia chimica, erogando una potenza di 1500W
per 13 secondi.
OK

Mi sembra chiaro... ma quando scriverò il prossimo post... mi sa che
mi darai un'altra mazzata...
he he he

Comunque grazie per la pazienza!
Augusto Leonardi
2007-12-21 19:19:10 UTC
Post by cestino
Mi sembra chiaro... ma quando scriverò il prossimo post... mi sa che
mi darai un'altra mazzata...
he he he
:-) dai, non buttarti giu' cosi'
Post by cestino
Comunque grazie per la pazienza!
Prego

Ciao
Augusto
Kantossek
2007-12-21 02:09:24 UTC
"cestino" <***@inwind.it> ha scritto nel messaggio news:2c26aabb-6c0e-43ed-835c-***@i72g2000hsd.googlegroups.com...
Da quello che ho letto in giro il metodo migliore è quello di un
alternatore a magneti permanenti (o motore usato al contrario ma
sempre a magneti permanenti)

Motore e generatore sono la stessa macchina dipende solo dal modo che
vuoi usarla se tenti di frenare l'albero è un motore; se cerchi si
accelerarlo è un generatore. I generatori di corrente sincroni non hanno
spazzole, ma anelli.
La "dinamo" della bicicletta è un alternatore a magneti permanenti




e metterlo in parallelo con la stringa
fotovoltaica. Chiaramente sia sulla stringa fotovoltaica che
sull'ingresso dell'eolico diodi skottky. Il parallelo lo metto in
ingresso all'inverter. Se la tensione del parallelo tra fotovoltaico
ed eolico è < della tensione minima (27V) dovrei tenere solo il
fotovoltaico...

Fermi il vento?

Se avete qualche suggerimento per il tutto, ben venga...

Motore asincrono trifase, rifasato, collegato a stella tre diodi nello
stesso verso sulle fasi, neutro all'altro filo
--
Che l'anidride carbonica sia con te!
Ciao Kantossek
cestino
2007-12-21 08:59:29 UTC
Post by Kantossek
Motore e generatore sono la stessa macchina dipende solo dal modo che
vuoi usarla se tenti di frenare l'albero è un motore; se cerchi si
accelerarlo è un generatore. I generatori di corrente sincroni non hanno
spazzole, ma anelli.
La "dinamo" della bicicletta è un alternatore a magneti permanenti
la dinamo ha altri problemi... megilo non utilizzarla (non chiedermi
perchè ma ho letto ciò da molte parti)
Post by Kantossek
Se la tensione del parallelo tra fotovoltaico
ed eolico è < della tensione minima (27V) dovrei tenere solo il
fotovoltaico...
Fermi il vento?
Stacco il cavo che arriva dall'eolico con un relè... è più facile che
fermare il vento ;-)
Post by Kantossek
Se avete qualche suggerimento per il tutto, ben venga...
Motore asincrono trifase, rifasato, collegato a stella tre diodi nello
stesso verso sulle fasi, neutro all'altro filo
Azzo... fammi capire un po meglio... Motore asincrono trifase mmm... a
magneti permanenti o non centra nulla? 220V? Ho un motore di una
lavatrice. Può andare bene?
Rifasato... che significa?
OK collegamento a stella ma prima è buio totale...

Sii gentile è natale :-)
Grazie
Kantossek
2007-12-22 06:23:25 UTC
Post by Kantossek
Motore asincrono trifase, rifasato, collegato a stella tre diodi nello
stesso verso sulle fasi, neutro all'altro filo
Azzo... fammi capire un po meglio... Motore asincrono trifase mmm... a
magneti permanenti o non centra nulla? 220V? Ho un motore di una
lavatrice. Può andare bene?

Lavatrice trifase? Ne ho viste poche. Se è così va bene, ma dubito che
abbia la morsettiera standard, o l'indicazione del neutro.

Rifasato... che significa?
OK collegamento a stella ma prima è buio totale...

Supponiamo che il tuo motore sia di una lavatrice monofase, sarà
corredato di due condensatori blocca la carcassa in una morsa individua
i due fili e il condensatore della bassa velocità; questo condensatore
ha un filo libero che collegherai ad uno dei due (sceglierai poi a quale
collegarlo in base al verso di rotazione che vorrai). Aliment'a 220Volt
per controllare che funzioni: se gira puoi fare due prove
Vernicia un punto (un raggio) davanti, sulla periferia della ruota
motrice in modo da poter vedere il numero dei giri.
Usa un'assicella di legno inciodata con un solo chiodo al tavolo di
lavoro in corrispondenza della ruota motrice come leva e tenta di
frenare il motore: Se fuma l'assicella è un buon segno; se lo fa il
motore hai sbagliato fili (se ribalti il tavolo di lavoro, o rompi
l'assicella: ti manca il senso della misura: desisti!).

S'è andato tutto come previsto (intendo bene), viene la prova di
valutazione: è pericolosa se non segui bene le istruzioni, ma utile per
sapere quello che si può sperare.
Stacca la spina del motore dalla corrente: ora dobbiamo fare girare il
motore meccanicamente, nello stesso verso di rotazione, magari con un
trapano a velocità regolabile. Probabilmente non sarà possibile avere un
accoppiamento rigido; se non hai un attrezzo porta dischi di carta
abrasiva, da usare, come frizione, su un pezzo di polostirolo applicato
alla puleggia, puoi ripiegare con un giunto da camionista: una rete tipo
quelle che contengono 1kg di agrumi, forat'ai due lati opposti: con
elastici o nastro da elettricista la fisserai alla gola della puleggia e
al mandrino del trapano; in mezzo ci metti carta, stracci, spugna:
qualungue cos'a spigoli molli. Spingi l'avvitatore verso la puleggia poi
cominci'a farlo girare: se gira anche la puleggia è il massimo. Ora
ferma tutto e procurati una presa volante, una spina multipla,
un'abatjour con lampad'a 25W 220V: collega tutto al motore (se hai un
volmetro a corrente altenata collega i puntali alla presa volante,
altrimenti lasciala senza fili).
Ricominci'ad avvitare

Sii gentile è natale :-)

poi disfa tutto, prima di farti male
--
Che l'anidride carbonica sia con te!
Ciao Kantossek
Che suono ha l'apostrofo?


Grazie