Discussione:
Giappone e Cina principali mercati del fotovoltaico nel 2013
(troppo vecchio per rispondere)
Luca P.
2013-09-08 13:39:17 UTC
Permalink
Dopo gli alti livelli mantenuti per anni in Europa, la domanda di solare
fotovoltaico si sposta sempre più verso oriente.

Nel primo semestre 2013 la domanda globale è stata di 15 GW, per il 60%
proveniente da quattro paesi: Germania, Stati Uniti, Cina e Giappone.

A fine 2013 Giappone e Cina dovrebbero accaparrarsi 14-15 GW su una domanda
globale di circa 35 GW.

http://www.solarbuzz.com/news/recent-findings/explosive-growth-japan-and-china-drive-annual-solar-photovoltaic-demand-above-3
AleTV
2013-09-08 15:32:44 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Dopo gli alti livelli mantenuti per anni in Europa, la domanda di solare
fotovoltaico si sposta sempre più verso oriente.
Nel primo semestre 2013 la domanda globale è stata di 15 GW, per il 60%
proveniente da quattro paesi: Germania, Stati Uniti, Cina e Giappone.
A fine 2013 Giappone e Cina dovrebbero accaparrarsi 14-15 GW su una domanda
globale di circa 35 GW.
C'è anche il sud africa:

http://www.assoelettrica.it/blog/?p=5880

Poi che rimane?
Tradotto, tempo 10 anni e sparirà il mercato?
Luca P.
2013-09-09 17:55:48 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Luca P.
A fine 2013 Giappone e Cina dovrebbero accaparrarsi 14-15 GW su una
domanda globale di circa 35 GW.
http://www.assoelettrica.it/blog/?p=5880
Poi che rimane?
Tutto il resto del mondo?
Post by AleTV
Tradotto, tempo 10 anni e sparirà il mercato?
Se avere fonti di produzioni alternative ai combustibili fossili e
rinnovabili sarà ancora considerato strategicamente importante, non vedo
perché dovrebbe sparire il mercato. Sempre che nel frattempo non venga
scoperta la fonte "miracolosa": rinnovabile, pulita, economica. Ma mica si
può aspettare all'infinito.
AleTV
2013-09-10 18:16:09 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Se avere fonti di produzioni alternative ai combustibili fossili e
rinnovabili sarà ancora considerato strategicamente importante,
Non si parlava di pv? Che non è manco per il binocolo alternativo a
gas/carbone/nucleare.
Post by Luca P.
non vedo perché dovrebbe sparire il mercato. Sempre che nel frattempo non
venga
scoperta la fonte "miracolosa": rinnovabile, pulita, economica. Ma mica si
può aspettare all'infinito.
Beh, fin che pari GW di potenza fossile sono da tenere li belli in piedi e
fin che i proprietari di questi impianti di backup/raccordo saranno diversi
da quelli dei mini/micro impianti modaioli, c'è da star sicuri che da un
punto di vista strategico a lungo termine non se ne farà nulla.
Non ha senso, l'unico effetto è quello di avere il costo finale del kWh
elettrico in aumento (causa incentivi, adeguamento della rete e
compensazioni per gli impianti che devono fare da backup/raccordo) con
l'impossibilità reale di staccarsi sul serio dai fossili.
Luca P.
2013-09-12 20:23:17 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Luca P.
Se avere fonti di produzioni alternative ai combustibili fossili e
rinnovabili sarà ancora considerato strategicamente importante,
Non si parlava di pv? Che non è manco per il binocolo alternativo a
gas/carbone/nucleare.
Sarà almeno 10 volte chi mi fai 'sto discorso e io ti rispondo sempre che
per me una fonte che riesce a produrre energia senza consumare combustibili
fossili _è_ alternativa e come tale ha un suo valore strategico.
Post by AleTV
Beh, fin che pari GW di potenza fossile sono da tenere li belli in piedi e
fin che i proprietari di questi impianti di backup/raccordo saranno diversi
da quelli dei mini/micro impianti modaioli, c'è da star sicuri che da un
punto di vista strategico a lungo termine non se ne farà nulla.
Non ha senso, l'unico effetto è quello di avere il costo finale del kWh
elettrico in aumento (causa incentivi, adeguamento della rete e
compensazioni per gli impianti che devono fare da backup/raccordo) con
l'impossibilità reale di staccarsi sul serio dai fossili.
Guarda che nessuno pensa sul serio di staccarsi dai combustibili fossili,
tantomeno usando solo il nucleare. Gestire le variazioni dei carichi
giornalieri con una tecnologia ad alti costi fissi e bassi costi marginali
creerebbe delle diseconomie paurose. Alcune centrali nucleari si
troverebbero a lavorare tipo 2000 ore l'anno. E quando si ripagano con una
produttività così bassa?

Quindi dal tuo punto di vista anche il nucleare va escluso dalle fonti
"veramente" alternative. In pratica dal tuo punto di vista non esistono
fonti alternative.
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-12 20:34:36 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Post by AleTV
Post by Luca P.
Se avere fonti di produzioni alternative ai combustibili fossili e
rinnovabili sarà ancora considerato strategicamente importante,
Non si parlava di pv? Che non è manco per il binocolo alternativo a
gas/carbone/nucleare.
Sarà almeno 10 volte chi mi fai 'sto discorso e io ti rispondo sempre
che per me una fonte che riesce a produrre energia senza consumare
combustibili fossili _è_ alternativa e come tale ha un suo valore
strategico.
Post by AleTV
Beh, fin che pari GW di potenza fossile sono da tenere li belli in
piedi e fin che i proprietari di questi impianti di backup/raccordo
saranno diversi da quelli dei mini/micro impianti modaioli, c'è da star
sicuri che da un punto di vista strategico a lungo termine non se ne
farà nulla. Non ha senso, l'unico effetto è quello di avere il costo
finale del kWh elettrico in aumento (causa incentivi, adeguamento della
rete e compensazioni per gli impianti che devono fare da
backup/raccordo) con l'impossibilità reale di staccarsi sul serio dai
fossili.
Guarda che nessuno pensa sul serio di staccarsi dai combustibili
fossili, tantomeno usando solo il nucleare. Gestire le variazioni dei
carichi giornalieri con una tecnologia ad alti costi fissi e bassi costi
marginali creerebbe delle diseconomie paurose. Alcune centrali nucleari
si troverebbero a lavorare tipo 2000 ore l'anno. E quando si ripagano
con una produttività così bassa?
Quindi dal tuo punto di vista anche il nucleare va escluso dalle fonti
"veramente" alternative. In pratica dal tuo punto di vista non esistono
fonti alternative.
Eppure Spagna, anno dopo anno, la smentisce. Ha ancora le centrali
termoelettriche, ma ogni anno aumentano quelle spente tutto l'anno.
AleTV
2013-09-13 05:45:52 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Quindi dal tuo punto di vista anche il nucleare va escluso dalle fonti
"veramente" alternative. In pratica dal tuo punto di vista non esistono
fonti alternative.
Molto diverso.
Il nucleare può coprire tutto il carico di base e solo la parte superiore
può essere affidata a fonti regolabili (e tieni presente che c'è anche
l'idro che è ben modulabile).
Con le fonti intermittenti modaiole invece hai necessità di backup per tutti
i GW installati visto che sparisce il concetto di carico di base, se hai
50GW intermittenti installati, quando producono devi togliere 50GW delle
altre fonti, quando poi la produzione sparisce ecco che devi ritirare fuori
tutti i 50GW usando le altre fonti.
E' una bella differenza.
Luca P.
2013-09-17 20:35:18 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Luca P.
Quindi dal tuo punto di vista anche il nucleare va escluso dalle fonti
"veramente" alternative. In pratica dal tuo punto di vista non esistono
fonti alternative.
Molto diverso.
Il nucleare può coprire tutto il carico di base e solo la parte superiore
può essere affidata a fonti regolabili (e tieni presente che c'è anche
l'idro che è ben modulabile).
Considerando che l'energia del carico di base con una curva di consumo tipo
la nostra è pari al 60-70% del totale, non so quanti possono permettersi un
30-40% di idroelettrico. La programmabilità di questa fonte poi è limitata
dalla disponibilità della risorsa utilizzata (l'acqua) che varia molto nel
tempo. Quindi in mancanza di fonti pienamente programmabili la quota di
sicurezza del nucleare sarebbe sotto quella indicata. Non è un caso che la
quota media di penetrazione di energia nucleare nel mondo sia bassa.

In conclusione, usare il nucleare per escludere il termoelettrico non è
possibile a meno di mettere in conto un notevole incremento dei costi di
produzione.
Post by AleTV
Con le fonti intermittenti modaiole invece hai necessità di backup per tutti
i GW installati visto che sparisce il concetto di carico di base, se hai
50GW intermittenti installati, quando producono devi togliere 50GW delle
altre fonti, quando poi la produzione sparisce ecco che devi ritirare fuori
tutti i 50GW usando le altre fonti.
E' una bella differenza.
L'unica differenza è che attualmente i costi per escludere completamente i
combustibili fossili con le rinnovabili sarebbero ben superiori rispetto
alla soluzione nucleare.
AleTV
2013-09-21 09:53:24 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Considerando che l'energia del carico di base con una curva di consumo tipo
la nostra è pari al 60-70% del totale, non so quanti possono permettersi un
30-40% di idroelettrico.
Oggi già facciamo il 15% con l'idro, rimarrebbe un altro 15%.
Post by Luca P.
Quindi in mancanza di fonti pienamente programmabili la quota di
sicurezza del nucleare sarebbe sotto quella indicata. Non è un caso che la
quota media di penetrazione di energia nucleare nel mondo sia bassa.
Al 50% di fabbisogno si può arrivare e quel 50% è tutto senza l'uso di
gas/carbone.
Post by Luca P.
In conclusione, usare il nucleare per escludere il termoelettrico non è
possibile a meno di mettere in conto un notevole incremento dei costi di
produzione.
Sicuramente minore rispetto ad avere potenza intermittente non
programmaibile sempre più elevata da compensare TUTTA con altra potenza da
termoelettrico regolabile.
Post by Luca P.
L'unica differenza è che attualmente i costi per escludere completamente i
combustibili fossili con le rinnovabili sarebbero ben superiori rispetto
alla soluzione nucleare.
Attualmente è IMPOSSIBILE usare solo le rinnovabili per escludere
completamente i fossili.
A meno che tu non voglia riuscire a coprire con idro + geotermolettrico +
biomassa (e queste due ultimi fonti sono tutto tranne che non inquinanti!)
il 100% del carico quando è necessario, e cioè la maggior parte del tempo in
un anno.
Vedi te se è realistico queste scenario e quanto lo è rispetto a quello ad
avere un carico di base tutto coperto da nucleare.
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-22 02:41:47 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Luca P.
Considerando che l'energia del carico di base con una curva di consumo tipo
la nostra è pari al 60-70% del totale, non so quanti possono
permettersi un
30-40% di idroelettrico.
Oggi già facciamo il 15% con l'idro, rimarrebbe un altro 15%.
Post by Luca P.
Quindi in mancanza di fonti pienamente programmabili la quota di
sicurezza del nucleare sarebbe sotto quella indicata. Non è un caso che
la quota media di penetrazione di energia nucleare nel mondo sia bassa.
Al 50% di fabbisogno si può arrivare e quel 50% è tutto senza l'uso di
gas/carbone.
Post by Luca P.
In conclusione, usare il nucleare per escludere il termoelettrico non è
possibile a meno di mettere in conto un notevole incremento dei costi
di produzione.
Sicuramente minore rispetto ad avere potenza intermittente non
programmaibile sempre più elevata da compensare TUTTA con altra potenza
da termoelettrico regolabile.
Post by Luca P.
L'unica differenza è che attualmente i costi per escludere
completamente i combustibili fossili con le rinnovabili sarebbero ben
superiori rispetto alla soluzione nucleare.
Attualmente è IMPOSSIBILE usare solo le rinnovabili per escludere
completamente i fossili.
A meno che tu non voglia riuscire a coprire con idro + geotermolettrico
+ biomassa (e queste due ultimi fonti sono tutto tranne che non
inquinanti!) il 100% del carico quando è necessario, e cioè la maggior
parte del tempo in un anno.
Vedi te se è realistico queste scenario e quanto lo è rispetto a quello
ad avere un carico di base tutto coperto da nucleare.
Ha visto lo scenario nucleare+solare termodinamico che avevo ipotizzato ?
Glielo schematizzo sotto:

MW Installato Produzione
MW GW*h
Nucleare 25'000 188'565
Fluente 4'867 18'976
Bacino 5'041 12'638
Pompaggio 11'971 12'241
Fotovoltaico 490 450
Eolico 8'119 13'333
Geotermico 772 5'252
Solare TD ibr.16'870 59'110
RSU 841 2'176
Diesel 3'589 11'644
-------------------------------
Totale 324'385
Consumi 307'229
-------------------------------
Esportazioni 17'165

dove il solare termodinamico riceve anche il supporto delle biomasse
(usandolo negli stessi gruppi vapore delle centrali solari) per
circa 10'000 GW*h/anno (incluso nei 59'000 indicati).

Il fotovoltaico indicato e' solo quello domestico.
A tale proposito credo che certamente il fotovoltaico continuera' a
crescere (in effetti il suo LCoE e' arrivato alla grid parity), ma
senza incentivi sara' di interesse solo per il domestico.
Perche' ?
Perche' l'LCoE calcolato non tiene conto del fatto che il fotovoltaico
(come l'eolico) direttamente connesso non e' un sistema completo di
generazione elettrico, quindi l'LCoE calcolato esternalizza anche dei
costi diretti e non solo quelli ambientali e sanitari.

A tale proposito, riporto cio' che i consulenti per banche ed investitori
finanziari dicono:

Photovoltaic solar power station
--------------------------------
- Battery storage essentially
- Coupling with another technology is difficult to implement

come sono diversi dai consulenti (finanziati dalle aziende) dei politici
italiani.
AleTV
2013-09-22 08:05:51 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ha visto lo scenario nucleare+solare termodinamico che avevo ipotizzato ?
Si e lo scenario è parecchio interessante, ma non se ne farà nulla, qui in
italia intendo.
Ci vorrebbe l'esercito per imporre scelte strategiche di quel genere, e
naturalmente non si può.
Se gli italiani vogliono andare a remengo sono anche liberi di farlo, tocca
accettarlo.
A chi non sta bene e ha la possibilità di farlo, l'emigrazione è una buona
scelta. Per gli altri, beh, picche, fin tanto che non renderanno disponibile
l'ibernazione volontaria in attesa di tempi migliori tocca tenersi il
didietro che brucia... :-)
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-23 00:32:33 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ha visto lo scenario nucleare+solare termodinamico che avevo ipotizzato ?
Si e lo scenario è parecchio interessante, ma non se ne farà nulla, qui
in italia intendo.
Ci vorrebbe l'esercito per imporre scelte strategiche di quel genere, e
naturalmente non si può.
Se gli italiani vogliono andare a remengo sono anche liberi di farlo,
tocca accettarlo.
Non diamo colpa del tutto all'elettorato. Prima di Fukushima c'era una
maggioranza disponibile. Sono sicuro che se anche passasse sui media
maggiori, la televisione, solo la meta' di quello che viene scritto in
questi NG sull'energia, i rapporti si invertirebbero.

Per esempio, Report, cosi' pronto a fare da grancassa per gli interventi
contro il nucleare di Greenpeace, perche' non una riga sui pari interventi
di Greenpeace, questa volta contro il termoelettrico ?

Insomma, dobbiamo renderci conto dell'enorme potere (specialmente
diseducativo) della propaganda RAI, Mediaset e della stampa.
Post by AleTV
A chi non sta bene e ha la possibilità di farlo, l'emigrazione è una
buona scelta.
E perche' non cacciare invece chi sta danneggiando l'Italia ? Dopotutto
con Craxi ci siamo riusciti.
Non vedo perche' devono essere sempre i migliori ad andarsene.
Luca P.
2013-09-22 19:19:11 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Luca P.
Considerando che l'energia del carico di base con una curva di consumo
tipo la nostra è pari al 60-70% del totale, non so quanti possono
permettersi un 30-40% di idroelettrico.
Oggi già facciamo il 15% con l'idro, rimarrebbe un altro 15%.
Un anno è il 15%, due anni dopo magari è il 10%. E` una produzione
variabile che deve essere comunque parzialmente coperta da altre fonti
programmabili, ma non dal nucleare.

Noi poi siamo messi bene a idroelettrico; molti altri paesi sono meno
fortunati.

Quindi, ripeto, è impossibile fare a meno di usare i combustibili fossili,
quindi il nucleare è inutile e non è una fonte alternativa. (cit.)

[...]
Post by AleTV
Post by Luca P.
L'unica differenza è che attualmente i costi per escludere completamente i
combustibili fossili con le rinnovabili sarebbero ben superiori rispetto
alla soluzione nucleare.
Attualmente è IMPOSSIBILE usare solo le rinnovabili per escludere
completamente i fossili.
Tecnicamente non è impossibile; le tecnologie necessarie esistono e sono
già disponibili. E` una questione di quanto si è disposti a spendere (che
non è un dettaglio da poco).
Post by AleTV
A meno che tu non voglia riuscire a coprire con idro + geotermolettrico +
biomassa (e queste due ultimi fonti sono tutto tranne che non inquinanti!)
il 100% del carico quando è necessario, e cioè la maggior parte del tempo in
un anno.
Non è l'unico modo: c'è la possibilità di modulare la produzione
intermittente, di usare accumuli, di programmare i consumi, di sfruttare
gli scambi con l'estero e probabilmente altri che ora non mi vengono in
mente.
Post by AleTV
Vedi te se è realistico queste scenario e quanto lo è rispetto a quello ad
avere un carico di base tutto coperto da nucleare.
Programmare un futuro lontano non è mai facile. Magari uno sceglie la
soluzione che sembra più economica e poi si ritrova come il Giappone (e non
mi riferisco alla contaminazione radioattiva ma al fatto di avere investito
in un enorme parco centrali e di ritrovarselo praticamente fermo da due
anni).
Fatal_Error
2013-09-08 15:49:40 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Dopo gli alti livelli mantenuti per anni in Europa, la domanda di solare
fotovoltaico si sposta sempre più verso oriente.
Ecco, che si sposti pure in Cina, che se li installino i comunisti in casa
loro loro i pannelli (spesso altamente cancerogeni), in sovrapproduzione
grazie anche ai tardivi dazi europei, che producono bruciando Carbone,
inquinando a piu' non posso e con i lavori forzati! Purtroppo grazie ai
nostri cari "verdi" oramai in Italia il danno e' fatto, 200 miliardi di Euro
buttati nel cesso ed ambiente devastato da distese di orribili pannelli,
molti iper-cancerogeni al Tellururo di Cadmio, senza aver chiuso una sola
centrale termoelettrica! Per fortuna, grazie anche a gente come il
sottoscritto, il fotovoltaico in Italia stile "mangia mangia" muore
definitivamente, come deve morire il marxismo verde che l'ha alimentato:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-06-06/fotovoltaico-stop-conto-energia-174258.shtml?uuid=AbSRim2H
"Addio agli incentivi del "conto" energia" per il solare fotovoltaico. Lo
stop è appena scattato. Come ampiamente annunciato (o minacciato) con il
raggiungimento del tetto cumulato di 6,7 miliardi annui di incentivi
nazionali il meccanismo, giunto alla sua quinta e ultima edizione, cesserà
di esistere, anche se con un mese di proroga per gli ultimi arrivati che
dimostreranno entro i primi giorni di luglio di avere installato e attivato
i loro nuovi pannelli solari."

Ricordiamocelo bene questo luglio 2013, quello che e' accaduto sino a questa
data lo pagheremo molto caro per i prossimi vent'anni, questa follia ci e'
costata e ci costera' come una guerra, questa e' la vera origine del
repentino precipitare della devastante crisi Italiana! Mi dispiace per i
Giapponesi, che dopo aver subito il catastrofico terremoto e le sue
conseguenze, ora devono passare per le verdi forche caudine del fotovoltaico
incentivato a babbo, d'altronde i venefici marxisti verdi ci sono anche in
Giappone, non solo in Italia e in Germania.
AleTV
2013-09-08 17:58:31 UTC
Permalink
questa e' la vera origine del repentino precipitare della devastante crisi
Italiana!
Ma per piacere, dai.
Pesano molto ma molto di più le decine di miliardi di debito che le PA hanno
verso le aziende italiane, e l'esagerata burocrazia che abbiamo invece di
poche regole e molti ma molti più controlli con pena certa e determinata in
tempi brevi (il saldo sarebbe praticamente zero a livello di costo per lo
stato, quello che risparmi tagliando in iper-burocratizzazione lo devi
investire in maggiori e migliori controlli e in una giustizia che possa
operare con maggiori risorse, ma almeno il resto della popolazione che
rispetta le regole ha maggiori possibilità di far girar l'economia senza
dover sostenere tempi/costi esagerati per motivi appunto burocratici).
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-08 19:19:14 UTC
Permalink
Post by AleTV
questa e' la vera origine del repentino precipitare della devastante
crisi Italiana!
Ma per piacere, dai.
Pesano molto ma molto di più le decine di miliardi di debito che le PA
hanno verso le aziende italiane,
Pero', a dire il vero, il contributo del fotovoltaico non e' certamente
stato nella direzione di "contrastare" il precipitare economico
dell'Italia.

Consideriamo, ad esempio, dal punto di vista dei costi (non dell'impianto
bensi' dell'energia prodotta ... pensare che hanno ancora il coraggio di
dire che e' gratuita ... ma per chi ?).

Il sistema studiato, certamente a tavolino dai signori della finanza
creativa, del FIT (Feed-in-tariff) e' tale che in Italia e' in realta'
una esazione fiscale "clandestina", il cui peso sta avanzando verso
i 10 miliardi di Euro all'anno. Ed e' una imposizione fiscale indiretta
che oltretutto viola la disposizione costituzionale per cui la
tassazione e' proporzionata (a dire la verita' e' progressiva, ma
sorvoliamo) alla capacita' di spesa.
In realta' il contributo del FIT ricade parimenti sulla famiglia che vive
del contributo sociale come sulla famiglia con Villa e piscina (ed
impianto fotovoltaico ...).

Se poi osserviamo statisticamente le fasce sociali, l'impianto fotovoltaico
e' certamente in possesso di contribuenti con redditi medioalti-alti.
Quindi l'inquita fiscale e' doppia.

In sostanza, lo Stato italiano ha trovato modo di reperire ulteriori
fondi dalla cittadinanza, prelevando le cifre per l'incentivazione
direttamente dalle tasche dei cittadini, completamente fuori bilancio
pubblico, cosi' non risulta nel debito ed il rapporto dei costi dello
Stato in rapporto al PIL. Anzi, in questo modo lo Stato rileva solo la
faccia positivita, il leggero aumento del PIL conseguente alla fatturazione
delle installazioni degli impianti fotovoltaici e quindi una leggera
limatura del rapporto debito/PIL.

Notare che ad esempio in Spagna, il FIT e' prelevato, piu' onestamente, dal
bilancio dello Stato.

Anche se ci siamo abituati a questi tiri (complice un elettorato cosi'
stupido da non reagire di fronte alle evidenti provocazioni dei politici
di mestiere), ad esempio, una delle piu' consistenti misure "Per la
riduzione fiscale" e' consistito nel taglio delle spese sanitarie, ovvero
l'introduzione del ticket.
Prego: quando un cittadino legge "riduzione della pressione fiscale"
intende di dovere "spendere meno" (per esempio se fatta con taglio
dei COSTI del settore pubblico, dalle macchine blu, agli esuberi,
alle false invalidita', alle pensioni d'oro, etc.). Invece TUTTE le
riduzione fino al 2012 erano del tipo: "Ti diminuisco le tasse, ma
dovra' pagare di piu' ...".

Ma sono cosi' tanti gli scemi da votare, indifferenti a queste bidonate,
per decenni, sempre per gli stessi due poli ?

