Discussione:
Happycasa per mario vicino Livorno
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-24 16:08:47 UTC
Permalink
Riguardo alla cucina "elettrica", c'e' una promo in molte
parti d'Italia, ad esempio vicino a Livorno:

<https://www.happycasastore.it/scheda-punto-vendita/Livorno/138/>

e a pagina 24-25 del volantino troviamo:

Fornello Elettrico 1000W con 5 temperature a €9,99.

Essendo termostato, assorbe sempre la massima potenza (non si
puo' "regolare in potenza"), semplicemente il termostato
"stacca" la resistenza al raggiungimento di un certo livello
della piastra. Usando il termometro infrarosso di Lidl ho misurato
la superficie in varie posizioni della manopola.

Per cominciare, l'accensione, avviene con una posizione tra
tra 1 e 2, ovvero nella posizione 1 e' ancora spento come
nella posizione zero. Pero' c'e' una interessante
corrispondenza tra i valori numerici e la temperatura.

Nella posizione 2 ho misurato 200°C, al che il termosato
stacca la resistenza.
Nella posizione 3 ho misurato 300°C, poi la resistenza
viene staccata.
Nella posizione 4 ho misurato 370°C, poi la resistenza stacca.
Non ho misurato la posizione 5 perche' il termometro infrarosso
arriva al massimo a 380°C, ma suppongo che sia una
temperatura oltre i 400°C, probabilmente non oltre i 500°C.

Mi ricorda il funzionamento dei ferri da stiro: quando si
regolare per il tipo di stoffa, si impostra una temperatura
della piastra, mantenuta, poi, una volta raggiunta, con riattacchi
e distacchi periodici per mantenere la temperatura.

Questo e' interessante, perche' la fiamma del gas e' sempre
intorno ai 1000°C (ed oltre, il "blu" e' molto caldo) e
quindi se avete poca acqua (per esempio quando friggete le
cipolle) con il gas e' un attimo la distrazione e vi trovate
la cipolla carbonizzata. Quindi, impostando una temperatura
minima con l'elettrico (200°C ?) aumenta il vostro margine di
"errore/distrazione" prima che qualcosa si bruci.

PS. alla tensione di rete di 220V alla presa, la potenza
assorbita e' di circa 900W (all'accensione faceva circa
880W, poi scaldandosi e' salito a 900W.

Attenzione: il contenitore diventa molto caldo, per spostarlo
dal banco di prova e metterlo a raffreddare, ho dovuto usare
i guanti da lavoro di pelle. Insomma, dovete trattarlo come
un fuoco a gas dal punto di vista delle temperature.

NB: nella scatola c'e' una bustina con 4 piedini, attenti a
non perderli quando aprite la scatola. Ovviamente prima di
usarlo dovete inserire i piedini in posizione.


Se cercate nel reparto "fuochi" (gas, elettrico, da camping,
etc.) trovate anche un:

Fornello Elettrico 500W con 5 temperature a €5,99.

Meno di cosi', quanto volete pagare ?

Qui l'accensione si ha nella posizione 2 del regolatore
(insomma, non e' il massimo della precisione nelle
indicazioni). Nella posizione 2 la piastra arriva a 85°C,
nella posizione 3 arriva a 250°C e poi ... mi sono stufato
(sono prove "calde" e non e' esattamente l'ideale farle oggi).
Ma probabilmente alla posizione 4 arriva tra 300°C e 400°C
e la posizione 5 probabilmente vicino ai 500°C.


E poi abbiamo l'oggetto delle nostre discussioni: una

Piastra a induzione 2000W con 10 livelli di temperatura,
pannello touch, timer regolabile, per pentola da minimo
12 cm a massimo 24 cm di diametro alla base. La superficie
e' di vetro. Prezzo €34,99.

