Discussione:
Ennesimo caso esempio di come worldnuclearreport di WNISR racconta fandonie
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-19 01:48:37 UTC
Permalink
Pescato giusto oggi, per caso (non sto a leggere il sito, ma
il titolo denigratorio in lista dal motore di ricerca ha
attirato la mia attenzione). Il sito in questione e' quello che
pubblica un documento annuale dal titolo pomposo di
"World Nuclear Industry Status Report" (WNISR), una "creatura"
del famigerato Mycle Schneider, con l'aiuto di tale
Antony Patrick Froggatt.

Ecco l'attacco denigratorio (alla EDF francese):

<https://www.worldnuclearreport.org/Strangely-Belated-Announcement-of-Hinkley-Point-C-2-Construction-Start.html>

E a scanso di sorprese:

<https://web.archive.org/web/20210318181652/https://www.worldnuclearreport.org/Strangely-Belated-Announcement-of-Hinkley-Point-C-2-Construction-Start.html>

L'articolo e' del marzo 2020, ma la data non e' rilevante.
Ve lo presento subito in italiano (ATTENZIONE! La traduzione
in italiano fatta da Google ha parti piuttosto "creative",
evidentemente c'e' una certa attivita' editoriale che
utilizza anche il traduttore Google). Ecco il titolo:

"Annuncio stranamente tardivo dell'inizio della costruzione di
Hinkley Point C‑2"

Normalmente se vedo un articolo da www.worldnuclearreport.org,
lo salto a pie' pari. Ma questo titolo e' cosi' strano, che
non potevo non leggere il contenuto. E li ho beccati un altra
volta in castagna. Passiamo al sottotitolo:

"EDF Energy continua a distorcere le definizioni dei tempi
di costruzione"

E l'articolo apre con:

"Il sistema (PRIS) ha indicato la data di inizio della
costruzione dell'HPC-2 il 12 dicembre 2019."

E corretto, se volete verificare, anche oggi, oltre un anno
dopo, c'e' ancora quella data:

<https://pris.iaea.org/PRIS/CountryStatistics/ReactorDetails.aspx?current=1073>

E poi ecco la denigrazione:

"Tuttavia, EDF Energy, proprietario di maggioranza dell'impianto HPC
insieme a China General Nuclear Corporation (CGN), deve ancora
annunciare l'inizio formale della costruzione."

Vi e' chiaro cosa si vuole insinuare, giusto. Ebbene, le regole di
gestione della banca dati del PRIS sono tassative, la compilazione
di ogni scheda reattore del PRIS e' eseguita solamente dalla
proprieta' del reattore. Suppongo che sia per assicurarsi una
massima corrispondenza alla realta', ma a noi non interessa perche'
e' cosi'. Interessa sapere che la scheda di HPC-2 (Hinkley Point C-2)
e' stata compilata proprio da EDF Energy. Punto.

Quindi, quelal data del 12 dicembre 2019 che troviamo nel PRIS
equivale ad un annuncio ufficiale di EDF. Ovvero, EDF sarebbe
proprio stupida nel volere mettere una data nel PRIS e poi
posticipare sulla stampa tale data: farebbe una figura da chiodi
*autoinflitta*. I francesi sono degli imbranati nel mandare avanti
i cantieri nucleari, ma non sembrano cosi' tordi da darsi da soli
la zappa sui media per quanto riguarda i media.

Ma andiamo avanti con la lettura:

"Nel giugno 2019, secondo EDF e come riportato dalla World Nuclear
Association (WNA), la costruzione dell'HPC-2 era "a buon punto"
ma non includeva il cosiddetto calcestruzzo di sicurezza."

Chiariamo che il "calcestruzzo di sicurezza" non e' altri che
l'enorme basamento che forma la base della cosidetta "isola
nucleare" (credo che il nome dica tutto sulla funzione di
questo basamento). Quindi prima del completamento di questo
basamento non e' possibile iniziare a costruire alcuna parte
del reattore che ci va sopra (tranne i pezzi in fabbrica da
portare e poi montare, ma quello non e' mai intesa come
costruzione in cantiere). Quindi, quando worldnuclearreport
scrive "costruzione di HPC-2 a buon punto" prima del
basamento, scrive fandonie.

"La rivista commerciale Nuclear Intelligence Weekly, disponibile
solo per gli abbonati, ha riportato nella sua edizione del
20 dicembre 2019 l'inizio del calcestruzzo di basemat e ha fissato
la data al 10 dicembre 2019, che EDF Energy ha ora confermato a
WNISR."