SPQI
AleTV
2013-09-08 19:52:56 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
In realta' il contributo del FIT ricade parimenti sulla famiglia che vive
del contributo sociale come sulla famiglia con Villa e piscina (ed
impianto fotovoltaico ...).
Mah, la famiglia con contributo sociale non consuma i kWh della famiglia con
villa e piscina.
E la bolletta per gli incentivi è carica in base a quanto uno consuma.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se poi osserviamo statisticamente le fasce sociali, l'impianto
fotovoltaico
e' certamente in possesso di contribuenti con redditi medioalti-alti.
Quindi l'inquita fiscale e' doppia.
Si certamente, in questo senso io sarei per rimodulare il prelievo degli
incentivi.
Addirittura, provocando, io farei un 50% a carico dei soli possessori di
impianti incentivati, il resto distribuito su tutti.
10 miliardi di euro l'anno sono TROPPI, veramente TROPPI da far pagare a
tutti, anche se in base ai consumi.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Anzi, in questo modo lo Stato rileva solo la
faccia positivita, il leggero aumento del PIL conseguente alla
fatturazione
delle installazioni degli impianti fotovoltaici e quindi una leggera
limatura del rapporto debito/PIL.
Lo stato incassa anche maggiore IVA visto che questa si paga anche sugli
incentivi essendo caricati in bolletta.
Per lo stato è incasso in più bello secco.
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-09 01:09:54 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Roberto Deboni DMIsr
In realta' il contributo del FIT ricade parimenti sulla famiglia che
vive del contributo sociale come sulla famiglia con Villa e piscina (ed
impianto fotovoltaico ...).
Mah, la famiglia con contributo sociale non consuma i kWh della famiglia
con villa e piscina.
- Scapolo con villa e piscina (ed un uso esteso di soluzione efficienti,
che pero' hanno il vizio di "costare", come lampade al LED, l'ultimo
televisore al Led, etc.), che gli abiti sporchi li porta in lavanderia
(ci pensa la sua serva), mangia spesso fuori casa, etc. e poi ha
tutti gli elettrodomestici in classe A++

- Famiglia con 3 bambini e genitori a carico (tutte lampadine ad
incandescenza, perche' le CFL a 10 Euro sembrano troppo costose,
con 3 lavatrici a settimana, elettrodomestici economici in classe C
o peggio, etc.). Conosco alcune famiglie "popolari"
che sfioravano i 6000 kW*h/anno (la bolletta da 200 Euro cosa crede
che significhi ?)

Vogliamo fare scommesse ?
E poi ci aggiungiamo la ciliegina: lo scapolo ha pure il fotovoltaico.
Post by AleTV
E la bolletta per gli incentivi è carica in base a quanto uno consuma.
Vedi sopra. Non c'e' affatto una relazione tra consumo e reddito,
specialmente sull'elettricita'. Anzi, nella mia esperienza, la gente
"povera" pare piu' incapace a ridurre i consumi elettrici, ad
utilizzare soluzioni piu' efficienti, perche' cio' richiede un
"investimento".

Come amministratore di condominio in case in edilizia popolare ho
visto uno spaccato di societa' molto piu' vario di quello che
molti normalmente vedono.

...snip...
Post by AleTV
Post by Roberto Deboni DMIsr
Anzi, in questo modo lo Stato rileva solo la faccia positivita, il
leggero aumento del PIL conseguente alla fatturazione
delle installazioni degli impianti fotovoltaici e quindi una leggera
limatura del rapporto debito/PIL.
Lo stato incassa anche maggiore IVA visto che questa si paga anche sugli
incentivi essendo caricati in bolletta. Per lo stato è incasso in più
bello secco.
Gia', mi ero dimenticato, a regime ha pure questo maggiore introito.
Su 10 miliardi sono un altro miliardo. Non male.
Fatal_Error
2013-09-08 19:30:03 UTC
Permalink
Post by AleTV
questa e' la vera origine del repentino precipitare della devastante
crisi Italiana!
Ma per piacere, dai.
Pesano molto ma molto di più le decine di miliardi di debito che le PA
hanno verso le aziende italiane
Certo, ma come mai lo Stato non le paga piu' le aziende Italiane? Perche'
gli interessi dei nostri titoli di Stato sono improvvisamente andati alle
stelle! E come mai sono andati alle (cinque?) stelle? Perche' abbiamo perso
la fiducia degli investitori stranieri! E come mai abbiamo perso
improvvisamente la loro fiducia? Perche', come dei veri DEMENTI, unici al
mondo siamo usciti per la seconda volta dal nucleare, ci siamo messi a
sperperare decine di miliardi di Euro in panzane green importate dalla Cina
per oltre 200 miliardi di Euro e a sputtanare il NOSTRO Presidente del
Consiglio a livello mondiale con persecuzioni giudiziarie sul suo privato,
il tutto durante una crisi economica mondiale! Li compreresti tu i titoli di
Stato di un paese di dementi simili? I miei amici stranieri non di certo...
Post by AleTV
e l'esagerata burocrazia che abbiamo
Frutto dello statalismo marxista che ha imperato in Italia, certo ad esempio
in California certi problemi non li hanno, te lo garantisco avendoci
vissuto!
Post by AleTV
poche regole e molti ma molti più controlli con pena certa e determinata
in tempi brevi (il saldo sarebbe praticamente zero a livello di costo per
lo stato
Vero, ma non servono "molti controlli", devi in primis avere una tassazione
equa e sostenibile, NON puoi pretendere il 70% dei proventi di una bottega
artigiana per finanziare parassiti e burocrati nullafacenti, per poi
lasciare l'artigiano a suicidarsi quando le cose vanno male, evaderebbe
anche Gandhi! Per restare in tema, vedi California, le tasse sono basse, gli
evasori sono una rarita' e quei pochi rischiano grosso (lavori forzati),
controlli pochi e non esiste manco lo scontrino, basta un "finanziere" di
quartiere con GLI OCCHI APERTI e tutti rigano dritto. Un vecchio aneddoto,
quando arrivai a Los Angeles provai a telefonare a casa, c'erano i telefoni
pubblici ma funzionavano con "strane" carte con mille promozioni, mai viste
in Italia, provai allora con gli spiccioli che avevo in tasca, inserii un
paio di Dollari, sollevai la cornetta ed un'operatrice gentilissima e
poliglotta mi guido', telefonai per circa 10 minuti SENZA aggiungere monete
e pensai: "strano, mi avevano detto che costava tanto telefonare...", alla
fine della telefonata, l'operatrice gentilmente mi disse: "bene, ORA
inserisca 6,5 Dollari nell'apposita fessura". Un brivido, mi guardai
intorno, ero sorvegliato? Ma no, come avrebbero potuto... Potevo andarmene,
certo, in Italia quasi tutti lo avrebbero fatto, ma qui era un REATO, qui
non scherzano... Tirai fuori i soldi e li inserii nella fessura, salutai
l'operatrice e cominciai a capire come funziona una democrazia liberale.
Post by AleTV
quello che risparmi tagliando in iper-burocratizzazione lo devi investire
in maggiori e migliori controlli e in una giustizia che possa operare con
maggiori risorse
Figuriamoci, tutto quello che e' statale, giustizia compresa, si trasforma
immediatamente in burocrazia, inefficienza, corruzione e parassitismo, la
STORIA insegna!
Post by AleTV
ma almeno il resto della popolazione che rispetta le regole ha maggiori
possibilità di far girar l'economia senza dover sostenere tempi/costi
esagerati per motivi appunto burocratici).
Tolti gli imprenditori e le persone capaci che con i tuoi sistemi fai
scappare a gambe levate, tipo Allende in Cile, gli ex burocrati, impiegati e
operai che rimangono non fanno "girare" un bel fico secco; morale: miseria e
fallimento assicurato, Pinochet in agguato! Cosi' hai anche la rima e sei
contento...
AleTV
2013-09-08 19:48:08 UTC
Permalink
a sputtanare il NOSTRO Presidente del Consiglio a livello mondiale con
persecuzioni giudiziarie sul suo privato,
Ma manco per sogno, il silvio si è sputtanato da solo pretentendo di
rivestire una carica istituzionale così elevata e degna solo di persone che
nel loro privato non fanno quel che vogliono solo perché hanno soldi. Non
sarebbe manco adatto ad essere un leader di partito, ma gli italiani sono
idioti, pazienza.
il tutto durante una crisi economica mondiale! Li compreresti tu i titoli
di Stato di un paese di dementi simili? I miei amici stranieri non di
certo...
Io ne ho comprati in piena crisi e i tassi erano elevati, infatti mi hanno
reso...
Vero, ma non servono "molti controlli", devi in primis avere una
tassazione equa e sostenibile, NON puoi pretendere il 70% dei proventi di
una bottega artigiana per finanziare parassiti e burocrati nullafacenti,
per poi lasciare l'artigiano a suicidarsi quando le cose vanno male,
evaderebbe anche Gandhi!
Si parlava dell'italia, per invertire la marcia e serve deburocratizzare
pesantemente e per forza investire in più controlli, altrimenti l'unica cosa
che ottiene è solo una maggiore evasione fiscale.
Tolti gli imprenditori e le persone capaci che con i tuoi sistemi fai
scappare a gambe levate, tipo Allende in Cile, gli ex burocrati, impiegati
miseria e fallimento assicurato, Pinochet in agguato! Cosi' hai anche la
rima e sei contento...
Non esiste che in italia il 10% dellla popolazione possa avere il 50% della
ricchiezza.
Parti da li.
Si deve partire sempre dall'alto, altrimenti escono fuori solo guerre
civili.
Fatal_Error
2013-09-08 21:15:44 UTC
Permalink
a sputtanare il NOSTRO Presidente del Consiglio a livello mondiale con
persecuzioni giudiziarie sul suo privato,
Ma manco per sogno, il silvio si è sputtanato da solo...
Da solo? Dai, fammi un solo esempio di sputtanamento che non sia arrivato da
intercettazioni a tappeto o procedimenti giudiziari finiti nel nulla.
e degna solo di persone che nel loro privato non fanno quel che vogliono
solo perché hanno soldi.
No, le persone nel loro privato fanno quello che vogliono, visto che quello
e' il loro PRIVATO! Ti piacerebbe se ti filmassero dalla finestra mentre ti
fai le pippe guardando un pornazzo e lo divulgassero su Youtube? Si,
probabilmente ti licenzierebbero e non troveresti piu' una donna manco a
pagarla, ma in fondo non eri "degno", ti sei sputtanato "da solo"...
il tutto durante una crisi economica mondiale! Li compreresti tu i titoli
di Stato di un paese di dementi simili? I miei amici stranieri non di
certo...
Io ne ho comprati in piena crisi e i tassi erano elevati, infatti mi hanno
reso...
LOL, li hai comprati con i tassi elevati, ovvero hai speculato sulla rovina
del nostro paese, come hanno fatto molto investitori stranieri.
Vero, ma non servono "molti controlli", devi in primis avere una
tassazione equa e sostenibile, NON puoi pretendere il 70% dei proventi di
una bottega artigiana per finanziare parassiti e burocrati nullafacenti,
per poi lasciare l'artigiano a suicidarsi quando le cose vanno male,
evaderebbe anche Gandhi!
Si parlava dell'italia, per invertire la marcia e serve deburocratizzare
pesantemente e per forza investire in più controlli, altrimenti l'unica
cosa che ottiene è solo una maggiore evasione fiscale.
No, si devono diminuire le SPESE, fine dei diritti acquisiti, fuori dalle
palle i parassiti nullafacenti, ecc. ecc. Non certo creare uno stato di
polizia tributaria, fai fuggire tutti all'estero e fallisci, fine!
Non esiste che in italia il 10% dellla popolazione possa avere il 50%
della ricchiezza.
Esiste eccome, perche' non dovrebbe esistere, perche' lo dici tu? Anche se
l'1% avesse il 99% della ricchezza, non me ne fregherebbe nulla, se quell'1%
rimanente basta a garantire alla popolazione una vita serena ed un diffuso
benessere. Infinitamente meglio di avere tutto (in teoria) equamente diviso,
per poi non avere manco da mangiare e vivere dentro una gabbia o finire in
un Gulag perche' omosessuale, stile URSS o paesi comunisti in generale.
Si deve partire sempre dall'alto, altrimenti escono fuori solo guerre
civili.
Le guerre civili nascono quando la gente ha poco ed e' ignorante o quando e'
strumentalizzata da ideologie di morte come il marxismo, non certo quando
qualcuno ha di piu' ma gli altri stanno bene.
AleTV
2013-09-09 18:21:24 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Da solo? Dai, fammi un solo esempio di sputtanamento che non sia arrivato
da intercettazioni a tappeto o procedimenti giudiziari finiti nel nulla.
Ah si, tu sei quello che ritiene che le prescrizioni siano assoluzioni,
vero.
E pure i giochetti che stanno sotto i falsi in bilancio che non sono più
reati dopo la sua investitura in politca.
Ops.
Post by Fatal_Error
No, le persone nel loro privato fanno quello che vogliono, visto che
quello e' il loro PRIVATO!
Non le persone che ricoprono cariche istituzionali importanti, il tipo li è
stato la stato la terza carica dello stato per un po.
Mi spiace, non fai quello che ti pare se ricopri quelli posizioni.
E se non ti va fai a meno di importi per arrivarci.
Post by Fatal_Error
Ti piacerebbe se ti filmassero dalla finestra mentre ti fai le pippe
guardando un pornazzo e lo divulgassero su Youtube? Si, probabilmente ti
licenzierebbero e non troveresti piu' una donna manco a pagarla, ma in
fondo non eri "degno", ti sei sputtanato "da solo"...
Eh beh, proprio quello che per cui è ancora indagato il silvio, senza
considerare il resto per cui invece è stato condannato.
Complimenti per i paragoni ad minchiam.
E in ogni caso, sorbole, non sono mai stato presidente del consiglio.
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Io ne ho comprati in piena crisi e i tassi erano elevati, infatti mi
hanno reso...
LOL, li hai comprati con i tassi elevati, ovvero hai speculato sulla
rovina del nostro paese, come hanno fatto molto investitori stranieri.
E tu pensa che pensavo che aumentare la % di titoli in mano agli italiani
fosse un modo per evitare le speculazioni internazionali e ci permettesse
quindi una maggiore stabilità.
Post by Fatal_Error
No, si devono diminuire le SPESE, fine dei diritti acquisiti, fuori dalle
palle i parassiti nullafacenti, ecc. ecc.
E in questo senso il tuo pdl è stato bravissimo negli ultimi 20 anni.
Post by Fatal_Error
Non certo creare uno stato di polizia tributaria, fai fuggire tutti
all'estero e fallisci, fine!
Ok teniamoci allora i 100 miliardi di evasione fiscale, anzi, ringraziamo
pure che esistano perché permettono all'economia di girare.
Ma per favore.
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Non esiste che in italia il 10% dellla popolazione possa avere il 50%
della ricchiezza.
Esiste eccome, perche' non dovrebbe esistere, perche' lo dici tu?
Buon senso?
Post by Fatal_Error
Anche se l'1% avesse il 99% della ricchezza, non me ne fregherebbe nulla,
se quell'1% rimanente basta a garantire alla popolazione una vita serena
ed un diffuso benessere.
Se... :-DDDDDD
E se invece del 10% fosse il 50% a tenere il 50% della ricchezza non
sarebbe ancora meglio per avere una popolazione con vita serena e un diffuso
benessere?
Cosa ti spinge ad ipottizare una forbice ancora più ampia invece del
contrario?
Post by Fatal_Error
Infinitamente meglio di avere tutto (in teoria) equamente diviso, per poi
non avere manco da mangiare e vivere dentro una gabbia o finire in un
Gulag perche' omosessuale, stile URSS o paesi comunisti in generale.
Salti da un estremo ad un altro?
Post by Fatal_Error
Le guerre civili nascono quando la gente ha poco ed e' ignorante o quando
e' strumentalizzata da ideologie di morte come il marxismo, non certo
quando qualcuno ha di piu' ma gli altri stanno bene.
Sono un 5 anni che siamo in crisi crisi. Mi dettagli in questi 5 anni come
la forbice di cui parli si sia ristretta ancora di più rendendo evidente
quanto la tua idea a livello di nazione sia una fesseria? Perché durante la
crisi i poveri sono aumentati e chi era ricco ricco ha aumentato la propria
ricchezza? Ah si, vero, perché quel 10% è gente che sa come muoversi e come
arricchirsi sulle spalle degli altri che vengono usati per aumentare la loro
ricchezza.
VERO.
Soviet_Mario
2013-09-10 09:06:06 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Da solo? Dai, fammi un solo esempio di sputtanamento che
non sia arrivato da intercettazioni a tappeto o
procedimenti giudiziari finiti nel nulla.
Ah si, tu sei quello che ritiene che le prescrizioni siano
assoluzioni, vero.
non solo, anche depenalizzazioni (retroattive, quelle si che
sono costituzionali, estinguendo reati già fatti nel
passato), indulti, amnistie, scudi, lodi e condoni tombali.
Tutta roba candida e fresca quanto le vere assoluzioni.
Post by AleTV
E pure i giochetti che stanno sotto i falsi in bilancio che
non sono più reati dopo la sua investitura in politca.
Ops.
Post by Fatal_Error
No, le persone nel loro privato fanno quello che vogliono,
visto che quello e' il loro PRIVATO!
Non le persone che ricoprono cariche istituzionali
importanti, il tipo li è stato la stato la terza carica
dello stato per un po.
il politico non ha una sfera privata, o cmq ha un'estensione
a fisarmonica, che si comprime ad ogni occorrente
avanzamento di quella pubblica, che prevale. Fa parte della
coerenza tra il predicare e il razzolare.
Post by AleTV
Mi spiace, non fai quello che ti pare se ricopri quelli
posizioni.
E se non ti va fai a meno di importi per arrivarci.
Post by Fatal_Error
Ti piacerebbe se ti filmassero dalla finestra mentre ti
fai le pippe guardando un pornazzo e lo divulgassero su
Youtube? Si, probabilmente ti licenzierebbero e non
troveresti piu' una donna manco a pagarla, ma in fondo non
eri "degno", ti sei sputtanato "da solo"...
Eh beh, proprio quello che per cui è ancora indagato il
silvio, senza considerare il resto per cui invece è stato
condannato.
Complimenti per i paragoni ad minchiam.
ma tu sei un pubblico amministratore che va predicando i
valori della famiglia a un convegno ciellino, o sei uno che
si fa i cazzi suoi 24/24 ? Perché nel secondo caso non sei
tenuto a rendere conto a nessun elettore / cittadino
amministrato
Post by AleTV
E in ogni caso, sorbole, non sono mai stato presidente del
consiglio.
penso che valga lo stesso per un sindaco, in funzione delle
sue posizioni dichiarate sui temi in oggetto. Il diritto a
fustigare scatta all'evidenziarsi di menzogna e incoerenza.
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Io ne ho comprati in piena crisi e i tassi erano elevati,
infatti mi hanno reso...
LOL, li hai comprati con i tassi elevati, ovvero hai
speculato sulla rovina del nostro paese, come hanno fatto
molto investitori stranieri.
E tu pensa che pensavo che aumentare la % di titoli in mano
agli italiani fosse un modo per evitare le speculazioni
internazionali e ci permettesse quindi una maggiore stabilità.
un po' come il debito giapponese, che pur essendo stellare
(il più alto al mondo, mi pare anche come valore assoluto)
non è particolarmente fonte di ansia sui mercati essendo
detenuto per parte grandissima da giapponesi. Lo stato è
ostaggio solo della fiducia dei propri cittadini in
sostanza, e sono affari interni. All'estremo opposto c'è il
debito US, che avendo sempre esercitato il fascino di bene
rifugio sicuro dappertutto, è prevalentemente in mani
straniere, e mi pare che due singoli paesi, cina e giappone,
ne detengano da soli ciascuno quote imponenti.
Ora gli US sono troppo grandi per essere attaccati in
maniera speculativa, e quindi questa intercorrelazione imho
è stabilizzante, perché accomuna in certa misura gli
interessi US con quelli dell'estremo oriente, e penso che
sia un argine contro politiche eccessivamente ostili di
ambedue, perché nessuno ha interesse che l'altro fallisca.
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
No, si devono diminuire le SPESE, fine dei diritti
acquisiti, fuori dalle palle i parassiti nullafacenti,
ecc. ecc.
E in questo senso il tuo pdl è stato bravissimo negli ultimi
20 anni.
beh, in quanto paladini di evasori, datori di lavoro nero e
possessori di immobili di lusso e yacht praticamente
esentasse ... l'equilibrio tra contribuzione e fruizione dei
servizi pubblici è completamente sballato. Senza contare i
danni diretti allo stato da concessioni di servizi
autoconferite a prezzi stracciati.
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Non certo creare uno stato di polizia tributaria, fai
fuggire tutti all'estero e fallisci, fine!
come no, infatti all'estero con gli evasori sono indulgenti
e di manica larga.
Gli esteri ci disertano perché da noi vige il sistema
tangenti, è fisiologico no ? E' stato detto nel vendere
elicotteri all'india, che il sistema è quello.
Ovviamente non è il sistema del mondo avanzato.
E vige la burocrazia dei tempi biblici e delle competenze
incerte o sovrapposte, il sistema del pagare il pizzo alla
mafia locale (e spesso con la stessa tangente ci paghi sia
mafioso che politico ... essendo la medesima persona, a meno
di intermediatori)
Post by AleTV
Ok teniamoci allora i 100 miliardi di evasione fiscale,
120 forse
Post by AleTV
anzi, ringraziamo pure che esistano perché permettono
all'economia di girare.
gira la loro, succhiano risorse a quegli altri che non
possono evadere e devono pagare l'ammanco di gettito.
Post by AleTV
Ma per favore.
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Non esiste che in italia il 10% dellla popolazione possa
avere il 50% della ricchiezza.
Esiste eccome, perche' non dovrebbe esistere, perche' lo
dici tu?
Buon senso?
equità. Per i più è un valore condivisibile.
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Anche se l'1% avesse il 99% della ricchezza, non me ne
fregherebbe nulla, se quell'1% rimanente basta a garantire
alla popolazione una vita serena ed un diffuso benessere.
probabilmente a quell'99% fregherebbe eccome.
Post by AleTV
Se... :-DDDDDD
E se invece del 10% fosse il 50% a tenere il 50% della
ricchezza non sarebbe ancora meglio per avere una
popolazione con vita serena e un diffuso benessere?
Cosa ti spinge ad ipottizare una forbice ancora più ampia
invece del contrario?
che lui fa parte di quell'1%. Dicesi individualismo. La
scuola Thathceriana si è diffusa molto
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Infinitamente meglio di avere tutto (in teoria) equamente
diviso, per poi non avere manco da mangiare e vivere
dentro una gabbia o finire in un Gulag perche'
omosessuale, stile URSS o paesi comunisti in generale.
Salti da un estremo ad un altro ?
si assume assiomaticamente che una distribuzione meno iniqua
equivalga ipso facto ad una riduzione della quantità totale.
Ovviamente ciò è indimostrato, inoltre si possono ipotizzare
distribuzioni che, pur a fronte di una riduzione non
eccessiva della quantità assoluta totale, abbiano una minore
percentuale di indigenti (oltre alla mancanza dei super
miliardari).
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Le guerre civili nascono quando la gente ha poco ed e'
ignorante o quando e' strumentalizzata da ideologie di
morte come il marxismo, non certo quando qualcuno ha di
piu' ma gli altri stanno bene.
Sono un 5 anni che siamo in crisi crisi.
siamo in crisi "conclamata" sin dai primissimi anni 90.
Appena ci si è resi conto che anche l'espansione precedente
era una crisi mascherata, costruita esclusivamente
sull'espansione di debito incontrollata e quindi indebitando
NOI OGGI. Thanks Craxi ... ed il tuo degno erede.
Post by AleTV
Mi dettagli in
questi 5 anni come la forbice di cui parli si sia ristretta
ancora di più rendendo evidente quanto la tua idea a livello
di nazione sia una fesseria? Perché durante la crisi i
poveri sono aumentati e chi era ricco ricco ha aumentato la
propria ricchezza? Ah si, vero, perché quel 10% è gente che
sa come muoversi e come arricchirsi sulle spalle degli altri
che vengono usati per aumentare la loro ricchezza.
VERO.
nelle fasi di alta stabilità, le disegualianze non tendono
ad aumentare. In quelle di forte volatilità, chi ha
capitali, normalmente riesce a fagocitare tutto quanto sta
per fallire o fallisce. E' la strategia del buy-back : si
ricompra quando conviene, mentre tutto va a rotoli e c'è chi
deve fare prezzi stracciati per smobilizzare beni e
tamponare coi creditori.
Le famiglie che non hanno liquidi per comprare un frigo
scelgono la rateizzazione, fanno un finanziamento, e con TAN
e TAEG diversi da zero, arricchiscono chi presta i soldi. La
banca ti fa un mutuo, tu fallisci e si prende la casa, ma
ovviamente mica ti restituisce tutte le rate già pagate,
ergo ha di fatto guadagnato i versamenti, e ha un immobile,
che magari vale poco al momento, ma non è un problema per
chi non deve realizzare su due piedi. Tanto le banche non
vengono lasciate fallire. Quando vanno a bagno, tipo MPS,
copre lo stato. Ma guai a nazionalizzarle ! I profitti
devono restare privati, solo i debiti vanno socializzati
--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
Fatal_Error
2013-09-16 22:52:21 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Da solo? Dai, fammi un solo esempio di sputtanamento che
non sia arrivato da intercettazioni a tappeto o
procedimenti giudiziari finiti nel nulla.
Ah si, tu sei quello che ritiene che le prescrizioni siano
assoluzioni, vero.
Di piu', la prescrizione ESTINGUE il reato, se il presunto reato era stato
compiuto o meno non si sapra' mai, fine, end, stop! Una sentenza puo' essere
sbagliata, ma se la magistratura per sua inefficienza non riesce nemmeno ad
arrivare a quella sentenza o come spesso succede nemmeno ad un processo nei
tempi previsti DALLA LEGGE, quell'eventuale reato NON ESISTE, non e' mai
esistito, altro che assoluzione! Trasformare l'inefficienza della
magistratura in condanna e' un'abominio che solo un marxista filo-Sovietico
alla Soviet puo' sostenere e propalare, naturalmente a senso unico! In
Italia una percentuale abnorme di reati cade in prescrizione, se conti i
procedimenti a cui e' stato sottoposto Berlusconi e le prescrizioni
relative, scopri che Berlusconi non solo non ha approfittato della
prescrizione, ma e' nettamente SOTTO LA MEDIA, ha avuto molte meno
prescrizioni di quante in media si hanno nei processi in Italia! Sarebbe
invece interessante avere un'opinione marxista su casi di prescrizione tipo
questa:
http://www.giornalettismo.com/archives/950227/il-trucco-di-penati-sulla-prescrizione/
non solo, anche depenalizzazioni (retroattive, quelle si che sono
costituzionali, estinguendo reati già fatti nel passato), indulti,
amnistie, scudi, lodi e condoni tombali.
LOL, certo che sono costituzionali le depenalizzazioni dei reati, le leggi
le fa IL PARLAMENTO, specie se """reati""" assurdi come quello del falso in
bilancio per un euro su un miliardo di Euro, che rende ogni imprenditore
perseguibile da una magistratura politicizzata. Riguardo al resto, se uno e'
sottoposto a QUARANTATRE' procedimenti giudiziari in vent'anni, e' certo che
si becca almeno un'amnistia o un condono (lodi, scudi non c'entrano un caxxo
e li ha aggiunti Soviet per fare disinformazione, ovviamente), e sai
perche'? Perche' le amnistie sono un fatto inevitabile e periodico in tutti
gli stati civili, basta guarda le amnistie/indulti in Italia dal 1942 ad
oggi e diventa EVIDENTE che erano frequentissime e sono stranamente cessate
"ad personam" da quando la magistratura perseguita Berlusconi:
http://it.wikipedia.org/wiki/Amnistia