Insomma, se uno vuole "provare" questa misteriosa induzione
e nel contempo avere un "fuoco" mobile per casa (da portare
ad esempio in veranda per riscaldare/cucinare una piettanza
in compagna, etc.), il prezzo non e' un salasso.
Mario
2021-07-24 16:46:11 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Riguardo alla cucina "elettrica", c'e' una promo in molte
<https://www.happycasastore.it/scheda-punto-vendita/Livorno/138/>
Fornello Elettrico 1000W con 5 temperature a €9,99.
Essendo termostato, assorbe sempre la massima potenza (non si
puo' "regolare in potenza"), semplicemente il termostato
"stacca" la resistenza al raggiungimento di un certo livello
della piastra. Usando il termometro infrarosso di Lidl ho misurato
la superficie in varie posizioni della manopola.
Per cominciare, l'accensione, avviene con una posizione tra
tra 1 e 2, ovvero nella posizione 1 e' ancora spento come
nella posizione zero. Pero' c'e' una interessante
corrispondenza tra i valori numerici e la temperatura.
Nella posizione 2 ho misurato 200°C, al che il termosato
stacca la resistenza.
Nella posizione 3 ho misurato 300°C, poi la resistenza
viene staccata.
Nella posizione 4 ho misurato 370°C, poi la resistenza stacca.
Non ho misurato la posizione 5 perche' il termometro infrarosso
arriva al massimo a 380°C, ma suppongo che sia una
temperatura oltre i 400°C, probabilmente non oltre i 500°C.
Mi ricorda il funzionamento dei ferri da stiro: quando si
regolare per il tipo di stoffa, si impostra una temperatura
della piastra, mantenuta, poi, una volta raggiunta, con riattacchi
e distacchi periodici per mantenere la temperatura.
Questo e' interessante, perche' la fiamma del gas e' sempre
intorno ai 1000°C (ed oltre, il "blu" e' molto caldo) e
quindi se avete poca acqua (per esempio quando friggete le
cipolle) con il gas e' un attimo la distrazione e vi trovate
la cipolla carbonizzata. Quindi, impostando una temperatura
minima con l'elettrico (200°C ?) aumenta il vostro margine di
"errore/distrazione" prima che qualcosa si bruci.
PS. alla tensione di rete di 220V alla presa, la potenza
assorbita e' di circa 900W (all'accensione faceva circa
880W, poi scaldandosi e' salito a 900W.
Attenzione: il contenitore diventa molto caldo, per spostarlo
dal banco di prova e metterlo a raffreddare, ho dovuto usare
i guanti da lavoro di pelle. Insomma, dovete trattarlo come
un fuoco a gas dal punto di vista delle temperature.
NB: nella scatola c'e' una bustina con 4 piedini, attenti a
non perderli quando aprite la scatola. Ovviamente prima di
usarlo dovete inserire i piedini in posizione.
Se cercate nel reparto "fuochi" (gas, elettrico, da camping,
Fornello Elettrico 500W con 5 temperature a €5,99.
Meno di cosi', quanto volete pagare ?
Qui l'accensione si ha nella posizione 2 del regolatore
(insomma, non e' il massimo della precisione nelle
indicazioni). Nella posizione 2 la piastra arriva a 85°C,
nella posizione 3 arriva a 250°C e poi ... mi sono stufato
(sono prove "calde" e non e' esattamente l'ideale farle oggi).
Ma probabilmente alla posizione 4 arriva tra 300°C e 400°C
e la posizione 5 probabilmente vicino ai 500°C.
E poi abbiamo l'oggetto delle nostre discussioni: una
Piastra a induzione 2000W con 10 livelli di temperatura,
pannello touch, timer regolabile, per pentola da minimo
12 cm a massimo 24 cm di diametro alla base. La superficie
e' di vetro. Prezzo €34,99.
Insomma, se uno vuole "provare" questa misteriosa induzione
e nel contempo avere un "fuoco" mobile per casa (da portare
ad esempio in veranda per riscaldare/cucinare una piettanza
in compagna, etc.), il prezzo non e' un salasso.
Ma allora mi " stuzzichi", io le piastre elettriche le conosco
dall'infanzia, mia madre aveva quelle e non il gas, le ho anche io, fino
a qualche hanno fa dentro il piano cottura, poi abbiamo preso questo
blocco di lavello enorme e fornelli attaccati lungo quasi tre metri e
più profondo del normale, a mia moglie piace tanto e me lo devo puppare,
sembra di essere al ristorante, non ci si può mettere niente di diverso,
è tutto di acciaio inossidabile non smontabile.
Ho una piastra da 1500 watt, che ha oltre 30 anni, di quelle con il
commutatore, dove regoli la potenza e non la temperatura, e una doppia
di quelle moderne col termostato, ma non reggono il confronto nel
bollire acqua e olio.
Il mio vicino aveva comprato una piastra ad induzione quasi industriale
per bollirci le bottiglie di pomodori in un bidone da 100 litri o più,
pur essendo 4500 watt ci voleva molto più tempo e con meno roba dentro,
e ha ritirato fuori il fornello apposito a gas con doppia corona con due
bombole attaccate, ora ha cambiato l'ugello e vorrebbe andare metano,
può anche darsi che non abbia portata sufficiente.
Abbiamo cambiato la cucina e tenuto il cazzo di ripiano, adattando le
basi, meno male le larghezze sono standard, altrimenti mi toccava andare
dal falegname, con la spesa alle stelle.
Per caso sei uno dei pochi che in casa comandano davvero loro?
Mia moglie non spende per vestiti, ori e parrucchiere, ma per la casa ti
fulmina, ho in bagno un attrezzo che consuma anche quello 4500 watt, con
cavo maggiorato e magnetotermico da 20 A solo per lui, ora usato ben
poco per motivi di salute.
E non è finita qui.

Continua a leggere su narkive:
Loading...