Ora, io ho scoperto solo di recente, a seguito di verifiche
fatte con Google sui cantieri nucleari cinesi e poi relativo
interpello con responsabili PRIS, che le schede del PRIS sono
compilate dalle varie aziende nucleari e non dal PRIS.
Ma e' possibile che gli autori della data e presunta autorevole
pubblicazione WNISR non sappiano ancora come funziona la piu'
importante base dati nucleare mondiale ? Se questa e'
l'attenzione che danno alla verifica dei fatti, siamo messi bene
(e' sarcastico).

Tra l'altro, perche' cercare una fonte blindata dietro un pay-wall ?
Forse per impedire una facile verifica ?
In ogni caso, per chi fosse interessato, l'enorme colata e'
stata completata sei mesi dopo:

<https://en.cnnc.com.cn/2020-06/03/c_497572.htm>

con tanto di foto prese in giugno (lavorando sotto regime Covid19).

La messinscena continua:

"A metà marzo 2020, EDF Energy non aveva dichiarato formalmente che
la costruzione dell'HPC-2 era iniziata e non intendeva farlo."

Cioe' dare l'informazione a "worldnuclearreport" (o WNISR come a
turno si definiscono), come sopra citato da loro, non equivale a
dare atto della costruzione ? Ricordo le parole di WNISR:

"... la data al 10 dicembre 2019, che EDF Energy ha ora
confermato a WNISR."

Se ha "confermato" cosa significa ? Che non intende dare la data ?
Ma continuiamo:

"Piuttosto che utilizzare la definizione standard di inizio ufficiale
della costruzione, EDF Energy utilizza il termine "Jalon Zero" o "J0",
quando il getto di calcestruzzo del materassino di base è completato.
Questa fase dovrebbe essere raggiunta il 20 giugno 2020, più di sei
mesi dopo l'inizio del getto del calcestruzzo di base e quindi più
vicino alla pianificata connessione alla rete."

In realta', abbiamo visto che EDF stessa ha inserito nel PRIS la data
come convenzionalmente concordato, cioe' l'inizio della costruzione
del "basemat", ovvero il 19 dicembre 2019 (solo 9 giorni di
differenza dalla data del 10 dicembre 2019, quindi francamente non
vedo alcuna congiura, ma se si volesse questionare per 9 giorni, solo
petulanza da parte del WNISR. E invece, secondo la sua convenzione,
per proprio uso, usa la data J0, cio' il 20 giugno 2020. Eppure, se
voleva, se fosse stata vera l'accusa di malafede fatta da WNISR
(autori sconosciuti, quindi sara' il "creatore"), EDF poteva anche
"forzare" la data del J0 nel PRIS o fare come fanno i cinesi (con
tutti i reattori della seria CAP-1400, ad esempio), cioe' non
compilare nemmeno la scheda della nuova costruzione.

Il che, ora, pone una domanda interessante, ma il WNISR, ovvero il
Mycle Schneider, si e' accorto che i cinesi stanno nascondendo l'avvio
della costruzione di numerosi reattori ? E se si', perche' non ne'
fa una polemica ? Anzi, sono curioso e quindi mi scarico il fetente
documento che mai andrei a leggere altrimenti:

<https://www.worldnuclearreport.org/IMG/pdf/wnisr2020-v2_lr.pdf>

Ed eccolo, a pagina 46:

"Four new construction sites were launched in China, including two
CAP1400 units at Shidao-Bay where building started in April and
October 2019 respectively, but that were not being taken into account
in WNISR2019 (for Unit 1) and have not been reported by IAEA-PRIS as
of mid-August 2020."

Quindi, sa che sono in costruzione, ma il sig.Schneider non ha
alcuna obiezione che ancora non risulti al PRIS o che a Cina abbia
ufficialmente dato la data di inizio formale della costruzione.
Interessante, come confermato dal sig.Schneider con la nota:

"This table includes construction of two CAP1400 reactors at
Rongcheng/Shidaowan, although their construction has not been
officially announced."

Ed ancora:

"At Shidao Bay, the plant under construction since 2012 has actually
two reactors on the site and is therefore counted as two units as of
WNISR2020."