Regio decreto 17 ottobre 1942, n. 1156. Concessione di amnistia e indulto
Regio decreto 5 aprile 1944, n. 96. Amnistia e indulto per reati comuni,
militari e annonari
Decreto Luogotenente 26 ottobre 1944, n. 17. Concessione di amnistia e
indulto per reati in materia finanziaria
Decreto Lgt. 8 giugno 1945. Applicazione degli articoli 1 e 2 del Regio
Decreto 5 aprile 1944, n. 96, nei territori liberati dopo il 4 aprile 1944
Decreto Lgt. 17 novembre 1945, n. 719. Amnistia per reati politici
antifascisti.
Decreto Lgt. 29 marzo 1946, n. 132. Amnistia e condono per reati militari
Decreto Presidenziale 22 giugno 1946, n. 4. Amnistia e indulto per reati
comuni, politici e militari; fu detto amnistia Togliatti
Decreto Presidenziale 27 giugno 1946, n. 25. Amnistia per reati finanziari
Decreto legislativo 18 gennaio 1947, n. 244. Estensione dell'amnistia,
dell'indulto e della grazia ai condannati in territori attualmente sottratti
all'Amministrazione italiana
Decreto C.P.S. 1º marzo 1947, n. 92. Amnistia e indulto per reati militari
in occasione del giuramento alla Repubblica delle Forze Armate
Decreto C.P.S. 8 maggio 1947, n. 460. Amnistia e indulto per reati riguardo
ai quali vi è stata una sospensione del procedimento o della esecuzione per
causa di guerra
Decreto C.P.S. 25 giugno 1947, n. 513. Amnistia e indulto per reati commessi
in relazione con vertenze agrarie
Decreto Presidente della Repubblica 9 febbraio 1948, n. 138. Amnistia per
reati finanziari
D.P.R. 28 febbraio 1948, n. 138. Amnistia per reati finanziari
D.P.R. 27 dicembre 1948, n. 1464. Concessione di amnistia e indulto in
materia di detenzione abusiva di armi
D.P.R. 26 agosto 1949, n. 602. Concessione di amnistia e indulto per reati
elettorali
D.P.R. 23 dicembre 1949, n. 929. Concessione di amnistia e condono in
materia annonaria
D.P.R. 19 dicembre 1953, n. 922. Concessione di amnistia e indulto per reati
comuni, politici e militari; fu detto amnistia Azara
D.P.R. 11 luglio 1959, n. 460. Concessione di amnistia e indulto
D.P.R. 24 gennaio 1963, n. 5. Concessione di amnistia e indulto
D.P.R. 4 giugno 1966, n. 332. Concessione di amnistia e indulto per reati
con pena reclusiva fino a 3 anni
D.P.R. 25 ottobre 1968, n. 1084. Concessione di amnistia e indulto
D.P.R. 22 maggio 1970, n. 283. Concessione di amnistia e indulto per reati
in ambito di manifestazioni, con pena fino a 5 anni
D.P.R. 22 dicembre 1973, n. 834. Concessione di amnistia in materia di reati
finanziari
D.P.R. 4 agosto 1978, n. 413. Concessione di amnistia e indulto per reati
con pena reclusiva fino a 3 anni, con eccezioni
D.P.R. 18 dicembre 1981, n. 744. Concessione di amnistia e indulto per reati
con pena reclusiva fino a 3 anni, con eccezioni
D.P.R. 9 agosto 1982, n. 525. Concessione di amnistia per reati tributari
D.P.R. 22 febbraio 1983, n. 43. Concessione di amnistia per reati tributari
D.P.R. 16 dicembre 1986, n. 865. Concessione di amnistia e indulto
D.P.R. 12 aprile 1990, n. 75. Concessione di amnistia per reati con pena
reclusiva fino a 4 anni, non finanziari.

Capito ora perche' i Radicali vogliono il referendum?
Tutta roba candida e fresca quanto le vere assoluzioni.
Svegliatevi prima di finire come la Corea del Nord, la Siria, l'Iraq o
l'URSS, se la magistratura riesce ad eliminare Berlusconi dalla scena
politica, la Democrazia in Italia e' FINITA, ogni altro politico sara' nelle
mani del magistrato di turno!
Post by AleTV
E pure i giochetti che stanno sotto i falsi in bilancio che
non sono più reati dopo la sua investitura in politca.
Ops.
Mai legge fu piu' sensata, i falsi in bilancio infatti RESTANO reati, ma non
i """falsi""" di 1 Euro su un bilancio di un miliardo di Euro come
funzionava prima, dando il potere a magistrati politicizzati di perseguitare
un qualsiasi imprenditore, visto che e' impossibile non fare """falsi""" di
questo genere!
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
No, le persone nel loro privato fanno quello che vogliono,
visto che quello e' il loro PRIVATO!
Non le persone che ricoprono cariche istituzionali
importanti, il tipo li è stato la stato la terza carica
dello stato per un po.
FALSO, il privato e' privato per tutti, non esiste un "privato" di serie C
ed uno di serie A in Italia, solo in URSS e nei paesi comunisti
funzionava/funziona in questo modo, ma li il "privato" non esiste per i
comuni cittadini, esiste solo per gli oligarchi al potere. Vedi STASI nella
DDR per farti un'idea del privato marxista...
il politico non ha una sfera privata, o cmq ha un'estensione a
fisarmonica, che si comprime ad ogni occorrente avanzamento di quella
pubblica, che prevale. Fa parte della coerenza tra il predicare e il
razzolare.
Si, per le leggi che si fa il Soviet, le leggi Italiane sono un pochino
diverse, a cominciare dalla COSTITUZIONE!
Post by AleTV
Mi spiace, non fai quello che ti pare se ricopri quelli
posizioni.
In privato a casa mia? Certo che faccio quello che mi pare, devo essere
spiato in bagno? Forse dobbiamo tutti guardare i filmati dei rapporti
sessuali ad esempio di Vendola a casa sua su RAI 3? ROTFL
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
LOL, li hai comprati con i tassi elevati, ovvero hai
speculato sulla rovina del nostro paese, come hanno fatto
molto investitori stranieri.
E tu pensa che pensavo che aumentare la % di titoli in mano
agli italiani fosse un modo per evitare le speculazioni
internazionali e ci permettesse quindi una maggiore stabilità.
LOL, se speculi tu diventa un bene per l'Italia... Incredibili sti marxisti!
un po' come il debito giapponese, che pur essendo stellare (il più alto al
mondo, mi pare anche come valore assoluto) non è particolarmente fonte di
ansia sui mercati essendo detenuto per parte grandissima da giapponesi.
Gia', ma a tassi bassissimi, visto che i Giapponesi NON speculano sul
fallimento dello Stato come fai tu comprando a tassi stellari, li comprano
PRIMA, non dopo.
Gli esteri ci disertano perché da noi vige il sistema tangenti, è
fisiologico no ? E' stato detto nel vendere elicotteri all'india, che il
sistema è quello.
Gli esteri ci disertano perche' in Italia ci sono troppi marxisti come te,
perche' non funziona la magistratura, perche' non puoi licenziare gli
incapaci/parassiti, perche' la mano d'opera costa carissima, perche' i
servizi costano carissimi, perche' l'energia costa carissima, perche' le
tasse costano carissime, perche' la burocrazia costa carissima, perche'
mancano le infrastrutture, perche' manca IL MERCATO, ecc. ecc. Delle
tangenti agli "esteri" non gliene puo' fregar di meno, in un paese senza i
problemi di cui sopra le tangenti proprio non servono.
E vige la burocrazia dei tempi biblici e delle competenze incerte o
sovrapposte, il sistema del pagare il pizzo alla mafia locale (e spesso
con la stessa tangente ci paghi sia mafioso che politico ... essendo la
medesima persona, a meno di intermediatori)
Burocrazia=stato padrone, stato padrone=marxismo, nei paesi liberali la
burocrazia di cui parli non esiste, mentre in URSS o nella DDR tutto era
burocrazia, la burocrazia era la casta dominante, come in tutti i paesi
marxisti o contaminati dal marxismo come l'Italia.
Post by AleTV
E se invece del 10% fosse il 50% a tenere il 50% della
ricchezza non sarebbe ancora meglio per avere una
popolazione con vita serena e un diffuso benessere?
Peccato che NON esiste e non e' mai esistito un sistema del genere, men che
mai marxista, tutti quelli che ci hanno provato, 46 paesi su 46, sono
miseramente FALLITI, con oltre 100 milioni di morti ammazzati, miseria
diffusa e stermini per fame, altro che "diffuso benessere", le tue sono pure
pippe mentali.
Post by AleTV
Cosa ti spinge ad ipottizare una forbice ancora più ampia
invece del contrario?
Io credo nella spontanea armonizzazione, come accade in natura, i lupi
mangiano i topi, ma questo non ha certo provocato l'estinzione o
l'infelicita' dei topi, anzi. I poveri possono diventare ricchi e viceversa
in un paese liberale, la tensione fra i due poli crea la borghesia ed il
benessere diffuso, mentre in un paese marxista devi fare i muri di Berlino
per imprigionare la popolazione in una eterna miseria senza speranza di
riscatto.
che lui fa parte di quell'1%. Dicesi individualismo.
Non c'entra un caxxo l'individualismo, c'entra quello che funziona e quello
che non funziona, che il marxismo NON funziona e' un fatto scientifico, a
meno che ritieni scientifico tentare per la quarantasettesima volta lo
stesso esperimento dopo 46 fallimenti su 46 tentativi, con una probabilita'
di circa una su settantamila miliardi di avere "benessere diffuso" e,
viceversa, di settantamila miliardi a uno di avere miseria, oppressione,
morte e disperazione.
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Infinitamente meglio di avere tutto (in teoria) equamente
diviso, per poi non avere manco da mangiare e vivere
dentro una gabbia o finire in un Gulag perche'
omosessuale, stile URSS o paesi comunisti in generale.
Salti da un estremo ad un altro ?
NO, tutti i 46 paesi marxisti sono finiti in quel modo, vedi oggi Cina,
Corea del Nord e Siria... Lo sapevi almeno che anche la Siria e' un paese
marxista come lo era l'Iraq di Saddam o la Libia di Gheddafi, vero?
si assume assiomaticamente che una distribuzione meno iniqua equivalga
ipso facto ad una riduzione della quantità totale.
Ovviamente ciò è indimostrato, inoltre si possono ipotizzare distribuzioni
che, pur a fronte di una riduzione non eccessiva della quantità assoluta
totale, abbiano una minore percentuale di indigenti (oltre alla mancanza
dei super miliardari).
Fallimento assicurato, se vuoi la linea "morbida" vedi Cile con
Allende->Pinochet, ma i casi sono 46 su 46, vuoi l'elenco?

Basta dai, sono tornato dalle ferie e per il primo giorno direi che basta...
AleTV
2013-09-21 10:00:59 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Di piu', la prescrizione ESTINGUE il reato, se il presunto reato era stato
compiuto o meno non si sapra' mai, fine, end, stop!
Scusa, STOP UN CAZZO. Se parli come fa quell'opportunisca del berlusca come
minimo la tiri avanti fin tanto che non dimostri la tua innocenza, non
invece che la tiri avanti fin tanto che riesci a cascare nella prescrizione.
Post by Fatal_Error
Una sentenza puo' essere sbagliata, ma se la magistratura per sua
inefficienza non riesce nemmeno ad arrivare a quella sentenza o come
spesso succede nemmeno ad un processo nei tempi previsti DALLA LEGGE,
quell'eventuale reato NON ESISTE, non e' mai esistito, altro che
assoluzione! Trasformare l'inefficienza della magistratura in condanna e'
un'abominio che solo un marxista filo-Sovietico alla Soviet puo' sostenere
e propalare, naturalmente a senso unico!
Ma vatti a nascondere.
Te e quell'altro con i vostri amici, la decenza non sapete manco cosa sia.
E quell'altro è stato pure presidente del consiglio.
Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, vero.
Avete contribuito a rovinare il senso di decenza che dipinge all'estero la
figura dell'italiano medio.
Post by Fatal_Error
In Italia una percentuale abnorme di reati cade in prescrizione, se conti
i procedimenti a cui e' stato sottoposto Berlusconi e le prescrizioni
relative, scopri che Berlusconi non solo non ha approfittato della
prescrizione, ma e' nettamente SOTTO LA MEDIA,
WOW!!!!!!! SCOPRIAMO CHE IL L'EX PDC E' SOTTO LA MEDIA PER I PROCEDIMENTI
PENALI A SUO CARICO!!!!
FANTASTICO!!!!! NE SIAMO ORGOGLIOSI!!!!
Post by Fatal_Error
Basta dai, sono tornato dalle ferie e per il primo giorno direi che basta...
Manco capaci a tenere in piedi un movimento politico senza il solito capo
del menga, evidentemente conviene tirare avanti fin che si può, deve
convenire parecchio economicamente a molti.
Vero, sacrosanto, la media dell'italiano doc è il CAZZARO.
Soviet_Mario
2013-09-21 13:09:11 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Di piu', la prescrizione ESTINGUE il reato, se il presunto
reato era stato compiuto o meno non si sapra' mai, fine,
end, stop!
Scusa, STOP UN CAZZO.
quoto l'UN CAZZO.
La realtà prescinde dall'essere stata misurata. Il reato,
nel senso del fatto compiuto, esiste o non esiste a
prescindere da qualcuno a verbalizzarlo
Post by AleTV
Se parli come fa quell'opportunisca
del berlusca come minimo la tiri avanti fin tanto che non
dimostri la tua innocenza, non invece che la tiri avanti fin
tanto che riesci a cascare nella prescrizione.
Post by Fatal_Error
Una sentenza puo' essere sbagliata, ma se la magistratura
per sua inefficienza non riesce nemmeno ad arrivare a
e quando invece non riesce per colpa altrui ?
Se invece della SUA inefficienza (rimarco che non si
autofinanzia), è la volontà politica ad intralciare i
processi ? A ridurre l'autonomia inquirente, ad ostacolare
le intercettazioni, le indagini, a ostacolare da un lato
l'iter del processo intralciando SELETTIVAMENTE l'accusa
(con procedure di audizione dei testimoni e di presentazione
delle prove da delirio), a creare paradossali meccanismi in
cui un potente AUTOCERTIFICA un ILLEGITTIMO impedimento da
sé medesimo programmato AD HOC, ed infine, dopo avere
artificiosamente e strumentalmente allungato i processi,
abbrevia la prescrizione, di chi la colpa se non si giunge a
sentenza ? Certo, dei giudici comunisti.
Che spregevole servo maronn
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
quella sentenza o come spesso succede nemmeno ad un
processo nei tempi previsti DALLA LEGGE,
fatta dal politico a sua precisa misura (NdR) in modo da
affrettare la prescrizione e rallentare i dibattimenti !
Post by AleTV
quell'eventuale
Post by Fatal_Error
reato NON ESISTE, non e' mai esistito,
STOCAZZO. E' come dire che un monte non frana perché nessuno
lo sta filmando. Certo, questa è la filosofia della
mediasettocrazia
Post by AleTV
altro che
Post by Fatal_Error
assoluzione! Trasformare l'inefficienza della magistratura
in condanna e' un'abominio che solo un marxista
filo-Sovietico alla Soviet puo' sostenere e propalare,
naturalmente a senso unico!
a senso unico STOCAZZO. PEr me anche Penati (con la sua
finta intenzione di rinunciare alla prescrizione) e tutti
gli accoliti MPS devono andare in galera. Ed è questa è la
differenza tra gli spiriti indipendenti e giustizialisti e i
servi prezzolati.
Post by AleTV
Ma vatti a nascondere.
Te e quell'altro con i vostri amici, la decenza non sapete
manco cosa sia.
è la rifondazione berluschina, l'abiura della decenza e del
pudore, la verità come nemico assoluto.
Post by AleTV
E quell'altro è stato pure presidente del consiglio.
Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, vero.
è una volontà contrattualizzata.
Post by AleTV
Avete contribuito a rovinare il senso di decenza che dipinge
all'estero la figura dell'italiano medio.
Post by Fatal_Error
In Italia una percentuale abnorme di reati cade in
prescrizione,
in itaGlia esiste una massa abnorme di reati irrilevanti
perché degli pseudobigotti vogliono di mostrare di fare la
voce grossa coi mentecatti che fumano uno spinello, o
immigrano per la fame, e per contro abbiamo carceri vuote di
colletti bianchi (mentre in america sono una fetta importante)
Post by AleTV
se conti i procedimenti a cui e' stato
Post by Fatal_Error
sottoposto Berlusconi e le prescrizioni relative, scopri
che Berlusconi non solo non ha approfittato della
prescrizione, ma e' nettamente SOTTO LA MEDIA,
si, nel senso che lui da solo vs il resto del paese, perde
di misura :-)
Post by AleTV
WOW!!!!!!! SCOPRIAMO CHE IL L'EX PDC E' SOTTO LA MEDIA PER I
PROCEDIMENTI PENALI A SUO CARICO!!!!
FANTASTICO!!!!! NE SIAMO ORGOGLIOSI!!!!
Post by Fatal_Error
Basta dai, sono tornato dalle ferie e per il primo giorno
direi che basta...
Manco capaci a tenere in piedi un movimento politico senza
il solito capo del menga, evidentemente conviene tirare
avanti fin che si può, deve convenire parecchio
economicamente a molti.
ci penserà Renzusconi ad ereditare la baracca. Sta già
prendendo accordi con uno stilista, notoriamente di sinistra
Post by AleTV
Vero, sacrosanto, la media dell'italiano doc è il CAZZARO.
--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
Fatal_Error
2013-09-22 12:00:35 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Di piu', la prescrizione ESTINGUE il reato, se il presunto reato era
stato compiuto o meno non si sapra' mai, fine, end, stop!
Scusa, STOP UN CAZZO.
Studiati la legge prima di parlare a vanvera, caro comunista filo-sovietico:
http://it.wikipedia.org/wiki/Prescrizione_(ordinamento_penale_italiano)#cite_note-1
"La prescrizione nell'ordinamento penale italiano indica l'estinzione di un
reato a seguito del trascorrere di un determinato periodo di tempo."
STOP, questo DA SEMPRE dice la legge italiana.
Post by AleTV
Se parli come fa quell'opportunisca del berlusca come minimo la tiri
avanti fin tanto che non dimostri la tua innocenza, non invece che la tiri
avanti fin tanto che riesci a cascare nella prescrizione.
Sono i giudici a decidere *tutto*, non certo l'imputato, i giudici fissano
le udienze, selezionano i testimoni (infatti nell'ultimo processo oltre 150
testimoni a favore di Berlusconi NON sono nemmeno stati ascoltati), vagliano
i fatti, ecc. ecc. Gli avvocati NON possono fare nulla per "tirare avanti"
se i giudici non vogliono "tirare avanti", il processo per cui Berlusconi in
tempi rapidissimi e' stato condannato senza nessuna prova o testimone a
sfavore in primo, secondo e terzo grado, lo dimostra in modo inoppugnabile!
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Una sentenza puo' essere sbagliata, ma se la magistratura per sua
inefficienza non riesce nemmeno ad arrivare a quella sentenza o come
spesso succede nemmeno ad un processo nei tempi previsti DALLA LEGGE,
quell'eventuale reato NON ESISTE, non e' mai esistito, altro che
assoluzione! Trasformare l'inefficienza della magistratura in condanna e'
un'abominio che solo un marxista filo-Sovietico alla Soviet puo'
sostenere e propalare, naturalmente a senso unico!
Ma vatti a nascondere.
No caro, io non mi nascondo e non mi sono mai nascosto, sono i falliti
comunisti come te che si nascondono, magari facendo a tempo perso i
"democratici"... Oppure ripudi il fallito marxismo? Se e' cosi' dillo
chiaro, una buona volta! Figuriamoci, nasconditi comunista filo-sovietico,
nasconditi e insulta...
Post by AleTV
Te e quell'altro con i vostri amici, la decenza non sapete manco cosa sia.
E quell'altro è stato pure presidente del consiglio.
La vostra "decenza" consiste nell'essere complici silenziosi di stermini da
massa, torture, Gulag, finanziamenti dal KGB durante la guerra fredda e
persecuzioni varie? Beh, la mia e' diversa...
Post by AleTV
Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, vero.
Vero, 46 fallimenti su 46 tentativi, miseria, prigionia ed oltre 100 milioni
di morti ammazzati in nome della vostra ideologia di morte, proprio non li
volete sentire...
Post by AleTV
Avete contribuito a rovinare il senso di decenza che dipinge all'estero la
figura dell'italiano medio.
LOL, con le feste in villa abbiamo rovinato il "senso di decenza" che le
Brigate Rosse, i comunisti filo-sovietici ed il nostrano KGB hanno dipinto
all'estero? Hai ragione, gli stranieri sono terrorizzati a venire in Italia,
potrebbero essere invitati ad una festa...
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
In Italia una percentuale abnorme di reati cade in prescrizione, se conti
i procedimenti a cui e' stato sottoposto Berlusconi e le prescrizioni
relative, scopri che Berlusconi non solo non ha approfittato della
prescrizione, ma e' nettamente SOTTO LA MEDIA,
WOW!!!!!!! SCOPRIAMO CHE IL L'EX PDC E' SOTTO LA MEDIA PER I PROCEDIMENTI
PENALI A SUO CARICO!!!!
Anche se gridi la tua ignoranza, i fatti *scientifici* restano: su 43
procedimenti penali nel periodo considerato presi a caso in Italia oltre 10
mediamente sono andati in prescrizione, a Berlusconi su 43 procedimenti
penali ne sono andati in prescrizione 6, altra prova lampante
dell'accanimento giudiziario, altro che approfittare della prescrizione.

Un giorno forse aprirai gli occhi, spero per te che non lo farai in un
Gulag...
AleTV
2013-09-22 18:42:28 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Un giorno forse aprirai gli occhi, spero per te che non lo farai in un
Gulag...
Come ti ho detto enne volte, ma non ci senti vista la tua ossessione: non
sono comunista, ti faccio un reminder ogni tot tempo se vuoi?
Il mondo non è fatto da quel mezzo uomo del berlusca e dai comunisti,
prendine atto.
Non semplificare troppo per avere la scusa di reiterare le tue idiozie per
tentare di salvaguardare una mezza persona che se avesse un minimo di
dignità si sarebbe levato dalla scena politica da tempo per combattere in
altri modi e non tramite il suo ruolo politico le personali magagne causate
dalle sue capacità imprenditoriali tanto frivole quanto sicuramente
efficaci.
Non serve essere comunisti per ritenere quella mezza persona indegna di
rappresentare l'italia, fattene una ragione.
E digli che cacci fuori i dindi per coprire IMU e IVA visti i proclami
(vuoti nei fatti, ma tant'è, di italiani idioti ce se ne sono troppi) fatti
circa il suo interesse verso l'italia.