E qui fa pure un errore, mi pare, perche' a Shidao Bay ci sono in tutto
4 reattori, 2 CAP-1400 e 2 HTR-PM (questi due sono appena entrati
in criticita' da pochi giorni). Degli HTR-PM si ricorda a pag.52 con
la nota:

"The Chinese reactor Shidao Bay-1 is now considered as two reactors,
and construction starts in 2012 reflect this change."

che sono appunto i due HTR-PM. Poi a pagina 58 si torna a ricordare
i CAP-1400, con la nota:

"Those figures include one Japanese reactor (Shimane) and two Chinese
1400 MW-units at Shidao Bay, for which the startup dates were
arbitrarily set to 2021 and 2025, as there are no official dates."

Interessante il paragrafo sul tema a pagina 125:

"The IAEA’s PRIS database indicated as of 4 May 2020 that there were
10 reactors under construction with a total capacity of 9.4 GW.
In the second half of May 2020, this was updated to include the
start of construction of Taipingling-1 (also called Huizhou-1).
However, the construction start of this reactor actually took place
in December 2019, and had been publicly reported since at least
January 2020. 373 CGN Power (part of China General Nuclear Power
Corporation – CGNPC) also mentioned the construction start in its
annual report in April 2020."

"Even more mysterious is the inaugural CAP1400 project at Shidao Bay
that is being built by State Power Investment and that was first
revealed by Nuclear Intelligence Weekly last year, based on a list of
all nuclear plants operating or considered as under construction as of
13 June 2019 put out by the National Nuclear Safety Administration.
In January 2020, NIW noted that the project had been “kicked off... in
an unusually quiet fashion, with no official announcements either
from the government or the developer” and that there were “no announced
target dates for commercial operation”. As of 1 July 2020, IAEA-PRIS
only reports the twin High-Temperature Reactors Pebble-bed Module
(HTR-PM) as being under construction at the Shidao Bay site. In
previous WNISR editions, Shidao Bay-1 has been accounted for as one
unit, just as the IAEA’s PRIS indicates the plant as consisting of
one 200-MW unit. 377 However, it turns out that Shidao Bay-1 (also
called Shidaowan-1) consists of two 100-MW reactors, and consequently,
as of WNISR2020, they are considered separately, i.o.w. as two units
under construction (Shidao Bay 1-1 and 1-2)."

A pagina 127 finalmente fa una insinuazione anti-cinese:

"Many of these are delayed (see Annex 5) and these delays may be part
of the reason for not publicizing new construction starts."

Cioe' i cinesi stanno perdendo colpi e quindi vogliono nascondere
questo loro "rallentamento della capacita produttiva" ?

Ma, mentre il sig.Scheinder con furore da' una news contro EDF,
nessuna news dello stesso tenore contro la Cina ? Perche' ?
Quindi, ha mostrato di sapere tutto il retroscena sui CAP-1400 e
Shidao Bay, ma si accorge, falsamente, di una reticenza di EDF ?

Viene da domandarsi se oltre a simpatie per i russi, il sig.Schneider
trova anche simpatici i cinesi (forse perche' anch'essi "comunisti" ?
anche se sarebbe meglio precisare "diversamente comunisti").

Ma forse, piu' semplicemente, l'intenzione di WNISR e' gettare
discredito sulle aziende europee, per ritardare la costruzione
o nuovi piani nucleari in Europa, mentre con Cina e Russia,
sapendo che non avra' alcuna efficacia, neanche ci provano ?
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-19 02:09:23 UTC
Permalink
On 19/09/2021 03:48, Roberto Deboni DMIsr wrote:

8>< ----
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma e' possibile che gli autori della data e presunta autorevole
pubblicazione WNISR non sappiano ancora come funziona la piu'
importante base dati nucleare mondiale ? Se questa e'
l'attenzione che danno alla verifica dei fatti, siamo messi bene
(e' sarcastico).
E in effetti, anche li' gli ho presi in castagna. Infatti,
nella edizione 2019 non c'e' alcuna menzione dei CAP-1400
(eppure c'e' ne sono almeno quattro in costruzione gia'
nel 2018).

Ma se guardiamo lo storico di Wikipedia:

<https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Shidao_Bay_Nuclear_Power_Plant&type=revision&diff=805892187&oldid=805780682>

vediamo che i due CAP-1400 sono gia' menzionati, con tanto di
fonte secondaria per verifica:

<https://www.fhdigz.com/en/project_detail.php?id=76>

A seguito di questa menzione, un banale controllo satellitare
avrebbe mostrato chiaramente che i due CAP-1400 erano gia'
in costruzione (i caratteristiche "basemat" stile AP-1000,
cioe' identici a quelli di Vogtle-3 e Vogtle-4 erano
chiaramente visibili).