Fate pena, questo lo dicono i fatti, ma in troppi non ci vedono oppure,
peggio, vi ammirano per la vostra incapacità e contemporanea furbizia nel
raggiungimenti di obiettivi personali.
Fatal_Error
2013-09-23 00:55:14 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Un giorno forse aprirai gli occhi, spero per te che non lo farai in un
Gulag...
Come ti ho detto enne volte, ma non ci senti vista la tua ossessione: non
sono comunista, ti faccio un reminder ogni tot tempo se vuoi?
Oh, finalmente, AleTV si e' dichiarato, quindi ripudi il marxismo in tutte
le sue forme e non voteresti mai per gli ex-comunisti filo-sovietici,
giusto? Bene, ora spiegaci: PER CHI VOTI?
Post by AleTV
Il mondo non è fatto da quel mezzo uomo del berlusca e dai comunisti,
prendine atto.
Chi sarebbero gli altri secondo te? Forza, dai che vai bene...
Post by AleTV
Non semplificare troppo per avere la scusa di reiterare le tue idiozie per
tentare di salvaguardare una mezza persona che se avesse un minimo di
dignità si sarebbe levato dalla scena politica da tempo per combattere in
altri modi e non tramite il suo ruolo politico le personali magagne
causate dalle sue capacità imprenditoriali tanto frivole quanto
sicuramente efficaci.
Eh? Quali magagne? Forse aver evitato che i marxisti nel '94 prendessero il
potere grazie ai magistrati alla Di Pietro portandoci alla rovina?
Post by AleTV
Non serve essere comunisti per ritenere quella mezza persona indegna di
rappresentare l'italia, fattene una ragione.
E digli che cacci fuori i dindi per coprire IMU e IVA visti i proclami
(vuoti nei fatti, ma tant'è, di italiani idioti ce se ne sono troppi)
fatti circa il suo interesse verso l'italia.
La promessa l'avrebbe mantenuta come ha sempre fatto SE e solo SE gli
Italiani avessero fatto vincere il centro-destra, questo aveva promesso!
Purtroppo grazie a gente come te hanno vinto i marxisti e ci ritroviamo in
queste condizioni, grazie ancora se combatte per farti togliere l'IMU.
Post by AleTV
Fate pena, questo lo dicono i fatti, ma in troppi non ci vedono oppure,
peggio, vi ammirano per la vostra incapacità e contemporanea furbizia nel
raggiungimenti di obiettivi personali.
Strano, dici di non essere un marxista ma parli come il piu' becero
marxista: chi raggiunge degli obbiettivi e' incapace ma "furbo", un
delinquente... Invece i falliti sono onesti, capaci, esempi di virtu',
purtroppo perseguitati dai "furbi" senza scrupoli! Ma ROTFL, se il tuo
datore di lavoro grazie alle sue idee e alle sue capacita' non ti pagasse lo
stipendio, saresti a frugare nei cassonetti vestito di stracci!
AleTV
2013-09-25 20:26:10 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Oh, finalmente, AleTV si e' dichiarato, quindi ripudi il marxismo in tutte
le sue forme e non voteresti mai per gli ex-comunisti filo-sovietici,
giusto? Bene, ora spiegaci: PER CHI VOTI?
Te l'avevo già detto, alle ultime elezione per Monti e PD.
Post by Fatal_Error
Chi sarebbero gli altri secondo te? Forza, dai che vai bene...
Attualmente considero il PDL con a capo quel mezz'uomo come la scelta
peggiore possibile, quindi...
Post by Fatal_Error
La promessa l'avrebbe mantenuta come ha sempre fatto SE e solo SE gli
Italiani avessero fatto vincere il centro-destra, questo aveva promesso!
Purtroppo grazie a gente come te hanno vinto i marxisti e ci ritroviamo in
queste condizioni, grazie ancora se combatte per farti togliere l'IMU.
Certo che combatte, è questione di campagna elettorale ad oltranza.
Ora mi spieghi te perché il 10% di quelli messi strameglio non possono
pagarsi l'IMU.
Poracci. Accumulare la metà della ricchezza del paese, no problem, cacciar
fuori i dindi per l'IMU quello no, perché sarebbe un trattamento diverso
rispetto agli altri, incostituzionale direi.
Pagliacci.
Post by Fatal_Error
Strano, dici di non essere un marxista ma parli come il piu' becero
marxista: chi raggiunge degli obbiettivi e' incapace ma "furbo", un
delinquente...
No, parlo del divario troppo alto nella distribuzione della ricchezza.
Il 10% che si prende il 50% della ricchezza di un paese non è capace, è
capace e furbo (ai limiti della disonestà se non proprio dentro, ma grazie
alla possibilità di pagar avvocati in grado di architettare interpretazioni
di legge le più meravigliose il gioco può andare avanti).
Post by Fatal_Error
Invece i falliti sono onesti, capaci, esempi di virtu', purtroppo
perseguitati dai "furbi" senza scrupoli! Ma ROTFL, se il tuo datore di
lavoro grazie alle sue idee e alle sue capacita' non ti pagasse lo
stipendio, saresti a frugare nei cassonetti vestito di stracci!
Azz, il mio datore di lavoro non casca dentro a quel 10% di iper benestanti,
guarda un po'.
Comunque complimenti, ancora avanti a menarla tanto lunga perché siete un
partito di cazzari incapaci di organizzarvi ad andare avanti senza il solito
mezz'uomo al comando. Messi bene, proprio, pagliacci direi. Comunque, come
dicevo, se l'italiano medio è cazzaro c'è poco da fare, il paese si deve
tenere queste situazioni visto che se le è create in autonomia.
Fatal_Error
2013-09-26 11:46:54 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Oh, finalmente, AleTV si e' dichiarato, quindi ripudi il marxismo in
tutte le sue forme e non voteresti mai per gli ex-comunisti
filo-sovietici, giusto? Bene, ora spiegaci: PER CHI VOTI?
Te l'avevo già detto, alle ultime elezione per Monti e PD.
Ah, ho capito, sei un marxista riciclato che tifa per prendere gli stipendi
ed i risparmi dei lavoratori e degli imprenditori e darli ai banchieri ed ai
servi di partito, potevi dirlo prima!
Post by AleTV
Attualmente considero il PDL con a capo quel mezz'uomo come la scelta
peggiore possibile, quindi...
Beh, certo, Berlusconi non parteggia per banchieri alla MPS, UNIPOL, ecc.
parteggia per le imprese, i lavoratori e le famiglie, ovvio che non ti
piaccia.
Post by AleTV
Certo che combatte, è questione di campagna elettorale ad oltranza.
Ora mi spieghi te perché il 10% di quelli messi strameglio non possono
pagarsi l'IMU.
Perche' NON vero che chi possiede una bella PRIMA casa sia "messo
strameglio", ovvero abbia un alto reddito ed appartenga al tuo demenziale
10% come ti hanno falsamente fatto credere, anzi, incredibile che
continuiate a credere a queste panzane dopo esservi beccati l'IMU anche se
abitavate in un garage.... Con 'sta storia dell'IMU chi ha tanti soldi di
case in Italia OGGI non ne compra, men che mai per abitarci, le compra
all'estero (recentemente ne ho comprato una bellissima sul mare in Nuova
Zelanda, ottimo affare, alla faccia tua!), risultato: crollo del mercato,
perdita di 1000 miliardi di patrimonio ITALIANO ed oltre 500.000 persone
disoccupate, complimenti ai marxisti redivivi e confusi, un altro passo
verso la rovina. Mentre sicuramente i banchieri , i giudici "democratici" ed
i servi di partito a cui avete regalato le imprese di stato ed ora le
svendono all'estero appartengono allo 0,1% e problemi di IMU non ne hanno,
ma quelli sono intoccabili, capisco...
Post by AleTV
Poracci. Accumulare la metà della ricchezza del paese, no problem, cacciar
fuori i dindi per l'IMU quello no, perché sarebbe un trattamento diverso
rispetto agli altri, incostituzionale direi.
Asino, la ricchezza non si "accumula" tout court, prima la ricchezza la devi
SAPER CREARE per poterla poi accumulare! Certo dopo aver creato ricchezza
grazie al proprio ingegno, facendosi un mazzo tanto e rischiando di brutto,
magari lavorando all'estero 14 ore al giorno e facendo la formichina con
l'utilitaria di 10 anni mentre intorno frinivano le cicale spiantate col
Mercedes a rate, girano un poco le palline a vedersi espropriare i sudati
risparmi per mantenere i vizietti della casta ed i parassiti ex-comunisti.
Per fortuna non c'e' ancora il muro di Berlino ed i risparmi li puoi
investire all'estero, dove fanno ponti d'oro, che si fottano i marxisti.
Post by AleTV
No, parlo del divario troppo alto nella distribuzione della ricchezza.
Il 10% che si prende il 50% della ricchezza di un paese non è capace, è
capace e furbo (ai limiti della disonestà se non proprio dentro, ma grazie
alla possibilità di pagar avvocati in grado di architettare
interpretazioni di legge le più meravigliose il gioco può andare avanti).
Peccato che e' proprio quel 10% che ha creato il 90% della ricchezza
Italiana, ovvio che se ne sia tenuto il 45%, senza quel 10% tu ad essere
ottimisti saresti a pulire i cessi in un Gulag... Ma vediamo cosa ne pensano
gli esperti ed il resto del mondo:
http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/econo/quest_ecofin_2/QF_115/QEF_115.pdf
(pag. 15)
"Secondo le indicazioni che si ricavano dalla World Value Survey (WVS), gli
italiani avrebbero un'attenzione verso i temi dell'uguaglianza relativamente
più marcata rispetto
a quella presente in altri paesi. Ad esempio, al quesito che chiede agli
intervistati di scegliere quale dei due valori tra uguaglianza e libertà sia
ritenuto più rilevante, gli
italiani risultano in terza posizione, su 32 paesi, nel preferire l'uguaglianza
alla libertà. La quota di italiani che seleziona l'uguaglianza infatti
sopravanza di circa 10 punti quella relativa alla libertà (49 contro 40 per
cento, con un restante 11 per cento di indecisi); nell'ottanta per cento dei
casi, incluso paesi europei come Francia Spagna e Germania,
risulta invece maggioritaria la quota di coloro che selezionano la libertà
come prevalente."

Capito ora come mai stiamo fallendo? Grazie ai falliti marxisti ed alla
"egemonia culturale" che hanno imposto in Italia, a tutti i livelli,
cominciando dagli asili ad inculcare fallimentari "valori" come quello della
marxista eguaglianza economica, a discapito di valori fondamentali come la
LIBERTA'! Capito come mai TUTTI i 46 paesi marxisti sono miseramente
falliti, con oltre 100 milioni di morti ammazzati? Capito come mai hanno
dovuto fare i muri di Berlino per non far fuggire la popolazione nei paesi
LIBERI? Capito come mai non andresti a vivere in Cina, in Corea del Nord o
in Siria?
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Invece i falliti sono onesti, capaci, esempi di virtu', purtroppo
perseguitati dai "furbi" senza scrupoli! Ma ROTFL, se il tuo datore di
lavoro grazie alle sue idee e alle sue capacita' non ti pagasse lo
stipendio, saresti a frugare nei cassonetti vestito di stracci!
Azz, il mio datore di lavoro non casca dentro a quel 10% di iper
benestanti, guarda un po'.
Si, te lo racconta a te... Bastano un paio di appartamenti per rientrare in
quel 10%, solo il valore della sua azienda lo pone in quel 10%! A meno che
lavori per un orinatoio pubblico...
Post by AleTV
Comunque complimenti, ancora avanti a menarla tanto lunga perché siete un
partito di cazzari incapaci di organizzarvi ad andare avanti senza il
solito mezz'uomo al comando.
Noi moderati per fortuna abbiamo grandi leader, Berlusconi e' un
imprenditore che ha creato ricchezza operando in Italia e all'estero, da
lavoro a 50.000 persone ed ha pagato qualcosa come DIECI MILIARDI DI EURO di
tasse in vent'anni, saremo sempre uniti e solidali con il nostro leader, lo
vedrai con i tuoi occhi, mentre voi avete leader che hanno sempre vissuto di
politica, non hanno mai prodotto nulla di buono in vita loro, vi
"smacchiate" e vi "asfaltate" a vicenda per prendere il potere,
rappresentanti di un mondo di parassiti corrotti e di ignoranti
catechizzati.
AleTV
2013-09-26 18:04:13 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Perche' NON vero che chi possiede una bella PRIMA casa sia "messo
strameglio", ovvero abbia un alto reddito ed appartenga al tuo demenziale
10% come ti hanno falsamente fatto credere, anzi, incredibile che
continuiate a credere a queste panzane dopo esservi beccati l'IMU anche se
abitavate in un garage....
Egregio, è il tuo PDL che la vuole eliminata per tutti, quando hanno
spiegato che 1 miliardino invece poteva essere incassato non tagliandola per
i benestanti
Post by Fatal_Error
Con 'sta storia dell'IMU chi ha tanti soldi di case in Italia OGGI non ne
compra, men che mai per abitarci, le compra all'estero
Cazzate, con la proposta di mettere una "franchigia" di 600 euro l'anno
sarebbero rimaste escluse anche villette.
Invece no, tolta per tutti.
Post by Fatal_Error
(recentemente ne ho comprato una bellissima sul mare in Nuova Zelanda,
ottimo affare, alla faccia tua!), risultato: crollo del mercato, perdita
di 1000 miliardi di patrimonio ITALIANO ed oltre 500.000 persone
disoccupate, complimenti ai marxisti redivivi e confusi, un altro passo
verso la rovina.
Cazzaro, leggi quello che ho scritto sopra.
Post by Fatal_Error
Mentre sicuramente i banchieri , i giudici "democratici" ed i servi di
partito a cui avete regalato le imprese di stato ed ora le svendono
all'estero appartengono allo 0,1% e problemi di IMU non ne hanno, ma
quelli sono intoccabili, capisco...
Nessuno è intoccabile.
Post by Fatal_Error
Asino, la ricchezza non si "accumula" tout court, prima la ricchezza la
devi SAPER CREARE per poterla poi accumulare! Certo dopo aver creato
ricchezza grazie al proprio ingegno, facendosi un mazzo tanto e rischiando
di brutto, magari lavorando all'estero 14 ore al giorno e facendo la
formichina con l'utilitaria di 10 anni mentre intorno frinivano le cicale
spiantate col Mercedes a rate, girano un poco le palline a vedersi
espropriare i sudati risparmi per mantenere i vizietti della casta ed i
parassiti ex-comunisti.
Chi si deve mantenere i vizietti è il tuo silvio, poraccio.
Post by Fatal_Error
Peccato che e' proprio quel 10% che ha creato il 90% della ricchezza
Italiana, ovvio che se ne sia tenuto il 45%, senza quel 10% tu ad essere
ottimisti saresti a pulire i cessi in un Gulag... Ma vediamo cosa ne
Parlaci dello stipendio tipo italiano vs il resto dell'europa, rapportato al
costo della vita.
Dai.
Post by Fatal_Error
Noi moderati per fortuna abbiamo grandi leader, Berlusconi e' un
imprenditore che ha creato ricchezza operando in Italia e all'estero, da
lavoro a 50.000 persone ed ha pagato qualcosa come DIECI MILIARDI DI EURO
di tasse in vent'anni, saremo sempre uniti e solidali con il nostro
leader, lo vedrai con i tuoi occhi, mentre voi avete leader che hanno
sempre vissuto di politica, non hanno mai prodotto nulla di buono in vita
loro, vi "smacchiate" e vi "asfaltate" a vicenda per prendere il potere,
rappresentanti di un mondo di parassiti corrotti e di ignoranti
catechizzati.
Dai, fate cadere il governo per fare il teatrino attorno al vostro
mezz'uomo.
Fatelo.
Tanto di italiani che si sentiranno orgogliosi per l'ennesimo palo in culo
con sabbione ne troverete alle prossime elezioni.
Ridicoli pagliacci che giocano sulla pelle di chi vi mantiene.
Fatal_Error
2013-09-26 22:42:09 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Perche' NON vero che chi possiede una bella PRIMA casa sia "messo
strameglio", ovvero abbia un alto reddito ed appartenga al tuo demenziale
10% come ti hanno falsamente fatto credere, anzi, incredibile che
continuiate a credere a queste panzane dopo esservi beccati l'IMU anche
se abitavate in un garage....
Egregio, è il tuo PDL che la vuole eliminata per tutti, quando hanno
spiegato che 1 miliardino invece poteva essere incassato non tagliandola
per i benestanti
Asino, non hai ancora capito che ti hanno raccontato delle enormi BALLE?
Berlusconi sulle sue megaville, l'IMU la pagava prima, la paga adesso e la
paghera' dopo, questo dice la legge, sono spiccioli per lui, togliere l'IMU
sulla prima casa ha ben altro senso! L'IMU ha depresso il mercato
immobiliare e prodotto una perdita patrimoniale immensa, se lasci l'IMU per
una classe di immobili, otterrai solo di svalutare ulteriormente in modo
verticale quella classe di immobili, che poi corrisponde alle case di
maggior pregio e valore! Cosa simile era successo con i bolli sulle auto di
cilindrata > 2000, praticamente sparite dal mercato, mentre le trovavi usate
praticamente in regalo! Tu, da ignorante galattico, penserai: "ma chi se ne
frega, mica sono io ad averne una", ma il patrimonio DEGLI ITALIANI ti
riguarda molto direttamente, e' la nostra garanzia sul debito pubblico, se
il patrimonio perde valore, hai una perdita patrimoniale netta sul bilancio
italiano, prima gli italiani avevano 7000 miliardi di patrimonio a fronte di
un debito di 2000, dopo l'IMU che ha provocato una perdita di valore del
20%, hanno 5600 di patrimonio a fronte di un debito AUMENTATO verticalmente,
i primi sette mesi del 2013 mostrano infatti un aumento del debito di 84,2
miliardi rispetto alla fine del 2012! Hai capito cosa ci fai con il tuo
merdoso miliardino? Il mercato immobiliare sta crollando, non si riescono
manco ad affittare le case, se non ridiamo fiducia sui beni immobiliari, ci
mangeremo altri 1500 miliardi di patrimonio... Per incassarne UNO!
Demenza, demenza pura... Ma cosa potevamo aspettarci dai marxisti?
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Con 'sta storia dell'IMU chi ha tanti soldi di case in Italia OGGI non ne
compra, men che mai per abitarci, le compra all'estero
Cazzate, con la proposta di mettere una "franchigia" di 600 euro l'anno
sarebbero rimaste escluse anche villette.
Invece no, tolta per tutti.
La franchigia e' il peggio del peggio, oltre a deprimere ulteriormente il
mercato immobiliare, diffonde il terrore da franchigia, la casa che deve
pagare da 601 Euro l'anno diventerebbe immediatamente merce avariata! Questo
mentre chi ha, come un mio conoscente, 50 milioni di Euro in pronti contro
termine in una banca tedesca al 4% annuo, tutto legale, manco deve fare la
dichiarazione dei redditi! Comprare la casa per abitarci col proprio lavoro
e risparmio, magari facendo un mutuo ventennale, e' un onere ed un onore, un
investimento per il benessere della proprio famiglia, per lasciare qualcosa
ai propri figli, una ricchezza per tutti! Tu vuoi trasformarlo in un triplo
onere ed un disonore, ASINO!
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
(recentemente ne ho comprato una bellissima sul mare in Nuova Zelanda,
ottimo affare, alla faccia tua!), risultato: crollo del mercato, perdita
di 1000 miliardi di patrimonio ITALIANO ed oltre 500.000 persone
disoccupate, complimenti ai marxisti redivivi e confusi, un altro passo
verso la rovina.
Cazzaro, leggi quello che ho scritto sopra.
Asino, hai scritto solo fesserie, non sai un emerito caxxo di economia,
ragioni con gli slogan curati dal KGB anni '70!
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Mentre sicuramente i banchieri , i giudici "democratici" ed i servi di
partito a cui avete regalato le imprese di stato ed ora le svendono
all'estero appartengono allo 0,1% e problemi di IMU non ne hanno, ma
quelli sono intoccabili, capisco...
Nessuno è intoccabile.
Gia', peccato che NEI FATTI non li tocca nessuno, mentre a Berlusconi gli
hanno fatto 50 processi e lo vogliono buttar fuori dal parlamento per una
condanna delirante. Ma tu non vedi, Berlusconi e' il nemico del popolo, gli
amici del popolo sono quelli che ci volevano regalare all'URSS!
Post by AleTV
Parlaci dello stipendio tipo italiano vs il resto dell'europa, rapportato
al costo della vita.
Dai.
Dai? Forse non hai ancora capito che all'imprenditore un dipendente Italiano
e' fra i piu' cari in Europa, e' colpa dei costi immensi dello Stato Padrone
stile marxista, ovvero della folle tassazione conseguente, se lo stipendio
netto diventa miserabile! Ma nonostante tutto, rispetto ai paesi marxisti o
ex marxisti, il nostro stipendio medio e' FAVOLOSO! Per imprese con piu' di
10 dipendenti, in Italia siamo sui 27.000 Euro/anno lordi, niente di
miserrimo visto che ad esempio in Spagna siamo sui 25.000, mentre in
Polonia, Slovacchia, Estonia, Lituania sei ben sotto ai 10.000, sino ad
arrivare ai circa 3600 in Bulgaria! E tu vorresti fare politiche marxiste
per aumentare gli stipendi?
http://goo.gl/B7qzfU
Riguardo al costo della vita, siamo nella media Europea! E studia prima di
sparare slogan deliranti, porca miseria:
http://epp.eurostat.ec.europa.eu/portal/page/portal/eurostat/home/
Post by AleTV
Dai, fate cadere il governo per fare il teatrino attorno al vostro
mezz'uomo.
Niente, ignoranza assoluta, analisi dei fatti zero, odio di classe, insulti
e slogan... Questo sono i figli di Marx!
AleTV
2013-09-27 08:07:46 UTC
Permalink
Hai capito cosa ci fai con il tuo merdoso miliardino? Il mercato
immobiliare sta crollando, non si riescono manco ad affittare le case, se
non ridiamo fiducia sui beni immobiliari, ci mangeremo altri 1500 miliardi
di patrimonio... Per incassarne UNO!
Demenza, demenza pura... Ma cosa potevamo aspettarci dai marxisti?
ROTFL!!!!!!!!!!!!
Ora il mercato immobiliare è rappresentato da quella microfetta di immobili
il cui pagamento dell'IMU (come prima casa, quindi le tue buffonate tirando
fuori gli affitti non valgono un cazzo) varebbe un bel miliardino, guarda
caso un bell'aiuto per il blocco dell'IVA.
Sei ridicolo, salti di palo in frasca in modo incredibile.
La franchigia e' il peggio del peggio, oltre a deprimere ulteriormente il
mercato immobiliare, diffonde il terrore da franchigia, la casa che deve
pagare da 601 Euro l'anno diventerebbe immediatamente merce avariata!
Fenomeno, se un tizio deve pagare 601 euro con franchigia da 600 euro vuol
dire che il suo IMU sarebbe 1201 euro.
Quindi, di nuovo, come li tiri fuori i numeri? A caso?
Questo mentre chi ha, come un mio conoscente, 50 milioni di Euro in pronti
contro termine in una banca tedesca al 4% annuo, tutto legale, manco deve
fare la dichiarazione dei redditi!
Ah, ok, quindi se c'è gente che incula legalmente da una parte perché per
amore della libertà non estendere il ventaglio dei possibili modi per
inculare uno stato.
Capisco, fra l'altro perfettamente in linea con lo spirito moderato del tuo
partito del menga, ma sopprattuto del vostro mezz'uomo *lider*
Comprare la casa per abitarci col proprio lavoro e risparmio, magari
facendo un mutuo ventennale, e' un onere ed un onore, un investimento per
il benessere della proprio famiglia, per lasciare qualcosa ai propri
figli, una ricchezza per tutti! Tu vuoi trasformarlo in un triplo onere ed
un disonore, ASINO!
Suka.
Se vuoi lasciare ai figli (tirati fuori sempre vergognosamente a sproposito
pur di giustificare le proprie aspirazioni e condotte) roba da qualche
milione di euro, liberissimo.
Ci paghi sopra il tuo bell'IMU e nessuno protesta.
Asino, hai scritto solo fesserie, non sai un emerito caxxo di economia,
ragioni con gli slogan curati dal KGB anni '70!
Scusa, spiegamelo te allora.
Che vai fiero di rintracciare ingegneri con anni di esperienza da pagare
1200 euro al mese perché è questo che il mercato offre.
Ma vai a cagare.
Ma tu non vedi, Berlusconi e' il nemico del popolo, gli amici del popolo
sono quelli che ci volevano regalare all'URSS!
Il mezz'uomo è uno che si deve curare i fatti propri fuori dagli impegni
politici che presuppongono ben altre caratteristiche e necessità personali.
Tradotto, ha ampiamente rotto i coglioni. La sua guerra personale che se la
finisca fuori dagli impegni politici che non sa gestire e mantenere, anzi,
usa ben a sproposito.
I leggittimi impedimenti del menga tirati fuori a puntino per saltare le
udienze e rallentare l'iter legislativo SUO.
Tra le enne pisciate fuori dal vaso che ha fatto ad oltranza per 20 anni per
curare i PROPRI interessi.
Di nuovo, ma andate a nascondervi.
Dai? Forse non hai ancora capito che all'imprenditore un dipendente
Italiano e' fra i piu' cari in Europa, e' colpa dei costi immensi dello
Stato Padrone stile marxista, ovvero della folle tassazione conseguente,
se lo stipendio netto diventa miserabile!
Ostia, ma il tuo idolo incredibilmente capace in 20 anni non è riuscito a
combinare un cazzo.
Ops, se il motivo è quello che dici pare veramente imbarazzante.
E nel frattempo lui, in 20 anni di carriera politica, a causa del suo enorme
impegno in prima persona per l'italia, deve essersi ridotto sul lastrico.
Ops, no, anzi quasi, ma per altri motivi da imprenditore liberale sgamato,
c'entra un tubo la politica.
Ma nonostante tutto, rispetto ai paesi marxisti o ex marxisti, il nostro
stipendio medio e' FAVOLOSO! Per imprese con piu' di 10 dipendenti, in
Italia siamo sui 27.000 Euro/anno lordi, niente di miserrimo visto che ad
esempio in Spagna siamo sui 25.000, mentre in Polonia, Slovacchia,
Estonia, Lituania sei ben sotto ai 10.000, sino ad arrivare ai circa 3600
in Bulgaria! E tu vorresti fare politiche marxiste per aumentare gli
stipendi?
Oh bananaro, vedi sopra, ma in 20 anni, che cazzo avete combinato allora per
tagliare le tasse che così alte da farvi stare tanto male da rendervi
incapaci?
Di nuovo, i 25.000 euro lordi anno ad un ingegnere con una decina di anni di
esperienza che cazzo sono? Da media europea?
http://goo.gl/B7qzfU
Riguardo al costo della vita, siamo nella media Europea! E studia prima di
http://epp.eurostat.ec.europa.eu/portal/page/portal/eurostat/home/
Ma DOVE?
Post by AleTV
Dai, fate cadere il governo per fare il teatrino attorno al vostro
mezz'uomo.
Niente, ignoranza assoluta, analisi dei fatti zero, odio di classe,
insulti e slogan... Questo sono i figli di Marx!
Bla bla bla.
Ma fatelo cadere il governo! Pagliacci incompetenti parassiti!
Di nuovo di italiani completamente idioti che poi vi votano ne trovate di
certo.
Avete anche la lega che timidamente si fa avanti di nuovo per reiniziare il
bel periodo da 69 politico che per l'appunto ha dato come risultati solo il
soddisfacimento di piaceri di uomini di partito e null'altro a livello di
paese.
Per gli insulti e slogan semplicemente mi adeguo, dopo un certo livello di
perculamento di sottofondo, mando a cagare in modo lapalissiano.
Ad altri invece la vita e la loro condotta ha insegnato a prendere per il
culo ad oltranza e costantemente in modo velato e subdolo.
Fatal_Error
2013-09-27 09:33:58 UTC
Permalink
Post by AleTV
Hai capito cosa ci fai con il tuo merdoso miliardino? Il mercato
immobiliare sta crollando, non si riescono manco ad affittare le case, se
non ridiamo fiducia sui beni immobiliari, ci mangeremo altri 1500 miliardi
di patrimonio... Per incassarne UNO!
Demenza, demenza pura... Ma cosa potevamo aspettarci dai marxisti?
ROTFL!!!!!!!!!!!!
Ora il mercato immobiliare è rappresentato da quella microfetta di
immobili il cui pagamento dell'IMU (come prima casa, quindi le tue
buffonate tirando fuori gli affitti non valgono un cazzo) varebbe un bel
miliardino, guarda caso un bell'aiuto per il blocco dell'IVA.
Certo, una fetta del mercato immobiliare, quello degli immobili di maggior
pregio e quindi di maggior valore! L'IMU e' SEMPRE e SOLO una patrimoniale
sugli immobili dagli effetti disastrosi, sia sulla prima che sulla seconda
casa, effetti che TUTTI possiamo vedere:
http://www.firstonline.info/a/2013/06/13/istat-crolla-il-mercato-immobiliare-226-nel-2012/813ed5a8-1199-4c65-ad26-f7b7c7f8dd54
Togliere l'IMU sulla prima casa e' solo un primo passo per limitare un
disastro irreversibile, l'IMU va abolita, vanno ridotte le SPESE, non
aumentate le tasse, men che mai tasse patrimoniali sui beni immobili, beni
che danno lavoro e benessere a milioni di persone!
Post by AleTV
Sei ridicolo, salti di palo in frasca in modo incredibile.
Diciamo che tu non sei in grado di fare 2+2, per te il crollo del mercato
immobiliare nel 2012-2013 e' una coincidenza...
Post by AleTV
La franchigia e' il peggio del peggio, oltre a deprimere ulteriormente il
mercato immobiliare, diffonde il terrore da franchigia, la casa che deve
pagare da 601 Euro l'anno diventerebbe immediatamente merce avariata!
Fenomeno, se un tizio deve pagare 601 euro con franchigia da 600 euro vuol
dire che il suo IMU sarebbe 1201 euro.
LEGGI BENE asino, ho scritto "LA CASA che deve pagare", se una casa genera
un'IMU di 601 Euro ed hai una franchigia di 600 Euro, il proprietario di
quella casa dovra' pagare ovviamente un solo Euro. E' un esempio al limite,
perche' anche un solo Euro di IMU rappresenta un disvalore per
quell'immobile, visto che devi fare la dichiarazione, i pagamenti, e menate
varie, figurati qualche migliaio di Euro.
Post by AleTV
Questo mentre chi ha, come un mio conoscente, 50 milioni di Euro in
pronti contro termine in una banca tedesca al 4% annuo, tutto legale,
manco deve fare la dichiarazione dei redditi!
Ah, ok, quindi se c'è gente che incula legalmente da una parte perché per
amore della libertà non estendere il ventaglio dei possibili modi per
inculare uno stato.
ROTFL, cosa vuoi fare, il muro di Berlino tutto intorno all'Italia? Usciamo
dall'Europa e ci diamo all'Autarchia con il muretto a impedirci di scappare?
Se impedisci di investire in Germania, conseguentemente TUTTO il mondo non
investira' piu' in Italia, stile Cile per capirci, vedi Allende->Pinochet. E
studia la storia, caxxo!
Post by AleTV
Comprare la casa per abitarci col proprio lavoro e risparmio, magari
facendo un mutuo ventennale, e' un onere ed un onore, un investimento per
il benessere della proprio famiglia, per lasciare qualcosa ai propri
figli, una ricchezza per tutti! Tu vuoi trasformarlo in un triplo onere
ed un disonore, ASINO!
Suka.
Se vuoi lasciare ai figli (tirati fuori sempre vergognosamente a
sproposito pur di giustificare le proprie aspirazioni e condotte) roba da
qualche milione di euro, liberissimo. Ci paghi sopra il tuo bell'IMU e
nessuno protesta.
Col cavolo che mi faccio espropriare i risparmi dai parassiti marxisti:
investo all'estero, se le cose si imbruttano espatrio con la mia famiglia in
Nuova Zelanda e a "sukare" ci lascio i parassiti come te! Questo stanno
facendo tutti quelli che possono, vi mangerete le mani nel Gulag per aver
prodotto questo immane disastro.
Post by AleTV
Asino, hai scritto solo fesserie, non sai un emerito caxxo di economia,
ragioni con gli slogan curati dal KGB anni '70!
Scusa, spiegamelo te allora.
Che vai fiero di rintracciare ingegneri con anni di esperienza da pagare
1200 euro al mese perché è questo che il mercato offre.
ASINO, se purtroppo trovi ingegneri a 1200 Euro (netti) al mese, e' proprio
per la crisi provocata dall'ideologia marxista dominante in Italia, in
California mi hanno dato la villetta in comodato, la BMW aziendale e tanti
soldi per le mie conoscenze/capacita', altro che 1200 Euro al mese...
Post by AleTV
Il mezz'uomo è uno che si deve curare i fatti propri fuori dagli impegni
politici che presuppongono ben altre caratteristiche e necessità personali.
Una persecuzione giudiziaria operata da una magistratura marxista dichiarata
e conclamata, sarebbe un "fatto proprio" che Berlusconi dovrebbe gestire in
privato? ASINO, e' un fatto gravissimo che ci riguarda TUTTI, te per primo.
E' la fine della democrazia!
Post by AleTV
I leggittimi impedimenti del menga tirati fuori a puntino per saltare le
udienze e rallentare l'iter legislativo SUO.
Gia', le udienze fissate a cappella dal magistrato comunista di Canicatti'
devono prevalere sugli impegni di un Presidente del Consiglio... Vieni
domani alle 10, cavolo ma domani c'e' il consiglio dei Ministri per fare la
manovra economica, non accampare scuse: hai un processo per carta igienica
fuori ordinanza!
Post by AleTV
Dai? Forse non hai ancora capito che all'imprenditore un dipendente
Italiano e' fra i piu' cari in Europa, e' colpa dei costi immensi dello
Stato Padrone stile marxista, ovvero della folle tassazione conseguente,
se lo stipendio netto diventa miserabile!
Ostia, ma il tuo idolo incredibilmente capace in 20 anni non è riuscito a
combinare un cazzo.
Vero, non ha potuto fare tutto quello che andava fatto, purtroppo siamo uno
stato quasi marxista con tanti personaggi come te, l'ultimo in Europa.
Cinquanta procedimenti giudiziari da quando e' sceso in campo fermando il
"colpo" giudiziario che aveva "fatto fuori" tutto il pentapartito e lasciato
intonso il PCI finanziato dal KGB, questo PCI:
http://it.wikipedia.org/wiki/Dossier_Mitrokhin

scioperi e proteste quotidiane, governi caduti per procedimenti giudiziari
per cui e' stato POI assolto con formula piena, referendum contro leggi
rivelatesi dopo giustissime tipo quella sul nucleare o sullo scalone
pensionistico, leggi utilissime dichiarate anticostituzionali "ad hoc" con
dei cavilli, banche in mano allo sinistra stile MPS, maggioranze costrette,
risicate e composite con personaggi "affidabili" come Casini e Fini per
vincere sulla fortissima sinistra massimalista...
Hai fatto sin troppo, grazie Silvio, saremo sempre al tuo fianco e ci
ricorderemo sempre di te!
Post by AleTV
E nel frattempo lui, in 20 anni di carriera politica, a causa del suo
enorme impegno in prima persona per l'italia, deve essersi ridotto sul
lastrico.
Ops, no, anzi quasi, ma per altri motivi da imprenditore liberale sgamato,
c'entra un tubo la politica.
Infatti era molto ricco gia' prima di scendere in politica, le sue capacita'
imprenditoriali le aveva gia' dimostrate ampliamente, non faceva il
parassita intellettuale a scrocco come i tuoi leaders. La crescita
dell'impero Fininvest e' stata verticale BEN PRIMA del 1994, ovvero della
sua salita in politica:

http://it.wikipedia.org/wiki/Fininvest
"L'ascesa economica della Fininvest è anche testimoniata dai ricavi:
1985: 1.600 miliardi di lire,
1987: 2.600 miliardi,
1988: 6.000 miliardi,
1990: 7.500 miliardi,
1991: 10.000 miliardi.
Nel 1988 la Fininvest è ormai il terzo gruppo italiano, dopo la Fiat e la
Ferruzzi-Montedison. In luglio il gruppo acquista (per quasi 1.000 miliardi)
il 70% della Standa da Iniziativa Meta del gruppo Ferruzzi-Montedison. In
Unione Sovietica Silvio Berlusconi stipula un accordo per alcune
trasmissioni per la potente tv di stato [capito, vendeva anche ai comunisti,
ROTFL]. Nel 1992 il gruppo Fininvest controlla 168 società (di cui 44
all'estero). L'utile netto è di circa 21 miliardi..."

Basta dai, mi hai annoiato, sei troppo ignorante, non meriti altre risposte.
AleTV
2013-09-27 11:12:24 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Basta dai, mi hai annoiato, sei troppo ignorante, non meriti altre risposte.
Certo certo, per le risposte che dai sai che perdita.
Perà, mi i raccomando, ora fatelo cadere sto governo, vediamo fin dove
arriva la vostra infinita facciaculaggine.
Dovrebbe esserci la fila di persone che sputano in faccia ai ciarlatani
parassiti parlamentari del pdl (e lega che ora si infratta all'ultimo
minuto) che inseguono questi pericolosi teatrini. Ma gli italiani sono
troppo idioti.
Fatal_Error
2013-09-27 18:45:00 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Basta dai, mi hai annoiato, sei troppo ignorante, non meriti altre risposte.
Certo certo, per le risposte che dai sai che perdita.
Perà, mi i raccomando, ora fatelo cadere sto governo, vediamo fin dove
arriva la vostra infinita facciaculaggine.
Il governo lo fate cadere VOI e solo VOI! Dopo aver perseguitato Berlusconi
con la magistratura che porta il vostro nome con 50 processi, dopo averlo
condannato con un teorema ridicolo senza uno straccio di prova assolto in un
processo fotocopia, dopo mille persecuzioni mediatiche e mille menzogne,
dopo che si e' capito cosa facevate con le banche mentre e' calata una cappa
di mortale silenzio, ora vorreste cacciarlo dal Parlamento in base ad un
DECRETO (non una legge parlamentare, Dlgs n. 235 del31/12/2012) che non ha
manco un anno, cercando di applicarlo a un (non esistente) reato
vecchissimo, quando LA COSTITUZIONE dice chiaramente:

http://www.jus.unitn.it/cardozo/obiter_dictum/cost/art25.htm
Nessuno può essere distolto dal giudice naturale precostituito per legge .
Nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in
vigore prima del fatto commesso.
Nessuno può essere sottoposto a misure di sicurezza se non nei casi previsti
dalla legge.

Ed i parlamentari, i ministri ed i milioni di cittadini che hanno votato PDL
dovrebbero secondo voi far finta di niente? E parli di faccia da culo?? Vi
illudete mentecatti, se votate per espellere Berlusconi dal Parlamento
votate contro 10 milioni di cittadini, se volete far saltare tutto, Governo,
economia, politica, pace sociale e democrazia, ve ne prendete TUTTA la
responsabilita', nessuno certo vi costringe a fare azioni infami del genere,
ad espellere dal parlamento con un decreto anticostituzionale il leader del
partito con cui GOVERNATE!

Il 4 ottobre saro' certamente in piazza anch'io con Berlusconi, invito chi
ha un po' di cervello a non restare passivo, dobbiamo reagire adesso, VIENI
ANCHE TU che stai leggendo, non possiamo lasciar fare e finire come il Cile,
l'Iraq, la Siria, la Korea, l'Urss, la Polonia, l'Ucrania, la Romania, la
Iugoslavia, Cuba, Vietnam, Cambogia e via cosi' per 46 disastri su 46
tentativi. Non possiamo riservare un futuro infame ai nostri figli sotto una
dittatura di falliti comunisti filo-sovietici mal riciclati, potresti non
avere altre occasioni per difendere la TUA liberta'.
AleTV
2013-09-28 06:58:15 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Il 4 ottobre saro' certamente in piazza anch'io con Berlusconi, invito chi
ha un po' di cervello a non restare passivo, dobbiamo reagire adesso,
VIENI ANCHE TU che stai leggendo, non possiamo lasciar fare e finire come
il Cile, l'Iraq, la Siria, la Korea, l'Urss, la Polonia, l'Ucrania, la
Romania, la Iugoslavia, Cuba, Vietnam, Cambogia e via cosi' per 46
disastri su 46 tentativi. Non possiamo riservare un futuro infame ai
nostri figli sotto una dittatura di falliti comunisti filo-sovietici mal
riciclati, potresti non avere altre occasioni per difendere la TUA
liberta'.
Vengo anche io, solo però se silvio mi assicura una fornitura per...
facciamo 5 anni, di escort di fascia alta pagate a sue spese.
Non faccio niente per niente, nemmeno se si tratta di difendere "principi
fondamentali per un futuro migliore".
Il tuo silvio insegna.
AleTV
2013-09-28 09:14:58 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Ed i parlamentari, i ministri ed i milioni di cittadini che hanno votato
PDL dovrebbero secondo voi far finta di niente? E parli di faccia da
culo?? Vi illudete mentecatti, se votate per espellere Berlusconi dal
Parlamento votate contro 10 milioni di cittadini, se volete far saltare
tutto, Governo, economia, politica, pace sociale e democrazia, ve ne
prendete TUTTA la responsabilita', nessuno certo vi costringe a fare
azioni infami del genere, ad espellere dal parlamento con un decreto
anticostituzionale il leader del partito con cui GOVERNATE!
Ah, aggiungo questo:
SI SI SI presentatevi con un lider che vi guida e condannato in via
definitiva.
Grazie per aver completato il cerchio di smerdamento TOTALE del senso delle
istituzioni.
Gli italiani vi ringraziano, altra quintalata di merda che si somma alla
montagna già ben prodotta negli anni che inquadrano la nostra percezione
all'estero, un popolo di cazzari corrotti furbi ma veramente degli artisti
nell'arrangiarsi.
Post by Fatal_Error
difendere la TUA liberta'.
La mia libertà e quella di silvio sono concetti lontani pressappoco un anno
luce.
AleTV
2013-09-28 09:31:24 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Il governo lo fate cadere VOI e solo VOI! Dopo aver perseguitato
Berlusconi con la magistratura che porta il vostro nome con 50 processi,
dopo averlo condannato con un teorema ridicolo senza uno straccio di prova
assolto in un processo fotocopia, dopo mille persecuzioni mediatiche e
mille menzogne, dopo che si e' capito cosa facevate con le banche mentre
e' calata una cappa di mortale silenzio, ora vorreste cacciarlo dal
Parlamento in base ad un DECRETO (non una legge parlamentare, Dlgs n. 235
del31/12/2012) che non ha manco un anno, cercando di applicarlo a un (non
http://www.jus.unitn.it/cardozo/obiter_dictum/cost/art25.htm
Nessuno può essere distolto dal giudice naturale precostituito per legge .
Nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in
vigore prima del fatto commesso.
Nessuno può essere sottoposto a misure di sicurezza se non nei casi
previsti dalla legge.
Ancora, quindi tutti quelli (parlamentari) che verranno condannati in via
definitiva per reati commessi prima del 2012 potranno serenamente e
tranquillamente candidarsi perché la condizione di non eleggibilità è
riferita ad un reato nel passato?
Cioè, ***oggi*** ***a legge in vigore***, i presupposti per NON poter essere
candidati ***ci sono*** però non valgono perché la nascita del reato è
vecchia?
MA TI RENTI CONTO DELLA MINCHIATA?????
MA STIAMO PARLANDO DI COSA? MERCENARI BEN PAGATI o uomi che devo far la
politica di una nazione con un livello di decenza almeno da minimo
sindacale?
Di cosa stiamo parlando?
Se quella mezza persona avesse un minimo di decenza si leverebbe dai
coglioni da solo e vi lascierebbe proseguire per conto vostro, ma non ce
l'ha.
Ma che cazzo è il PDL? Un partito o una setta con a capo quel tipo li? Ma
quando gli toccherà schiattare che farete? Gli espiantate il cervello per
tenerlo in vita ad oltranza?
No, e rigirate pure la frittata in modo vomitevole dicendo che lui deve
andare avanti per il bene degli italiani!
Ma voi vi drogate! Siete completamente sconnessi dal concetto di buon senso.
Fatal_Error
2013-09-28 23:04:37 UTC
Permalink
"Fatal_Error" ha scritto nel messaggio
Post by Fatal_Error
http://www.jus.unitn.it/cardozo/obiter_dictum/cost/art25.htm
Nessuno può essere distolto dal giudice naturale precostituito per legge .
Nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in
vigore prima del fatto commesso.
Nessuno può essere sottoposto a misure di sicurezza se non nei casi
previsti dalla legge.
Ancora
Si, con vostro rammarico la Costituzione Italiana vale ANCORA!
quindi tutti quelli (parlamentari) che verranno condannati in via
definitiva per reati commessi prima del 2012 potranno serenamente e
tranquillamente candidarsi perché la condizione di non eleggibilità è
riferita ad un reato nel passato?
Fatti commessi prima del 2013, visto che il DECRETO del Presidente della
Repubblica noto come "legge Severino" e' entrato in vigore il 05/11/2013!
Certo che un Decreto entrato in vigore nel 2013 non puo' PUNIRE IN NESSUN
MODO per fatti precedenti al 2013, perche' in Italia ed in Europa, in TUTTA
Europa:
"NESSUNO può essere PUNITO se non in forza di una LEGGE che sia entrata in
vigore PRIMA del fatto commesso."

Io oramai lo conosco a memoria, leggitelo anche tu, ignorante:
http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:2012-12-31;235!vig=
Cioè, ***oggi*** ***a legge in vigore***, i presupposti per NON poter
essere candidati ***ci sono*** però non valgono perché la nascita del
reato è vecchia?
No, proprio i presupposti NON ci sono se il fatto e' antecedente alla
entrata in vigore della "legge in vigore", perche' in Italia ed in TUTTA
Europa:
"NESSUNO può essere PUNITO se non in forza di una LEGGE che sia entrata in
vigore PRIMA del fatto commesso."

E l'essere espulsi dal Parlamento e' un'immensa punizione, privando un
cittadino dei diritti garantiti da almeno altri 5 articoli della
Costituzione.
MA TI RENTI CONTO DELLA MINCHIATA?????
La costituzione di tutti gli Stati Europei per te e' una "minchiata"? Ah,
certo, in URSS, nella DDR, a Cuba o in Cambogia questi problemi non c'erano:
voi che state leggendo, incominciate a capire in che mani rischiamo di
finire?
Di cosa stiamo parlando?
Dell'applicazione della COSTITUZIONE ITALIANA e del DIRITTO EUROPEO, ovvero
della nostra civilta', cose che state calpestando!
Ma che cazzo è il PDL? Un partito o una setta con a capo quel tipo li?
Un partito votato da 10 milioni di cittadini che OGGI ha come Leader
indiscusso Silvio Berlusconi, leader che i dieci milioni di LIBERI cittadini
hanno LIBERAMENTE scelto e difenderanno con qualsiasi mezzo da ogni
tentativo di golpe da parte degli schiavi decerebrati di qualche mortale
setta do fanatici marxisti, gli stessi LIBERI cittadini che hanno sconfitto
le brigate rosse, fatto crollare il muro di Berlino e liberato la Germania
dell'Est. Si chiama difesa della LIBERTA', dello Stato e della democrazia!
AleTV
2013-09-29 07:19:47 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Cioè, ***oggi*** ***a legge in vigore***, i presupposti per NON poter
essere candidati ***ci sono*** però non valgono perché la nascita del
reato è vecchia?
No, proprio i presupposti NON ci sono se il fatto e' antecedente alla
entrata in vigore della "legge in vigore", perche' in Italia ed in TUTTA
"NESSUNO può essere PUNITO se non in forza di una LEGGE che sia entrata in
vigore PRIMA del fatto commesso."
E l'essere espulsi dal Parlamento e' un'immensa punizione, privando un
cittadino dei diritti garantiti da almeno altri 5 articoli della
Costituzione.
Il governo è caduto, si ritorna alle elezioni.
Alle elezione in vostro lider con che faccia da culo si presenterà?
Spacciandosi per cosa?
Mi hanno condannato si, ma chi se ne frega, è roba vecchia, e poi io ci ho
da fare il bene della mia italia!!!!! STRAROTFL
No, spiegamelo, sentiamo.
Post by Fatal_Error
Dell'applicazione della COSTITUZIONE ITALIANA e del DIRITTO EUROPEO,
ovvero della nostra civilta', cose che state calpestando!
ROTFL
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Ma che cazzo è il PDL? Un partito o una setta con a capo quel tipo li?
Un partito votato da 10 milioni di cittadini che OGGI ha come Leader
indiscusso Silvio Berlusconi, leader che i dieci milioni di LIBERI
cittadini hanno LIBERAMENTE scelto e difenderanno con qualsiasi mezzo da
ogni tentativo di golpe da parte degli schiavi decerebrati di qualche
mortale setta do fanatici marxisti, gli stessi LIBERI cittadini che hanno
sconfitto le brigate rosse, fatto crollare il muro di Berlino e liberato
la Germania dell'Est. Si chiama difesa della LIBERTA', dello Stato e della
democrazia!
Siete più invasati di quelli del M5S.
Quindi adatti a tutto tranne che a far la politica di una nazione.
Però se gli itailani vi votano, sticazzi, è giusto che continuiate, qui se
non si arriva allo sfascio sul serio mica si riesce a ripartire, mi pare
evidente.
Fatal_Error
2013-09-29 12:59:43 UTC
Permalink
"Fatal_Error" ha scritto nel messaggio
Il governo è caduto, si ritorna alle elezioni.
Si, la sinistra ha forzato a far cadere il governo per evidenti guerre
interne al PD, aumentando per l'ennesima volta le tasse (IVA) senza ridurre
di un Euro le spese, fregandosene dei chiarissimi accordi di Governo e
cercando di espellere dal Parlamento il Leader del maggior partito della
coalizione violando palesemente la costituzione.
Mi hanno condannato si, ma chi se ne frega, è roba vecchia, e poi io ci ho
da fare il bene della mia italia!!!!! STRAROTFL
No, spiegamelo, sentiamo.
La situazione e' evidentissima per chiunque non abbia un paraocchi di piombo
da quasi vent'anni: i comunisti ex filo-sovietici dal 1994 stanno cercando
di fare un colpo di stato mascherato avvalendosi di un ampio ramo della
magistratura sotto loro diretto controllo, in pieno stile sovietico. Niente
di nuovo sotto il sole:

http://it.wikipedia.org/wiki/Dissidenza_in_Unione_Sovietica#Persecuzione_dei_dissidenti
"Per dissidenza in Unione Sovietica si intende l'insieme di coloro che erano
in disaccordo con le decisioni politiche nel periodo dell'Unione Sovietica
esistito dal 1917 al 1991..."
"...La repressione del dissenso prevedeva il licenziamento dal lavoro, la
cacciata dalle scuole, l'arresto, la privazione della cittadinanza e la
detenzione in ospedali pschiatrici o nei gulag. L'articolo 58 del Codice
penale della Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa che riguardava
chi "tradiva" lo Stato, promulgato nel 1927, prevedeva un massimo di 25 anni
di carcere. Nel 1966 fu inoltre sancito che la pubblicazione di "notizie
false" fosse punibile con la reclusione fino a tre anni."