Una variante del aprile 2019 del sito wikipedia:

<https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Shidao_Bay_Nuclear_Power_Plant&diff=next&oldid=892103262>

e' ancora piu' precisa, citando piu' fonti cinesi:

<https://web.archive.org/web/20190412063033/http://www.snptc.com.cn/en/zyyw/NuclearPower/NPPEPC/>

<https://web.archive.org/web/20180722073044/http://www.snptc.com.cn/en/xwzx/hdyw/201804/t20180427_18722.html>

"According to SPIC, the company is building two CAP1400 reactors in
a demonstration project located in Shidao Bay, Rongcheng city of
east China's Shandong Province."

Questa e' datata aprile 2018, quindi, una pubblicazione reputabile
avrebbe dovuto scovarla nel 2018, e non nel 2019 come fatto dai
poveri volontari di wikipedia. Viene il dubbio che qualcuno
sfrutti le fatiche dei wikipediani ...


Direi che come peresunta affidabilita' delle "reputabile" WNISR,
tanto citata dalla propaganda antinuclearista, sono messi male.

Il tempo e' galantuomo e le quotazioni dell'uranio stanno
tornando a salire, per ora gia' tornate ai livelli del 2012,
con la maggior parte della crescita tra agosto e settembre di
quest'anno (da $30 a $50). Il massimo storico e' stato di $140
nel giugno del 2007.
UgoA
2021-09-19 05:29:56 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma forse, piu' semplicemente, l'intenzione di WNISR e' gettare
discredito sulle aziende europee, per ritardare la costruzione
o nuovi piani nucleari in Europa, mentre con Cina e Russia,
sapendo che non avra' alcuna efficacia, neanche ci provano ?
Son curioso di vedere la reazione alle recenti aperture di qualche
nostro politico. O forse vista l'irrilevanza non se ne parlerà affatto.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-20 09:58:10 UTC
Permalink
Post by UgoA
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma forse, piu' semplicemente, l'intenzione di WNISR e' gettare
discredito sulle aziende europee, per ritardare la costruzione
o nuovi piani nucleari in Europa, mentre con Cina e Russia,
sapendo che non avra' alcuna efficacia, neanche ci provano ?
Son curioso di vedere la reazione alle recenti aperture di qualche
nostro politico. O forse vista l'irrilevanza non se ne parlerà affatto.
Visti gli svariati cambiamenti di impostazione (per usare un eufemismo)
dei due mattei (mai questo, mai con questi, etc.), non starei tanto
sul curioso "se aprono", ma piuttosto su "quando aprono".

Ma la cosa veramente interessante e' vedere se all'apertura
verso il nucleare seguira' anche una apertura verso il
solare termodinamico. Dopotutto abbiamo assistito alla seguente
giravolta dal "verdismo ufficiale":

<https://www.rinnovabili.it/energia/fotovoltaico/impianti-fotovoltaici-terreni-agricoli/>

"Il problema della convivenza tra agricoltura e fotovoltaico non
esiste."

Notare la scelta della parole:

"Sarebbe utile invece “guidare” correttamente le scelte dei siti verso
quei terreni spesso definiti agricoli solo catastalmente, come
pietraie, pascoli, terreni marginali"

Si parla di "guidare" e non di "obbligo" o "divieti".

Vediamo i numeri gia' in gioco ogni anno:

"alcuni deputati di Forza Italia hanno segnalato la perdita ad oggi
di ben 145 km quadrati (dato al 2019) per impianti fotovoltaici su
terreni."

Dato che usualmente questi dati sono forniti in ettari (interessante
una apparente scelta a sminuire il numero ...) eccolo: 14'500 ettari
di terreno agricolo.
Considerato che gli impianti solare termodinamici che si voleva
costruire in tutto avrebbero occupato meno di 3'000 ettari, questa
la dice lunga sulla ipocrisia, anzi, probabile malafede di tutti i
governo, un alla volta, uno dietro l'altro, che hanno stroncato
i VIA dei vari impianti proposti, a quello Renzi, al giallo-verde,
al giallo-rosso, segno di quanto pervasivo e' il sospetto di corruzione
pagata dalla lobby dei combustibili fossili. Il coinvolgimento del
governo Renzi poi esclude che ci fosse solo lo zampino dei pentastellati
(che in realta' sono solo i piu' estroversi in questa guerra al solare
termodinamico, iniziata con preciso zelo legislativo dai vari governi
Berlusconi e solo una pallida, quanto timida, apertura di un isolato
governo Prodi.

Continua a leggere su narkive:
Loading...