Te l'ho spiegato, hai sentito?
Però se gli itailani vi votano, sticazzi, è giusto che continuiate, qui se
non si arriva allo sfascio sul serio mica si riesce a ripartire, mi pare
evidente.
Stai sicuro che noi moderati faremo di tutto per migliorare la vita di
tutti, garantire il benessere ed evitare l'annunciato disastro marxista,
come dal dopoguerra ad oggi con grande successo abbiamo fatto e relegandovi
al ruolo di patetici falliti lamentosi. Quello che mi angustia e' che
purtroppo se ne avvantaggeranno anche i parassiti marxisti come te, ma
d'altronde i gulag noi li abborriamo...
AleTV
2013-09-29 17:08:20 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Si, la sinistra ha forzato a far cadere il governo per evidenti guerre
interne al PD, aumentando per l'ennesima volta le tasse (IVA) senza
ridurre di un Euro le spese, fregandosene dei chiarissimi accordi di
Governo e cercando di espellere dal Parlamento il Leader del maggior
partito della coalizione violando palesemente la costituzione.
Post by AleTV
Mi hanno condannato si, ma chi se ne frega, è roba vecchia, e poi io ci
ho da fare il bene della mia italia!!!!! STRAROTFL
No, spiegamelo, sentiamo.
La situazione e' evidentissima per chiunque non abbia un paraocchi di
piombo da quasi vent'anni: i comunisti ex filo-sovietici dal 1994 stanno
cercando di fare un colpo di stato mascherato avvalendosi di un ampio ramo
della magistratura sotto loro diretto controllo, in pieno stile sovietico.
Ma c'avete la mailing-list del partito? E poi fate copia&incolla così
ripetete ad oltranza baggianate in modo compatto?
Post by Fatal_Error
Te l'ho spiegato, hai sentito?
Ah si scusa, dimentico che silvio sono 20 anni che si batte per il bene
della sua italia nonostante tutte le persecuzioni contro di lui, un santo,
ancora prima di schiattare.
Pst... MA VAI A CAGARE!
Post by Fatal_Error
Stai sicuro che noi moderati faremo di tutto per migliorare la vita di
tutti, garantire il benessere ed evitare l'annunciato disastro marxista,
Zi zi, spero che vinciate alle elezioni, così poi nel mentre cerco di
prendere una decisione definitiva su dove emigrare me la godrò per le
arrampicate sugli specchi che bolleranno l'immobolismo che ne conseguirà con
le solite conseguenze sul nostro debito pubblico.
Vediamo che bei tagli ci saranno alla spesa pubblica, quanto migliorerà la
lotta all'evasione fiscale e quanto caleranno le tasse e contemporaneamente
quanto si abbasserà il debito pubblico. ROTFL!!!!!!!!!!!! Ma c'avete il
santo, il martire, come capo, magari gli scappa il miracolo....
Che vi rimanga in mano a voi la miccia attaccata alla dinamite? Tanto male
che vada ci mettete 0 ms a tirar fuori la sx e a darle la colpa di tutto,
eh, ci abbiamo provate ma ormai non c'era più nulla da fare, i comunisti
sono riusciti a distruggere il paese, ehhhhhh va così, siamo addolorati.
Ma l'LSD ve lo passa il partito assieme alla tessera?
Post by Fatal_Error
come dal dopoguerra ad oggi con grande successo abbiamo fatto e
relegandovi al ruolo di patetici falliti lamentosi. Quello che mi angustia
e' che purtroppo se ne avvantaggeranno anche i parassiti marxisti come te,
ma d'altronde i gulag noi li abborriamo...
Parassita glielo dici ai politici, non a me.
Fatal_Error
2013-09-29 19:12:33 UTC
Permalink
"Fatal_Error" ha scritto nel messaggio
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
No, spiegamelo, sentiamo.
La situazione e' evidentissima per chiunque non abbia un paraocchi di
piombo da quasi vent'anni: i comunisti ex filo-sovietici dal 1994 stanno
cercando di fare un colpo di stato mascherato avvalendosi di un ampio
ramo della magistratura sotto loro diretto controllo, in pieno stile
Ma c'avete la mailing-list del partito? E poi fate copia&incolla così
ripetete ad oltranza baggianate in modo compatto?
No, noi non subiamo la catechesi nei centri sociali, non ci facciamo mettere
il bollino alle feste dell'unita', noi ragioniamo con la nostra testa...
Post by Fatal_Error
Te l'ho spiegato, hai sentito?
Ah si scusa, dimentico che silvio sono 20 anni che si batte per il bene
della sua italia nonostante tutte le persecuzioni contro di lui
Esatto, ovviamente il bene dell'Italia corrisponde al bene dell'economia, se
va bene l'economia fiorisce la pubblicita', se fiorisce la pubblicita' lui
guadagna, tutti sono contenti, dagli operai ai capitani d'industria.
Diversamente, se l'economia va male, la pubblicita' crolla ed anche le sue
imprese vanno male, si chiamano interessi convergenti! Viceversa, l'unico
interesse dei vari Soviet e' sempre stato il fallimento della nostra
economia, la rovina del modello occidentale onde instaurare sulle rovine un
bel regime comunista stile URSS. Una prassi costata il fallimento di 46
paesi su 46, persecuzioni, miseria ed oltre 100 milioni di morti ammazzati.
un santo,
Non "un santo", i santi lasciali in Chiesa, per fare il bene del paese non
servono i martiri, servono persone capaci! Berlusconi e' un grande
imprenditore ed un grande leader, il nostro leader indiscusso.
Post by Fatal_Error
Stai sicuro che noi moderati faremo di tutto per migliorare la vita di
tutti, garantire il benessere ed evitare l'annunciato disastro marxista,
Zi zi, spero che vinciate alle elezioni
Grazie, non ti deluderemo!
Parassita glielo dici ai politici, non a me.
Si, effettivamente sono stato impreciso, scientificamente appartieni ai
parassitoidi idiobionti, che paralizzano l'ospite (lo Stato) bloccandone lo
sviluppo, nutrendosi dei suoi tessuti e conducendolo a morte certa.
Fatal_Error
2013-09-29 19:12:33 UTC
Permalink
"Fatal_Error" ha scritto nel messaggio
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
No, spiegamelo, sentiamo.
La situazione e' evidentissima per chiunque non abbia un paraocchi di
piombo da quasi vent'anni: i comunisti ex filo-sovietici dal 1994 stanno
cercando di fare un colpo di stato mascherato avvalendosi di un ampio
ramo della magistratura sotto loro diretto controllo, in pieno stile
Ma c'avete la mailing-list del partito? E poi fate copia&incolla così
ripetete ad oltranza baggianate in modo compatto?
No, noi non subiamo la catechesi nei centri sociali, non ci facciamo mettere
il bollino alle feste dell'unita', noi ragioniamo con la nostra testa...
Post by Fatal_Error
Te l'ho spiegato, hai sentito?
Ah si scusa, dimentico che silvio sono 20 anni che si batte per il bene
della sua italia nonostante tutte le persecuzioni contro di lui
Esatto, ovviamente il bene dell'Italia corrisponde al bene dell'economia, se
va bene l'economia fiorisce la pubblicita', se fiorisce la pubblicita' lui
guadagna, tutti sono contenti, dagli operai ai capitani d'industria.
Diversamente, se l'economia va male, la pubblicita' crolla ed anche le sue
imprese vanno male, si chiamano interessi convergenti! Viceversa, l'unico
interesse dei vari Soviet e' sempre stato il fallimento della nostra
economia, la rovina del modello occidentale onde instaurare sulle rovine un
bel regime comunista stile URSS. Una prassi costata il fallimento di 46
paesi su 46, persecuzioni, miseria ed oltre 100 milioni di morti ammazzati.
un santo,
Non "un santo", i santi lasciali in Chiesa, per fare il bene del paese non
servono i martiri, servono persone capaci! Berlusconi e' un grande
imprenditore ed un grande leader, il nostro leader indiscusso.
Post by Fatal_Error
Stai sicuro che noi moderati faremo di tutto per migliorare la vita di
tutti, garantire il benessere ed evitare l'annunciato disastro marxista,
Zi zi, spero che vinciate alle elezioni
Grazie, non ti deluderemo!
Parassita glielo dici ai politici, non a me.
Si, effettivamente sono stato impreciso, scientificamente appartieni ai
parassitoidi idiobionti, che paralizzano l'ospite (lo Stato) bloccandone lo
sviluppo, nutrendosi dei suoi tessuti e conducendolo a morte certa.
AleTV
2013-09-29 20:07:24 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
No, noi non subiamo la catechesi nei centri sociali, non ci facciamo
mettere il bollino alle feste dell'unita', noi ragioniamo con la nostra
testa...
No no, voi *ubbidite* usando la vostra testa, il ragionamento non vi
appartiene.
Anche nel volantinaggio andate forte.
Post by Fatal_Error
Non "un santo", i santi lasciali in Chiesa, per fare il bene del paese non
servono i martiri, servono persone capaci! Berlusconi e' un grande
imprenditore ed un grande leader, il nostro leader indiscusso.
Sticazzi.
Post by Fatal_Error
Si, effettivamente sono stato impreciso, scientificamente appartieni ai
parassitoidi idiobionti, che paralizzano l'ospite (lo Stato) bloccandone
lo sviluppo, nutrendosi dei suoi tessuti e conducendolo a morte certa.
Una delle milestone del pdl, ma ti ho già detto che non faccio parte della
vostra setta.
AleTV
2013-10-02 21:32:33 UTC
Permalink
[...]
Che figura da cazzari che avete fatto, voi e il vostro lider della wallera.
Livelli di lecchinaggio mai raggiunti prima, un covo di mentecatti acefali
con forse l'unica convinzione quella che rimanendo attaccati al mezz'uomo
sia sufficiente a garantire un reddito certo per campare, e bene.
La lega sparita, più saputo nulla dopo le meravigliose esternazioni dei
giorni scorsi.
L'italia merita davvero di andare in rovina, è un atto dovuto.
E si che il 99% delle volte è ben difficile che scriva post di questo tono,
ma sono davvero basito, e trovo ancora strano che riesca a schifarmi, per
fortuna non sono ancora assuefatto.

Soviet_Mario
2013-09-29 13:31:44 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Cioè, ***oggi*** ***a legge in vigore***, i presupposti
per NON poter essere candidati ***ci sono*** però non
valgono perché la nascita del reato è vecchia?
No, proprio i presupposti NON ci sono se il fatto e'
antecedente alla entrata in vigore della "legge in
"NESSUNO può essere PUNITO se non in forza di una LEGGE
che sia entrata in vigore PRIMA del fatto commesso."
E l'essere espulsi dal Parlamento e' un'immensa punizione,
privando un cittadino dei diritti garantiti da almeno
altri 5 articoli della Costituzione.
Il governo è caduto, si ritorna alle elezioni.
Alle elezione in vostro lider con che faccia da culo si
presenterà? Spacciandosi per cosa?
Mi hanno condannato si, ma chi se ne frega, è roba vecchia,
e poi io ci ho da fare il bene della mia italia!!!!! STRAROTFL
No, spiegamelo, sentiamo.
Post by Fatal_Error
Dell'applicazione della COSTITUZIONE ITALIANA e del
DIRITTO EUROPEO, ovvero della nostra civilta', cose che
state calpestando!
ROTFL
Post by Fatal_Error
Post by AleTV
Ma che cazzo è il PDL? Un partito o una setta con a capo
quel tipo li?
Un partito votato da 10 milioni di cittadini che OGGI ha
come Leader indiscusso Silvio Berlusconi, leader che i
dieci milioni di LIBERI cittadini hanno LIBERAMENTE scelto
e difenderanno con qualsiasi mezzo da ogni tentativo di
golpe da parte degli schiavi decerebrati di qualche
mortale setta do fanatici marxisti, gli stessi LIBERI
cittadini che hanno sconfitto le brigate rosse, fatto
crollare il muro di Berlino e liberato la Germania
dell'Est. Si chiama difesa della LIBERTA', dello Stato e
della democrazia!
Siete più invasati di quelli del M5S.
Quindi adatti a tutto tranne che a far la politica di una
nazione.
no hanno solo strizza.
Strizza che una volta beccata "la testa" e senza più scudo
impunitario parlamentare, poi ridiscendano verso il basso
seguendo il tanfo del denaro sporco. E di lì a poco
comincino a raccogliere dati per poter fare retate a largo
raggio.
E' un bel casino, in una trama malavitosa dove tutti coprono
tutti, stile cosca, quando cominciano a beccare qualche
pezzo grosso coi libri contabili e le agende giuste. Quando
becchi qualche nodo della rete, gli altri nodi vicini se la
fanno addosso.
Mica è solidarietà eh ... è interesse comune a coprirsi le
spalle.
Post by AleTV
Però se gli itailani vi votano, sticazzi, è giusto che
continuiate, qui se non si arriva allo sfascio sul serio
mica si riesce a ripartire, mi pare evidente.
lo sa qualunque muratore : prima di ricostruire sul marcio,
bisogna demolire e far pulizia per bene. Solo dopo ha senso
posare il primo mattone sano
--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
Soviet_Mario
2013-09-08 17:21:56 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Dopo gli alti livelli mantenuti per anni in Europa, la domanda di solare
fotovoltaico si sposta sempre più verso oriente.
Nel primo semestre 2013 la domanda globale è stata di 15 GW, per il 60%
proveniente da quattro paesi: Germania, Stati Uniti, Cina e Giappone.
A fine 2013 Giappone e Cina dovrebbero accaparrarsi 14-15 GW su una domanda
globale di circa 35 GW.
http://www.solarbuzz.com/news/recent-findings/explosive-growth-japan-and-china-drive-annual-solar-photovoltaic-demand-above-3
questa è una cosa molto positiva. In un futuro di medio
termine una smart grid di scala semi planetaria potrebbe
bilanciare continenti dov'è giorno con quelli dov'è notte.
Certo ... rimane il buco nero dell'oceano pacifico dove non
ci sono cazzi. Ma meglio di niente.
Se si facesse un'interconnessione del genere,
contestualmente si rinuncerebbe a farci la guerra, perché
tutti terrebbero tutti gli altri per le palle
--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
AleTV
2013-09-08 17:52:11 UTC
Permalink
Se si facesse un'interconnessione del genere, contestualmente si
rinuncerebbe a farci la guerra, perché tutti terrebbero tutti gli altri
per le palle
Non credo, già oggi la globalizzazione rende una guerra planetaria una
idiozia, mica per motivi umanitari certo, ma solo per questioni economiche.
L'interconnesione di cui parli non ha senso pratico, oggi ci si sta muovendo
verso le green-economy per questioni di economia, nessuno si vorrò
sobbarcare una dipendenza intercontinentale a livello energetico finale, è
troppo pericolosa. Spostare gas, carbone, petrolio è un'altra cosa. Spostare
proprio i GWh elettrici finali è troppo strategico e rende troppo
vulnerabili, non succederà mai.
IMHO.
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-08 19:43:27 UTC
Permalink
On Sun, 08 Sep 2013 19:21:56 +0200, Soviet_Mario wrote:

...snip...
questa è una cosa molto positiva. In un futuro di medio termine una
smart grid di scala semi planetaria potrebbe bilanciare continenti dov'è
giorno con quelli dov'è notte.
Ma a quale costo ? Spostare decine di migliaia di MW per 2'000-3'000
chilometri costa parecchio (e tra parentesi, una quota di questo
costo e' rappresentato da energia, ovvero quando si parla di perdite
di energia, non si considera il costo energetico della costruzione
e della produzione dei materiali per l'impianto.
Poi c'e' l'energia spesa per "mantenere" gli operai per la manutenzione
ed i tecnci gestori della rete. E l'energia per alimentare i super-computer
necessari per controllare il tutto in tempo reale. E sicuramente mi
sono dimenticato di qualcosa.

Ha presente il detto: "Tra il dire ed il fare c'e' di mezzo il mare" ?
Come tecnico ed imprenditore, mi viene da mettermi le mani nei capelli
di fronte ai problemi tecnici, ed i costi.
Certo ... rimane il buco nero dell'oceano
pacifico dove non ci sono cazzi. Ma meglio di niente.
Se si facesse un'interconnessione del genere, contestualmente si
rinuncerebbe a farci la guerra, perché tutti terrebbero tutti gli altri
per le palle
Illuso. La soluzione probabile e' uno polizia (USA ?) mondiale.

Iraq cosa insegna ?
Anzi una rete elettrica mondiale aumenterebbe le scuse per governi
"interventisti": basta affermare che sono in pericolo gli apporti
energetici strategici di energia elettrica.

Ed il fatto che l'energia elettrica "fornita" a rigore non sia di
proprieta' della potenza mondiale interventista, non ha alcuna
rilevanza: di chi era la proprieta' dei pozzi petroliferi in Iraq ?

Ecco forse spiegato l'entusiamo dei politici piu' reazionariamente
anti-ambientalisti, ma favorevoli alla "rete intelligente"
inter-mondiale (tante e' che consulenti notoriamente pagati dagli
stessi finanziatori di questi politici, si spertiano a favore di
queste reti.

Sveglia, perche' qui fregano anche gli ultimi rifugi politici.
Luca P.
2013-09-09 17:55:47 UTC
Permalink
Post by Soviet_Mario
questa è una cosa molto positiva. In un futuro di medio
termine una smart grid di scala semi planetaria potrebbe
bilanciare continenti dov'è giorno con quelli dov'è notte.
Beh, mi sa un po' di fantascienza ma quantomeno l'energia irradiata dal
sole sarebbe più che sufficiente per poterlo fare.
Post by Soviet_Mario
Certo ... rimane il buco nero dell'oceano pacifico dove non
ci sono cazzi. Ma meglio di niente.
Se si facesse un'interconnessione del genere,
contestualmente si rinuncerebbe a farci la guerra, perché
tutti terrebbero tutti gli altri per le palle
Io mi accontenterei di una rete interconnessa europea (e relativo mercato),
cosa sulla quale in effetti stanno lavorando.
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-09 00:50:36 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Dopo gli alti livelli mantenuti per anni in Europa, la domanda di solare
fotovoltaico si sposta sempre più verso oriente.
Nel primo semestre 2013 la domanda globale è stata di 15 GW, per il 60%
proveniente da quattro paesi: Germania, Stati Uniti, Cina e Giappone.
Divagando, la potenza installata in Italia a fine 2012 di 16,42 GW(e),
tenendo conto che era di 12,77 GW(e) a fine 2011, ha prodotto 18,86
TW*h nel 2012 (a partire dai 10,80 TW*h del 2011). Se poi consideriamo
che al 31 Luglio la potenza installate pare essere di 17,33 GW(e),
si evidenzia una spianamento della potenza intorno ai 17,5 GW(e).

Notare che dai grafici forniti dal GSE come il numero di impianti continua
a crescere con pendenza relativamente costante. Questo mi fa presumere che
i rivenditori porta-a-porta di impianti fotovoltaici domestici continuano
a mietere, ma la potenza cumulata da questi impianti (per un totale
meno del 3% della potenza installata) non riesce piu' a smuovere il totale
della potenza risultante dal cumulo dei grossi impianti.

Tutta questa chiaccherata per dire che in sostanza ci sono segni per
cui il fotovoltaico in Italia non raggiungera' i 18 GW(e) (salvo
che non abbia capito come funziona il conto energia) entro i prossimi
anni.

Dai dati del dispacciamento mensile del 31 Agosto si ricava che nei la
produzione dei primi 8 mesi del 2013 e' cresciuta del 20% rispetto ai
primi 8 mesi del 2012. I primi 8 mesi del 2013 fanno 10,47 TW*h.
Tutte queste cifre mi fanno stimare che la produzione fotovoltaica
dovrebbe essere inferiore ai 20 TW*h, con occasionali anni fino a 24 TW*h
(ma non ci si puo' contare).

Insomma, queste cifre si riferiscono al 6,7% del consumo in Italia ovvero
alla produzione di 3 grosse centrali termoelettriche da 850 MW cadauno.

Che sia insomma chiaro che questo decennio di attivismo rinnovabilista e
cosidetto ambientalista, con l'ennesima troncatura del nucleare, e un
apparentemente ("apparenza" e' la definizione chiave) poderoso incremento
della produzione rinnovabile, e' alla fine valso solo lo spegnimento
di solo 3 centrali termoelettriche.

In questo stesso periodo, sono state costruite nuove centrali
termoelettriche per ben 7 volte questa potenza.

A questo punto suggerisco alle persone oneste (ovvero quelle disposte
a meditare su questi dati di rileggersi il seguente articolo. Premetto
pero' subito che "fallito" e' riferito alla centrale termoelettrica, non
a quella nucleare messa in naftalina (e che puo' ancora oggi essere
rifinita negli ultimi particolari e messa in funzione per la prima
volta: Sogin non l'ha smantellata per che non c'e' nulla da smantellare
di radioattivo).

http://www.corriere.it/cronache/09_luglio_13/centrale_montalto_35c5bb7c-6f6e-11de-bf72-00144f02aabc.shtml

Alcune sottolineature e precisazioni:

"Per prima cosa la chiusura delle centrali in attività. I quesiti
referendari non avrebbero in teoria obbligato l'Enel a fermare i
reattori. Ma il Psi e la Dc, con l'appoggio del Pci, interpretarono
così la volontà politica degli elettori."

E' corretto evidenziare che quella di interpretare la volonta' politica
degli elettori in base al risultato del referendum come una uscita
immediata dal nucleare, costi quel costi, e crepi pantalone, e' stata
*interpretata* dai politici (ed ovviamente dagli antinuclearisti) come
una tale volonta' ma non era in alcun modo *scritta* nei referendum.
Anzi, semmai, l'abrogazione vinta nel 2do quesito "nucleare", di una legge
risarcitoria, ha spianato ad ENEL proprio la costruzione della grossa
centrale termoelettrica a combustibile "sporco", cosa che non aveva
alcuna attinenza con lo "spegnere il nucleare". Insomma, gli elettori
italiani paiono cosi' facili da manovrare a favore di interessi da
"affari".

"E il referendum del 1987 passò con un consenso mai registrato prima."

Questo non descrive correttamente. Su 45'870 mila elettori, i SI per i
tre quesiti sono stati:
1) Localizzazione centrali = 20'984 mila
2) Contributi enti locali = 20'619 mila
3) ENEL e nucleare estero = 18'796 mila (abbiamo 2 milioni di ipocriti)

con percentuali (sugli elettori italiani) che vanno dal 45,8% (quindi
meno della meta') per il primo quesito al 41,0% per il terzo quesito.
Che sia chiaro a tutti i bugiardi che parlano di decisione "schiacciante"
che gli elettori che hanno votato SI, da soli non bastavano per
raggiungere il quorum di validita' del 50%.

Guardiamo invece i risultati del referendum abrogativo del 1974:

su 37'647 mila elettori, hanno preso la decisione vincente (in questo caso
e' stato un chiaro NO) ben 19'138 elettori pari al 50,48%.
Insomma, se il quorum fosse stato necessario per il "NO", in questo caso
sarebbe stato raggiunto anche dalla sola partecipazione dei "vincenti" del
NO.

Se anche non si accetta "questo" paragone, allora ecco l'affluenza delle
urne:

1974 ha partecipato il 87,7%
1987 ha partecipato dal 80,6% al 71,9% per i tre quesiti.

Ora che sapete questo rileggete la frase del Corriere:

"E il referendum del 1987 passò con un consenso mai registrato prima."

E' vero che fermandosi a "consenso" quello del 1974 semmai e'
l'opposto, ma voglio evidenziare come "consenso" non e' sinonimo di
espressione di "partecipazione popolare". Nel 1974 la partecipazione
al "risultato" referendario (anche se negativo) e' stato ben
superiore a quel del 1987. Insomma, nessuno puo' negare che l'ipotesi
di abrogazione della legge del divorzio aveva riscosso un maggiore
interesse popolare e partecipazione dei quesiti antireferendari.


Tornando al resto dell'articolo del Corriere, pare evidente che per
la seconda volta, le forze pro-termoelettrico hanno per la seconda
volta giocato a strumentalizzare l'appoggio degli antinuclearisti
ai loro scopi. Solo che questa volta (essendo la seconda volta)
dovevano in qualche modo dare un contentino (anche per tutto il can-can
del protocollo di Kyoto prima e poi del cambiamento climatico
dopo). E che si trattava di un contentino e' evidente nel come hanno
accuratamente "ritagliato" una fonte "prima" come energia rinnovabile,
privilegiandola oltretutto con un incentivo irresistibile.
Questo e' il fotovoltaico, il cui costo avrebbe garantito una produzione
limitata alla capacita' di spesa dei consumatori elettrici (un
valore di 20 TW*h annui incentivati e' il limite della "pacifica"
tollerabilita' dei consumatori italiani, oltre sarebbero piovute forti
proteste, o peggio, scelte elettorali "anti-casta".
E la paura verso il solare termodinamico era tale che "veri" incentivi
(e mai paragonabili al fotovoltaico, come invece fatto in Spagna)
verso il solare termodinamico sono stati congelati per anni, salvo
un "contentino" (ma limitato in "potenza", che non sia mai che venga
preso d'interesse) solo di recente. Se veramente il fotovoltaico fosse
superiore al solare termodinamico, perche' non e' stato fatto competere
ad armi pari, lasciando che il mercato scegliesse la convenienza
economica (che in Italia puo' ben essere diversa, ad esempio, della
Germani. E la differenza non e' solo climatica, ma anche di un diverso
sistema industriale).

Ma tant'e', ora siamo alla chiusura di questo secondo ciclo e si puo'
tirare le somme.
Come dicevano i romani antichi: "Cui prodest ?"

Se guardiamo i risultati, secondo voi, chi ci ha guadagnato ?
L'ambiente ? O i rivenditori di gas ?
Post by Luca P.
A fine 2013 Giappone e Cina dovrebbero accaparrarsi 14-15 GW su una
domanda globale di circa 35 GW.
http://www.solarbuzz.com/news/recent-findings/explosive-growth-japan-and-china-drive-annual-solar-photovoltaic-demand-above-3
Qui iniziano con:

"Strong risk to solar PV supply-chain at year-end if Japan and China
project pipelines fail to materialize"

[Forte rischio per la filiera solare fotovoltaica se a fine anno la filiera
di progetti del Giappone e della Cina non si materializzano.]

Insomma, tutte le previsioni "esplosive" dipendono da scelte ancora
incerte.
Luca P.
2013-09-09 17:55:45 UTC
Permalink
Sun, 08 Sep 2013 19:50:36 -0500, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Dai dati del dispacciamento mensile del 31 Agosto si ricava che nei la
produzione dei primi 8 mesi del 2013 e' cresciuta del 20% rispetto ai
primi 8 mesi del 2012. I primi 8 mesi del 2013 fanno 10,47 TW*h.
Non ho capito da dove arrivano fuori 'sti numeri. Io fino ad agosto 2013
leggo 16,548 TWh.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Tutte queste cifre mi fanno stimare che la produzione fotovoltaica
dovrebbe essere inferiore ai 20 TW*h, con occasionali anni fino a 24 TW*h
(ma non ci si puo' contare).
Se facesse un autunno piovoso come lo scorso anno la produzione del 2013
sarebbe già intorno ai 21 TWh. Se c'è più sole arriverà almeno a 22 TWh.

L'anno successivo continuerà ad aumentare leggermente in funzione della
nuova potenza già installata quest'anno (sempre che non venga un diluvio
continuo). Poi bisognerà vedere cosa si muove al di fuori del CE.

Comunque ormai anche in anni con scarsa produttività (1200 ore) l'energia
prodotta sarebbe sopra i 20 TWh (17,5 GW * 1200 = 21 TWh).
Post by Roberto Deboni DMIsr
Insomma, queste cifre si riferiscono al 6,7% del consumo in Italia ovvero
alla produzione di 3 grosse centrali termoelettriche da 850 MW cadauno.
Si, 3 grosse centrali che funzionano in modo quasi continuo, però. La
produttività media del parco termoelettrico italiano è ben più bassa.

A prescindere dalle potenze impiegate, 20 TWh sono 20 TWh. Appena tre anni
fa venivano prodotti bruciando combustibili fossili, oggi vengono prodotti
col...sole. A pensarci sembra ancora una cosa strana, ma è così.

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
"Strong risk to solar PV supply-chain at year-end if Japan and China
project pipelines fail to materialize"
[Forte rischio per la filiera solare fotovoltaica se a fine anno la filiera
di progetti del Giappone e della Cina non si materializzano.]
Insomma, tutte le previsioni "esplosive" dipendono da scelte ancora
incerte.
Se quelli di Solarbuzz fossero in grado di prevedere il futuro con
certezza, farebbero i miliardi e sarebbero venerati come dei.

Comunque sia un paese enorme come la Cina, che in termini assoluti è già il
primo produttore di energia eolica al mondo, mi sembra inevitabile che
diventi anche il primo produttore di energia solare.

Il settore fotovoltaico è sempre stato ad alto rischio a causa
dell'eccessiva concentrazione della domanda su pochi mercati.
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-09 22:43:45 UTC
Permalink
Post by Luca P.
[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Dai dati del dispacciamento mensile del 31 Agosto si ricava che nei la
produzione dei primi 8 mesi del 2013 e' cresciuta del 20% rispetto ai
primi 8 mesi del 2012. I primi 8 mesi del 2013 fanno 10,47 TW*h.
Non ho capito da dove arrivano fuori 'sti numeri. Io fino ad agosto 2013
leggo 16,548 TWh.
Infatti, 16,55 TW*h (per chiarezza). Il valore che ho citato di 10,47
TW*h e' la riga sopra (eolico). In effetti mi pareva poco, ho fatto
alcune proporzioni e come vede ho corretto verso l'estremo alto.
Post by Luca P.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Tutte queste cifre mi fanno stimare che la produzione fotovoltaica
dovrebbe essere inferiore ai 20 TW*h, con occasionali anni fino a 24
TW*h (ma non ci si puo' contare).
Se facesse un autunno piovoso come lo scorso anno la produzione del 2013
sarebbe già intorno ai 21 TWh. Se c'è più sole arriverà almeno a 22 TWh.
Ci stiamo, dai 20 TW*h si potrebbe arrivare ai 22 TW*h.
Pero' ribadisco, "non ci si puo' contare". Se arriva, bene, altrimenti
"ciccia".
Post by Luca P.
L'anno successivo continuerà ad aumentare leggermente in funzione della
nuova potenza già installata quest'anno (sempre che non venga un diluvio
continuo). Poi bisognerà vedere cosa si muove al di fuori del CE.
Comunque ormai anche in anni con scarsa produttività (1200 ore)
l'energia prodotta sarebbe sopra i 20 TWh (17,5 GW * 1200 = 21 TWh).
Il valore che lei ha indicato e' pur sempre riferito ad installazioni
"canoniche". Ma se il modulo e' orientato su falda decisamente ad
Est od Ovest ? E poi ci sono i guasti, le proteste di chi non e'
pagato, ed i rifiuti da parte di Terna.
Post by Luca P.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Insomma, queste cifre si riferiscono al 6,7% del consumo in Italia
ovvero alla produzione di 3 grosse centrali termoelettriche da 850 MW
cadauno.
Si, 3 grosse centrali che funzionano in modo quasi continuo, però. La
produttività media del parco termoelettrico italiano è ben più bassa.
Lei ha spiegato PERCHE' le 3 centrali termoelettriche producono quanto
tutto quel po'po' di fotovoltaico. Ma l'ha messa come un "non e' giusto".
Ciononostante, la sostanza delle cose non cambia: tutta questa fatica
durato dieci anni corrisponde a solo 3 centrali termoelettriche "evitate"
quando nel frattempo sono costruite 10 volte di piu'.
Il nucleare avrebbe invece stroncato tutto questo nuovo termoelettriche
e le relative importazioni.
Post by Luca P.
A prescindere dalle potenze impiegate, 20 TWh sono 20 TWh.
Che pero' vanno raffrontati a 320 TW*h.
Non facciamo il solito giochetto di sbattere i grossi numeri "da soli",
come se valessero per conto proprio. Se si cita una produzione totale
nazionale di una fonte, la si paragona con il consumo totale nazionale.
Post by Luca P.
Appena tre
anni fa venivano prodotti bruciando combustibili fossili, oggi vengono
prodotti col...sole. A pensarci sembra ancora una cosa strana, ma è
così.
Non ci vedo nulla di strano (visto che gia' dalla fine degli anni '70
prefiguravo una Italia coperta da centrali solari termodinamiche ad
integrare l'esistente nucleare piu' Montalto di Castro.
Invece e' stato fatto altro.
L'alternativa ambientalista e' stata usata come foglie di fico per far
credere che il nucleare veniva "abrogato" per sostituirlo con fonti
rinnovabili e non con centrali termoelettriche pure a carbone od olio
combustibile (la definerei la beffa di Montalto di Castro, pagato con
la vita di migliaia di viterbesi - in base a semplici proporzioni da
un documento di Greenpeace riferito a tutta la EU).

Ma non riuscite a convincermi dell'opportunita!
Aziende straniere sono venute in Italia, hanno installato i loro prodotti,
registrato la loro proprieta' ed ora per 20 anni si portano a casa i
nostri soldi. Finche' e' libero mercato, passi: ma qui si tratta di
sovvenzioni! Questo non e' libero mercato, e neanche imbecillita'.
Questa e' corruzione evidente e sfacciata, fatta sotto il naso del
elettorato. Peccato che per questa vicenda non ci sia un "Di Pietro
a Milano" con un adatto teorema.
Post by Luca P.
[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
"Strong risk to solar PV supply-chain at year-end if Japan and China
project pipelines fail to materialize"
[Forte rischio per la filiera solare fotovoltaica se a fine anno la
filiera di progetti del Giappone e della Cina non si materializzano.]
Insomma, tutte le previsioni "esplosive" dipendono da scelte ancora
incerte.
Se quelli di Solarbuzz fossero in grado di prevedere il futuro con
certezza, farebbero i miliardi e sarebbero venerati come dei.
Comunque sia un paese enorme come la Cina, che in termini assoluti è già
il primo produttore di energia eolica al mondo, mi sembra inevitabile
che diventi anche il primo produttore di energia solare.
Certamente, piu' che possibile, quello che per loro sarebbe "l'hobby
del figlio del primo ministro" per l'Italia potrebbe essere il
raddoppio della produzione nazionale.

Ma la questione e' un altra: a non cosa ne viene di tutto questo ?

Riduzione delle emissioni mondiali di CO2 ?
A tale proposito e' certo (e non serve sfera di cristallo) che fara'
100 volte di piu' il nucleare in programma ed in costruzione.

Se almeno l'Italia avesse una industria fotovoltaica meritevole di
tale nome (come l'aveva la Germania), avrebbe almeno un senso.
Ma cosi', a che gioco giochiamo ? Quello del fesso e piu' fesso ?
Post by Luca P.
Il settore fotovoltaico è sempre stato ad alto rischio a causa
dell'eccessiva concentrazione della domanda su pochi mercati.
Il mercato elettronico ha subito un rallentamento.
Il boom fotovoltaico e' stato inventato ad arte "anche" (le cose attuali
nel mondo avvengono per un cumulo di motivi, non per UNO solo) per
dare fiato alla filiera che alimenta il settore dei semiconduttori.
Luca P.
2013-09-10 19:34:01 UTC
Permalink
Mon, 09 Sep 2013 17:43:45 -0500, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
Comunque ormai anche in anni con scarsa produttività (1200 ore)
l'energia prodotta sarebbe sopra i 20 TWh (17,5 GW * 1200 = 21 TWh).
Il valore che lei ha indicato e' pur sempre riferito ad installazioni
"canoniche". Ma se il modulo e' orientato su falda decisamente ad
Est od Ovest ? E poi ci sono i guasti, le proteste di chi non e'
pagato, ed i rifiuti da parte di Terna.
Discorso già fatto. Io non mi riferisco a produttività teoriche di singoli
impianti ma ai dati di produttività _effettiva_ di _tutto_ il parco
fotovoltaico italiano così come riportati nelle statistiche dal GSE
basandosi sui dati reali di produzione.

2010 --> 1195 ore
2011 --> 1325
2012 --> 1312

Nel 2013, facendo una proiezione della situazione attuale, dovremmo essere
sulle 1290 ore. Se in autunno piove molto come lo scorso anno, farà circa
1250, se piove poco, 1320.

Nonostante il 2010 sia stato un anno molto piovoso, sembra che con il boom
di installazioni del 2011 la produttività abbia avuto un "salto",
probabilmente causato dalla maggiore presenza di impianti a terra che in
genere sono più produttivi di quelli su tetto (oltre che da una piccola
presenza di impianti ad inseguimento).
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
Si, 3 grosse centrali che funzionano in modo quasi continuo, però. La
produttività media del parco termoelettrico italiano è ben più bassa.
Lei ha spiegato PERCHE' le 3 centrali termoelettriche producono quanto
tutto quel po'po' di fotovoltaico. Ma l'ha messa come un "non e' giusto".
No, non è chiaro. Meglio dire che corrisponde a tre grandi centrali
nucleari di ultima generazione, almeno lì la continuità di produzione c'è
per forza.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ciononostante, la sostanza delle cose non cambia: tutta questa fatica
durato dieci anni corrisponde a solo 3 centrali termoelettriche "evitate"
quando nel frattempo sono costruite 10 volte di piu'.
Il nucleare avrebbe invece stroncato tutto questo nuovo termoelettriche
e le relative importazioni.
Ma 10 anni de che? Il fotovoltaico nel 2010 produceva ancora solo lo 0,6%
dei consumi totali.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
A prescindere dalle potenze impiegate, 20 TWh sono 20 TWh.
Che pero' vanno raffrontati a 320 TW*h.
Non facciamo il solito giochetto di sbattere i grossi numeri "da soli",
come se valessero per conto proprio. Se si cita una produzione totale
nazionale di una fonte, la si paragona con il consumo totale nazionale.
Perché, se si dice che il fotovoltaico da solo in pochissimo tempo è
arrivato a coprire ben il 6-7% dei consumi nazionali, fa meno effetto?

Comunque per rendere meglio il valore di quella produzione si possono fare
anche dei paragoni. Ad esempio si può dire che in Italia il fotovoltaico IN
TRE ANNI è riuscito ad esprimere una produzione annuale che è IL DOPPIO di
quella raggiunta dal nucleare in 23 ANNI di utilizzo (dal 1963 al 1986).
Se poi vogliamo considerare tutte le energie rinnovabili, non ne
parliamo...

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Aziende straniere sono venute in Italia, hanno installato i loro prodotti,
registrato la loro proprieta' ed ora per 20 anni si portano a casa i
nostri soldi. Finche' e' libero mercato, passi: ma qui si tratta di
sovvenzioni!
E pensare che nel Regno Unito vogliono costruire nuove centrali nucleari
con tecnologia straniera, imprese costruttrici straniere, gestione
straniera e con incentivi statali che ovviamente andranno a stranieri. Che
fessi!

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Riduzione delle emissioni mondiali di CO2 ?
A tale proposito e' certo (e non serve sfera di cristallo) che fara'
100 volte di piu' il nucleare in programma ed in costruzione.
Non sono aggiornato sui programmi cinesi. Ma se un paese minuscolo come la
Germania pensa di installare 50 GW di fotovoltaico nel 2020, quanti ne può
installare la Cina?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se almeno l'Italia avesse una industria fotovoltaica meritevole di
tale nome (come l'aveva la Germania), avrebbe almeno un senso.
Ma cosi', a che gioco giochiamo ? Quello del fesso e piu' fesso ?
A me piacciono le uova, ma non ho le galline in cortile. Devo smettere di
mangiare le uova?
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-11 00:16:47 UTC
Permalink
Post by Luca P.
[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
Comunque ormai anche in anni con scarsa produttività (1200 ore)
l'energia prodotta sarebbe sopra i 20 TWh (17,5 GW * 1200 = 21 TWh).
Il valore che lei ha indicato e' pur sempre riferito ad installazioni
"canoniche". Ma se il modulo e' orientato su falda decisamente ad Est
od Ovest ? E poi ci sono i guasti, le proteste di chi non e' pagato, ed
i rifiuti da parte di Terna.
Discorso già fatto. Io non mi riferisco a produttività teoriche di
singoli impianti ma ai dati di produttività _effettiva_ di _tutto_ il
parco fotovoltaico italiano così come riportati nelle statistiche dal
GSE basandosi sui dati reali di produzione.
2010 --> 1195 ore
2011 --> 1325
2012 --> 1312
Nel 2013, facendo una proiezione della situazione attuale, dovremmo
essere sulle 1290 ore. Se in autunno piove molto come lo scorso anno,
farà circa 1250, se piove poco, 1320.
Sono incerto. I casi sono due:

- o si tratta della conseguenza della marginalita' del fotovoltaico
domestico (3% di potenza) ed il fatto che svariati impianti industriali
sono ad inseguimento almeno ad un asse

- oppure lei ha esposto qualcosa che potrebbe essere il segno di una
delle tante applicazione di certa inventiva italiana ... che nel caso
piu' "onesto" e' pagari dell'aggiunta di un paio di moduli in piu',
ma in altri casi potrebbe essere l'iniezione di energia elettrica di
altra provenienza o semplicemente la classica manipolazione del
misuratore elettrico ...

Sono depresso, perche' costretto a scrivere questo sapendo che in questo
paese e' pure plausibile. E mi fa male che e' dovuto principalmente
all'inerzia di chi dovrebbe controllare.

A proposito, quando alla RAI hanno iniziato la campagna dei servizi
scandalizzanti sui falsi invalidi (tipo i ciechi che ci vedono), perche'
nella notizia non si nominano i funzionari e medici coinvolti ?
Come se questi "falsi" invalidi fossero riusciti a farla in barba
a medici e periti dell'INAIL e dell'INPS ?
Post by Luca P.
Nonostante il 2010 sia stato un anno molto piovoso, sembra che con il
boom di installazioni del 2011 la produttività abbia avuto un "salto",
probabilmente causato dalla maggiore presenza di impianti a terra che in
genere sono più produttivi di quelli su tetto (oltre che da una piccola
presenza di impianti ad inseguimento).
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
Si, 3 grosse centrali che funzionano in modo quasi continuo, però. La
produttività media del parco termoelettrico italiano è ben più bassa.
Lei ha spiegato PERCHE' le 3 centrali termoelettriche producono quanto
tutto quel po'po' di fotovoltaico. Ma l'ha messa come un "non e' giusto".
No, non è chiaro. Meglio dire che corrisponde a tre grandi centrali
nucleari di ultima generazione, almeno lì la continuità di produzione
c'è per forza.
Piu' della meta' della potenza termoelettrica italiana OPERA a ciclo
continuo (salvo fermi tecnici per manutenzione ed i guasti)!
Post by Luca P.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ciononostante, la sostanza delle cose non cambia: tutta questa fatica
durata dieci anni corrisponde a solo 3 centrali termoelettriche
"evitate" quando nel frattempo sono costruite 10 volte di piu'. Il
nucleare avrebbe invece stroncato tutto questo nuovo termoelettriche e
le relative importazioni.
Ma 10 anni de che? Il fotovoltaico nel 2010 produceva ancora solo lo
0,6% dei consumi totali.
Dieci anni da quando e' cominciata la manfrina V 2.0 (dopo la bidonata
degli anni '80 versione V 1.0). Ho raccontato la storia (ed i maneggi
indicando anche quando e' stato "ritagliato" in evidenza SOLO il
fotovoltaico) in questo NG (ora non la ritrovo, ma appena ho voglia
faccio le ricerche) ed e' cominciata subito dopo il 2000.
Post by Luca P.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
A prescindere dalle potenze impiegate, 20 TWh sono 20 TWh.
Che pero' vanno raffrontati a 320 TW*h. Non facciamo il solito
giochetto di sbattere i grossi numeri "da soli", come se valessero per
conto proprio. Se si cita una produzione totale nazionale di una fonte,
la si paragona con il consumo totale nazionale.
Perché, se si dice che il fotovoltaico da solo in pochissimo tempo è
arrivato a coprire ben il 6-7% dei consumi nazionali, fa meno effetto?
Si, rende evidente che l'obbiettivo del 20% non e' stato raggiunto.
Mi ricordo benissimo come si e' giustificato l'antinuclearismo.
Dopotutto si doveva contestare la necessita' di produzione da parte
di 6,4 GW di nucleare + altri 6,4 GW opzionali. Ergo le nuove
rinnovabili dovevano essere dello stesso ordine (altrimenti i sostenitori
dell'opzione nucleare avrebbero avuto buon gioco a dire che il rinnovabile
proposto era insufficiente per stornare il termoelettrico che avanzava).

Solo poi, direi a cominciare subito dopo Fukushima (quando ogni dibattito
e' cessato, il nucleare ormai preso come "impresentabile"), si e'
cominciato a mescolare i conti, affermando che si trattava di un obbiettivo
misto ad integrazione dell'idroelettrico esistente (e sono piovute le
notizie che presentevano presunti record, sempre includendo l'idroelettrico
classico ed il geotermoelettrico storico).
Post by Luca P.
Comunque per rendere meglio il valore di quella produzione si possono
fare anche dei paragoni. Ad esempio si può dire che in Italia il
fotovoltaico IN TRE ANNI è riuscito ad esprimere una produzione annuale
che è IL DOPPIO di quella raggiunta dal nucleare in 23 ANNI di utilizzo
(dal 1963 al 1986).
Considerando che lei ha incluso almeno un ventennio di sperimentazione
nucleare (al contrario del fotovoltaico che e' una tecnologia consolidata
dagli stessi anni di cui alla Truffa ambientalistica V 1.0 e quindi il suo
"boom" l'ha avuto 30 anni dopo. Il fatto che l'Italia e' stata
all'avanguardia mondiale nel nucleare, non vi dice nulla ?

Anzi, proprio visto che il boom fotovoltaico e' iniziato 30 anni dopo
che la sua tecnologia si e' consolidata (ad oggi il grosso del fotovoltaico
si basa sulla identica tecnologia cristallina del silicio degli anni '80)
mi pare giusto dare pari tempo al nucleare per passare dai PROTOTIPI
alla produzione di massa, dunque 1960+30 = 1990 ... ma guarda ?!
E' proprio quello che stava per accadere, dopo l'esperienza di Caorso,
con Montalto di Castro (e le altre centrali gia' sulla carta da
costruire in sequenza) si iniziava a fare sul serio. Provi a guardare
QUANDO la Francia ha iniziato a fare sul serio con il nucleare.

Le risparmio la fatica di fare i conti: nel 1987 l'ENEL era solo un'anno
lontano dall'avere una potenza in rete di 2860 MW nucleari
(Caorso+Montalto di Castro) che significa, con un modesto fattore di
capacita' del 85% una produzione di 21,3 TW*h/anno.
Insomma, prima ancora di chiudere i 30 anni di periodo di "apprendimento"
il nucleare avrebbe gia' raggiunta la produzione che il fotovoltaico ha
raggiunto solo ora (i suoi 30 TW*h sono ancora tutti da verificare,
mentre che negli anni '90 2860 MW nucleare potevano produrre
21,3 TW*h/anno era solo un problema di gestione industriale (e l'Italia
aveva dimostrato di sapere fare, nonostante che voi calcate sui
problemi dei prototipi, che per chi vive e lavora di industria non sono
nulla di anomalo).

E scrivo tutto questo senza concedere il giochetto del nucleare contro
le rinnovabili. Si tratta di un giochetto dei due litiganti organizzato
dall'unico che ci guadagna: i rivenditori di combustibili fossili
e quelli che ricevono bustarelle o a cui gli vengono pagate le campagne
elettorali da questa lobby (l'unica che puo' permettersi di pagare
le campagne elettorali di almeno un centinaio di parlamentari).
Post by Luca P.
Se poi vogliamo considerare tutte le energie
rinnovabili, non ne parliamo...
Sbaglio o anche lei considera il nucleare in competizione con le
rinnovabili ? Mi scusi, ma e' veramente cosi' ottuso ? (sono stanco
di questo giochetto nucleare contro solare, e non so come esprimere
parimenti il livello elevato di mia costernazione anche a costo di
rischiare una sua querela)

Se io do' addosso al fotovoltaico non e' AFFATTO perche' presuntivamente
dovrebbe avere danneggiato gli interessi di una opzione nucleare.
Qualsias tecnico che si ritenga un minimo serio (o informato, se preferisce)
sa benissimo che il nucleare non e' affatto in competizione con il
fotovoltaico.

Do' addosso al fotovoltaico, perche' IN Italia e' la peggiore soluzione
come ritorno economico complessivo di alternative competitive.
E una di queste alternative competitive e' il solare termodinamico, NON
il nucleare. Il nucleare ha una sua nicchia di mercato, in cui il
fotovoltaico (da solo) non e' neanche lontanamente in grado di
competere. Viceversa, il nucleare e' scarsamente competitivo se dovesse
operare SOLO per coprire la domanda di punta.

Insomma chi continua a tirare in ballo un paragone nucleare verso
rinnovabili proprio non pare di avere capito nulla sulla struttura
e l'andamento dei consumi elettrici di tutti i paesi industrializzati
(e non solo l'Italia).


Ma andiamo a guardare meglio il vero competitore del fotovoltaico (anche
senza considerare gli aspetti industriali, che detta fuori dai denti, ai
Verdi non e' mai interessato) il solare termodinamico. Ebbene, alla fine,
oggi come fa il fotovoltaico a competere al solare termodinamico (se ci
fosse) ? Grazie al supporti di speciali centrali termoelettriche ad
intervento rapido. I cui gestori, a proposito, che prima coprivano tutto
il consumo di punta, si sono anche lamentati che da quando c'e' il
fotovoltaico, non operano piu' abbastanza ore e quindi chiedono di essere
pagati di piu'. E occorre accettare (almeno fino a che stanno sotto
il costo dell'energia proveniente dagli accumulatori elettrici) perche'
altrimenti avremo un blackout ogni volta che c'e' nuvolo.

Ergo, tra un solare termodinamico di ultima generazione (esistenti da
10 anni, ovvero da quanto e' iniziata l'avventura fotovoltaica), che NON
ha bisogno di centrali termoelettriche ad intervento rapido ed il
fotovoltaico, secondo lei i gestori del termoelettrico chi preferirebbero ?

Cui prodest ? E Rasoio di Occam.

La spiegazione piu' semplice di chi ha "influenzato" quei parlamentari
(o i loro consulenti ?) che hanno cancellato il solare termodinamico
(non sono riuscito ancora a trovare i nomi, perche' persi negli atti di
alcuni Consigli di Ministri) della applicazione della direttiva CEE,
e' che sono gli interessati, per un verso o l'altro, al termoelettrico.
Consideriamo che:
- il termoelettrico ha un giro d'affari da capogiro e quindi ha i mezzi
(quali mezzi ha un solare termodinamico che non esiste ?)
- il fotovoltaico e' una tecnologia usata da un trentennio dall'industria
petrolifera (quindi hanno stretti rapporti con i maggiori rivenditori)
- il fotovoltaico ha bisogno dell'assistenza di centrali ad avvio
rapido
- e' noto fin da tempi di Mattei e dell'ENI della influenza della
industria petrolifera sulla politica italiana (e non solo della DC, ma
forse specialmente con i partiti minori)
- ed e' noto anche di legami tra industriali del settore e dei media
(e quindi chi e' "amico" della lobby, ha tutti gli spazi televisivi
ed editoriali che gli servono)

Insomma, non comprendo perche' siamo in cosi' pochi ad arrivare alla
ovvia conclusione di "chi" ha "voluto" "cosa".

Ma e' cosi' difficile vedere che non puo' essere banale complottismo ?
Post by Luca P.
[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Aziende straniere sono venute in Italia, hanno installato i loro
prodotti, registrato la loro proprieta' ed ora per 20 anni si portano a
casa i nostri soldi. Finche' e' libero mercato, passi: ma qui si tratta
di sovvenzioni!
E pensare che nel Regno Unito vogliono costruire nuove centrali nucleari
con tecnologia straniera, imprese costruttrici straniere, gestione
straniera e con incentivi statali che ovviamente andranno a stranieri.
Che fessi!
Niente affatto.

E mi sorprende ancora una volta in un modo che mi costerna.
E' evidente che ha colto il problema del fotovoltaico, e quindi ha
trovato un interessante paragone. Ma non ha per nulla colto lo schema
generale.

Nel caso del fotovoltaico, c'e' una alternativa valida (anzi migliore
se facciamo mente alla capacita' di accumulo fino a 15 ore), il solare
termodinamico. Arrivo ad affermare che anche se mi dimostrasse in modo
convincente che il solare termodinamico avesse una resa un 10-20%
inferiore al fotovoltaico, a causa della situazione industriale
italiana, se oggi avessimo 17 GW(e) di solare termodinamico invece di
17 GW(p) di fotovoltaico, l'economia generale italiana avrebbe
ricavato (e continuerebbe a ricavare) circa il doppio (o meglio
sarebbe in positivo invece di essere in perdita).

Gia', perche' l'Italia sta perdendo soldi a causa del fotovoltaico.


Ed ora guardiamo agli inglesi: quale sarebbe l'alternativa al nucleare ?

In sostanza gli inglesi sono costretti a fare buon visto a cattivo gioco
(sarebbe anche da indagare come mai gli inglesi, che a suo tempo erano
anche all'avanguardia nel nucleare, insieme agli italiani, oggi paiono
essere cosi' "imberbi").

E questa sua domanda ci porta a porre la stessa domanda per l'Italia:

Quale alternativa ha l'Italia alla produzione termoelettrica di base
(quella che opera 24h/24h) ? Mi risparmi la barzelletta delle
rinnovabili (a parte l'idroelettrico fluente, che ha la sua fetta
piu' o meno uguale dai tempi di Mussolini).

Anzi, quello che lei scrive, vale tanto piu' per il termoelettrico!
Fatto 100 il costo totale del kW*h termoelettrico, quanto va all'estero ?
Fatto 100 il costo totale del kW*h nucleare inglese come lo ha descritto,
quanto va all'estero ?

Francamente mi pare che lei sia caduto dalla padella alla brace,
ovvero la scelta del fotovoltaico e' stato fatta con gli stessi criteri
(salvaguardia delle bustarelle di chi a confidenza con importatori)
con cui opera il termodinamico: IMPORTARE! E le briciole per l'industria
nazionale (contentino per una minima base elettorale), gli installatori
(semplice terzo livello, ovvero "dipendono" disperatamente dai produttori)
Anzi ora scopriamo un esempio di un grosso impianto in cui mancano
5 milioni di Euro agli installatori.
Post by Luca P.
[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Riduzione delle emissioni mondiali di CO2 ? A tale proposito e' certo
(e non serve sfera di cristallo) che fara' 100 volte di piu' il
nucleare in programma ed in costruzione.
Non sono aggiornato sui programmi cinesi. Ma se un paese minuscolo come
la Germania pensa di installare 50 GW di fotovoltaico nel 2020, quanti
ne può installare la Cina?
Anche se installasse 100 GW, nel 2020 Cina ha piu' probabilita' di produrre
100 volte piu' energia dal nucleare che dal fotovoltaico.
Post by Luca P.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se almeno l'Italia avesse una industria fotovoltaica meritevole di tale
nome (come l'aveva la Germania), avrebbe almeno un senso. Ma cosi', a
che gioco giochiamo ? Quello del fesso e piu' fesso ?
A me piacciono le uova, ma non ho le galline in cortile. Devo smettere
di mangiare le uova?
Paragone senza senso.
Nessuno ha proposto che lei si facesse da se le celle fotovoltaiche.

Ma prendiamolo alla lettera:

a) se a lei piacciono le uove e vuole mangiarle a tutto i costi, MA NON
HA I SOLDI per comperarle al mercato, quale alternativa (lecita)
le rimane (salvo rinunciare) ? Anche nel dopoguerra (quindi sotto la
Repubblica) milioni di italiani dedicavano un angolino del loro
giardino per allevare 4-5 galline, che alimentavano con gli avanzi di
cucina. Quindi la risposta e': se vuole le uovav:
- o se le puo' permettere
- o DEVE prendersi le galline
- o ci rinuncia
(altre ipotesi illegali non contemplate)

E quindi arriviamo alla domanda: l'Italia puo' permettersi i 17 GW(p) di
fotovoltaico ?

Quando scrivo Italia, non intendi i privilegiati, le banche, le
finanziarie, gli industriali ed i mafiosi (come risulta da notizie di
stampa ampiamente diffuse) che hanno pagato gli impianti.

Quando scrivo Italia, intendo tutta la collettivita', in cui l'equazione
di cui sopra vede che la spesa dei "forti economicamente" e' bilanciata
da una spesa molto piu' pesante da parte di una collettivita' di
consumatori che include:

- sia fasce economicamente deboli, a cui togliere 50-100 Euro di
capacita' di spesa riduce certamente i consumi (non potendo risparmiare
gia' prima)

- sia le attivita' economiche piccole e medie che cosi' si vedono aggiungere
un ulteriore pesante fardello alla capacita' di competere con il resto
del mondo

L'Italia "vuole" (direi "deve") acquisire energia solare ?
Bene. Ma non si puo' permettere di comperare le "uova" dai "contadini"
tedeschi, giapponesi ed ora cinesi. Bensi dovrebbe coltivarsi le "galline"
in casa propria (solare termodinamico).

Forse in questo difficolta' che tanti italiani, come lei esprime alla
grande, a capire l'importanza di dedicare un po' del proprio spazio per
allevare galline e consumare uova nostre sta proprio al nocciolo del
perche' l'Italia e' messa cosi' male. Da una parte e' certo che la
costante crescita della spesa pubblica ha un peso non indifferente.
Ma e' anche pacifico che se il PIL avesse mantenuto lo stesso tasso di
crescita che aveva fino al 2000, il "bubbone" non sarebbe ancora
scoppiato. Anzi, forse l'idea di Prodi di "consumare" il deficit
faccendo crescere ancora di piu' il PIL (ma tirando finalmente il
freno alla spesa pubblica) avrebbe avuto anche una piccola possibilita'
di funzionare e riportare l'Italia in un binario virtuoso.

Quindi, il suo fotovoltaico ha tagliando le gambe al PIL italiano.
Almeno questo lo vede ?
Luca P.
2013-09-12 20:23:16 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
Discorso già fatto. Io non mi riferisco a produttività teoriche di
singoli impianti ma ai dati di produttività _effettiva_ di _tutto_ il
parco fotovoltaico italiano così come riportati nelle statistiche dal
GSE basandosi sui dati reali di produzione.
2010 --> 1195 ore
2011 --> 1325
2012 --> 1312
[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
- oppure lei ha esposto qualcosa che potrebbe essere il segno di una
delle tante applicazione di certa inventiva italiana ... che nel caso
piu' "onesto" e' pagari dell'aggiunta di un paio di moduli in piu',
ma in altri casi potrebbe essere l'iniezione di energia elettrica di
altra provenienza o semplicemente la classica manipolazione del
misuratore elettrico ...
Si, vabbe'...

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
Perché, se si dice che il fotovoltaico da solo in pochissimo tempo è
arrivato a coprire ben il 6-7% dei consumi nazionali, fa meno effetto?
Si, rende evidente che l'obbiettivo del 20% non e' stato raggiunto.
Presumo ci si riferisca all'insieme della produzione delle nuove
rinnovabili; comunque non esiste nessuno obiettivo di questo tipo.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Mi ricordo benissimo come si e' giustificato l'antinuclearismo.
Dopotutto si doveva contestare la necessita' di produzione da parte
di 6,4 GW di nucleare + altri 6,4 GW opzionali. Ergo le nuove
rinnovabili dovevano essere dello stesso ordine
Si ma in base a quale arco temporale?

Comunque, 6,4 GW di nucleare di ultima generazione (4 centrali EPR) ad un
fattore di utilizzo del 90% (questa si che è una produttività teorica)
dovrebbero produrre circa 50 TWh.
Le rinnovabili, escluso l'idroelettrico, sono riuscite ad avere un
incremento di questo tipo in 13 anni, dal 2000 al 2013.
Loading Image...
Un risultato notevole considerando i tempi biblici di costruzione delle
centrali nucleari.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Solo poi, direi a cominciare subito dopo Fukushima (quando ogni dibattito
e' cessato, il nucleare ormai preso come "impresentabile"), si e'
cominciato a mescolare i conti, affermando che si trattava di un obbiettivo
misto ad integrazione dell'idroelettrico esistente (e sono piovute le
notizie che presentevano presunti record, sempre includendo l'idroelettrico
classico ed il geotermoelettrico storico).
In Italia gli obiettivi per le rinnovabili sono stati definiti nel Piano di
Azione Nazionale nel 2010, in attuazione degli obiettivi europei, e si sono
riferiti sempre al totale della produzione rinnovabile (il 26,4% dei
consumi).
Inventarsi storie fantasiose, però, è più divertente.

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Sbaglio o anche lei considera il nucleare in competizione con le
rinnovabili ?
Certo che si; entrambe le fonti necessitano del supporto degli Stati per
svilupparsi, ma le risorse non sono infinite, bisogna scegliere.

Poi eolico e solare sono fonti a bassi costi marginali, come il nucleare.
Il loro approccio al mercato è lo stesso (produci e fregatene del prezzo),
quindi se presenti in grande quantità tendono a mettersi i bastoni fra le
ruote.

[...]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Nel caso del fotovoltaico, c'e' una alternativa valida (anzi migliore
se facciamo mente alla capacita' di accumulo fino a 15 ore), il solare
termodinamico. Arrivo ad affermare che anche se mi dimostrasse in modo
convincente che il solare termodinamico avesse una resa un 10-20%
inferiore al fotovoltaico, a causa della situazione industriale
italiana, se oggi avessimo 17 GW(e) di solare termodinamico invece di
17 GW(p) di fotovoltaico, l'economia generale italiana avrebbe
ricavato (e continuerebbe a ricavare) circa il doppio (o meglio
sarebbe in positivo invece di essere in perdita).
Che noia...

A parte l'assurdità di pensare che tutta l'economia italiana dipenda da
'sto fatto, o chi l'ha stabilito che questi 17 ipotetici GW di
termodinamico debbano essere tutti italiani? Visto che molte aziende
importanti del settore sono straniere, sarebbe logico ipotizzare una
situazione ben diversa.

Questa retorica autarchica da quattro soldi è veramente ridicola, tantopiù
quando si parla di rinnovabili che essendo poco competitive hanno bisogno
di sfruttare al massimo i benefici di un mercato globale.
Se il termodinamico italiano è così bello, che provino a venderlo
all'estero. Le aziende italiane produttrici di inverter per fotovoltaico e
eolico vendono all'estero una bella fetta della loro produzione.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ed ora guardiamo agli inglesi: quale sarebbe l'alternativa al nucleare ?
Termoelettrico ad alta efficienza e rinnovabili, che è la soluzione più
usata attualmente nel mondo moderno.

Un sistema integrato di rinnovabili, accumuli e scambi con l'estero può
tranquillamente sostituire una parte del carico di base. Quando le
rinnovabili raggiungono quote di produzione elevate (40-50%) è una cosa
inevitabile.

[...]
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-12 20:52:11 UTC
Permalink
On Thu, 12 Sep 2013 22:23:16 +0200, Luca P. wrote:

...snip...
Post by Luca P.
A parte l'assurdità di pensare che tutta l'economia italiana dipenda da
'sto fatto, o chi l'ha stabilito che questi 17 ipotetici GW di
termodinamico debbano essere tutti italiani? Visto che molte aziende
importanti del settore sono straniere, sarebbe logico ipotizzare una
situazione ben diversa.
Questa retorica autarchica da quattro soldi è veramente ridicola,
Ridicola e' la sua ignoranza sul termine "autarchico", che e' ben
altro.
Post by Luca P.
tantopiù quando si parla di rinnovabili che essendo poco competitive
hanno bisogno di sfruttare al massimo i benefici di un mercato globale.
Se il termodinamico italiano è così bello, che provino a venderlo
all'estero. Le aziende italiane produttrici di inverter per fotovoltaico
e eolico vendono all'estero una bella fetta della loro produzione.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ed ora guardiamo agli inglesi: quale sarebbe l'alternativa al nucleare ?
Termoelettrico ad alta efficienza e rinnovabili, che è la soluzione più
usata attualmente nel mondo moderno.
Agli inglesi non piace affatto dipendere dai paesi che cercano di
dominare politicamente: ergo come la mettiamo ?

Il fatto che la maggior parte del mondo non abbia scelta non significa
che chi ha scelta non possa preferire il nucleare.
Post by Luca P.
Un sistema integrato di rinnovabili, accumuli e scambi con l'estero può
tranquillamente sostituire una parte del carico di base. Quando le
rinnovabili raggiungono quote di produzione elevate (40-50%) è una cosa
inevitabile.
Certamente 50% rinnovabili e 50% nucleare, zero termoelettrico (ovvero
le centrali sono messo sotto naftalina, non demolite).

E' lei che ha bisogno di immaginare uno scenario nucleare totale,
altrimenti non avrebbe argomenti. Forse si confonde con altri partecipanti,
ma io ho sempre scritto di un mix equilibrato, combinando i punti forti
del nucleare, della cogenerazione + biomasse (solo integrazione) + solare
termodinamico. Ovviamente tenendo conto dell'idroelettrico esistente
e l'eolico come "bonus" quando capita.
L'unico che non ha posto, per la mortalita' criminale (perche' scientemente
presa in considerazione dai fautori) e' il solare termodinamico.
E se l'elettorato avesse al 90% la saggezza dei contadini capirebbe
che il continuo crescendo di accuse di portatore di morte portato contro
il nucleare, che poi non si verifica, non puo' essere giustificato
dall'evidenza che si sta nascondendo/distraendo da una fonte che quel
numero di morti li fa'.

Mi domando se questa gente si rende conto che il giorno in cui al popolo
e' chiaro il tenore della truffa, la reazione non sara' un semplice
assedio della abitazione tipo quella fatta alla casa di Francesco De
Lorenzo. Il giorno che scoppia petroliopoli (a gasopoli ?), certi dovrano
scappare a gambe levate se hanno cara la vita.
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-12 21:53:23 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
...snip...
Post by Luca P.
A parte l'assurdità di pensare che tutta l'economia italiana dipenda da
'sto fatto, o chi l'ha stabilito che questi 17 ipotetici GW di
termodinamico debbano essere tutti italiani? Visto che molte aziende
importanti del settore sono straniere, sarebbe logico ipotizzare una
situazione ben diversa.
Questa retorica autarchica da quattro soldi è veramente ridicola,
Ridicola e' la sua ignoranza sul termine "autarchico", che e' ben altro.
Per esempio, volere produrre energia in casa se si puo' rivenderlo
a prezzi competitivi sul mercato mondiale, sarebbe "autarchia" ?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Luca P.
tantopiù quando si parla di rinnovabili che essendo poco competitive
hanno bisogno di sfruttare al massimo i benefici di un mercato globale.
Se il termodinamico italiano è così bello, che provino a venderlo
all'estero. Le aziende italiane produttrici di inverter per
fotovoltaico e eolico vendono all'estero una bella fetta della loro
produzione.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ed ora guardiamo agli inglesi: quale sarebbe l'alternativa al nucleare ?
Termoelettrico ad alta efficienza e rinnovabili, che è la soluzione più
usata attualmente nel mondo moderno.
Agli inglesi non piace affatto dipendere dai paesi che cercano di
dominare politicamente: ergo come la mettiamo ?
Il fatto che la maggior parte del mondo non abbia scelta non significa
che chi ha scelta non possa preferire il nucleare.
Post by Luca P.
Un sistema integrato di rinnovabili, accumuli e scambi con l'estero può
tranquillamente sostituire una parte del carico di base. Quando le
rinnovabili raggiungono quote di produzione elevate (40-50%) è una cosa
inevitabile.
Certamente 50% rinnovabili e 50% nucleare, zero termoelettrico (ovvero
le centrali sono messo sotto naftalina, non demolite).
E' lei che ha bisogno di immaginare uno scenario nucleare totale,
altrimenti non avrebbe argomenti. Forse si confonde con altri
partecipanti, ma io ho sempre scritto di un mix equilibrato, combinando
i punti forti del nucleare, della cogenerazione + biomasse (solo
integrazione) + solare termodinamico. Ovviamente tenendo conto
dell'idroelettrico esistente e l'eolico come "bonus" quando capita.
L'unico che non ha posto, per la mortalita' criminale (perche'
scientemente presa in considerazione dai fautori) e' il solare
Intendevo: il termoelettrico. Il fatto che usino tutte due "bollitori"
qualche volta mi fa fare dei lapsus. La differenza e' che il solare
termodinamico usa bollitori "puliti", mentre quel del termoelettrico
sono "mortiferi".
Post by Roberto Deboni DMIsr
E se l'elettorato avesse al 90% la saggezza dei contadini
capirebbe che il continuo crescendo di accuse di portatore di morte
portato contro il nucleare, che poi non si verifica, non puo' essere
giustificato dall'evidenza che si sta nascondendo/distraendo da una
fonte che quel numero di morti li fa'.
Mi domando se questa gente si rende conto che il giorno in cui al popolo
e' chiaro il tenore della truffa, la reazione non sara' un semplice
assedio della abitazione tipo quella fatta alla casa di Francesco De
Lorenzo. Il giorno che scoppia petroliopoli (a gasopoli ?), certi
dovrano scappare a gambe levate se hanno cara la vita.
Alessandro
2013-09-20 15:09:32 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Dopo gli alti livelli mantenuti per anni in Europa, la domanda di solare
fotovoltaico si sposta sempre più verso oriente.
sarà anche interessante vedere lo sviluppo del fv in Italia senza conto
energia, ma con detrazione (IIRC 50 % ?) + scambio sul posto, almeno a certe
latitudini; considerando l' abbattimento del costo iniziale (< 2000 euro per
kW) è credo ancora un investimento interessante. Per es. io in Sicilia
occidentale con una produzione di 9000 kWh/anno (~ 6 kW), un autoconsumo di
circa 1/3 ed un prezzo del kWh prelevato/consumato tra 20 e 25 cent
(facciamo 22,5), ho risparmiato circa 700 euro/anno più 400 euro/anno di
scambio sul costo (dato mio reale, ma che potrebbe variare a seconda delle
abitudini, dell' uso e dei luoghi), che vuol dire un ritorno dell'
investimento ai costi attuali di circa 5 anni, senza considerare una futura
sempre possibile impennata dei prezzi dell' energia (anche del gas,
indirettamente, sia per cottura cibi, sia per riscaldamento/condizionamento
che acqua calda, tramite pompe di calore)
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-20 17:35:31 UTC
Permalink
Post by Alessandro
Post by Luca P.
Dopo gli alti livelli mantenuti per anni in Europa, la domanda di
solare fotovoltaico si sposta sempre più verso oriente.
sarà anche interessante vedere lo sviluppo del fv in Italia senza conto
energia, ma con detrazione (IIRC 50 % ?) + scambio sul posto, almeno a
certe latitudini; considerando l' abbattimento del costo iniziale (<
2000 euro per kW) è credo ancora un investimento interessante.
Certamente. Ma preme osservare che si tratta di un consumatore domestico,
che ovviamente si scorda di vedere 8 cent/kW*h di prezzo.
E mi preme pure osservare che voi rappresentate circa 500 MW(p) della
potenza elettrica installata, ovvero siete sostanzialmente "innocui".
Il guai che nel tritacarne che "la fara' pagare" ad industriali e
finanziarie che hanno fatto man bassa delle sovvenzioni fotovoltaiche
ci finiscono gli autoproduttori domestici. Insomma, come per l'evasione,
i grossi evasori si nascondono dietro la l'evasione (o il privilegio)
minuta.
Post by Alessandro
Per es.
io in Sicilia occidentale con una produzione di 9000 kWh/anno (~ 6 kW),
un autoconsumo di circa 1/3 ed un prezzo del kWh prelevato/consumato tra
20 e 25 cent (facciamo 22,5), ho risparmiato circa 700 euro/anno più 400
euro/anno di scambio sul costo (dato mio reale, ma che potrebbe variare
a seconda delle abitudini, dell' uso e dei luoghi), che vuol dire un
ritorno dell' investimento ai costi attuali di circa 5 anni, senza
considerare una futura sempre possibile impennata dei prezzi dell'
energia (anche del gas, indirettamente, sia per cottura cibi, sia per
riscaldamento/condizionamento che acqua calda, tramite pompe di calore)
Il problema e' quello di calcolarsi LCoE che e' certamente diverso (anche
nel paragone) per un piccolo autoproduttore domestico rispetto alla
attivita' a livello artigianale o industriale.
Alessandro
2013-09-23 17:01:52 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Certamente. Ma preme osservare che si tratta di un consumatore domestico,
che ovviamente si scorda di vedere 8 cent/kW*h di prezzo.
E mi preme pure osservare che voi rappresentate circa 500 MW(p) della
potenza elettrica installata, ovvero siete sostanzialmente "innocui".
Vero, ma questo non vuol dire che non si possano realizzare grossi
autoconsumi anche a livello di terziario od industriale, tutt' altro, dove
sono pure disponibili grosse superfici vuote; l' errore è stato dall' inizio
(per le ragioni che dice) di sussidiare i grandi impianti a terra in aperta
campagna e con pratiche discutibili peraltro con un impatto paesaggstico ed
un consumo di territorio non indifferente e con una quota di autoconsumo
nulla
Roberto Deboni DMIsr
2013-09-24 21:22:33 UTC
Permalink
Post by Alessandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Certamente. Ma preme osservare che si tratta di un consumatore
domestico, che ovviamente si scorda di vedere 8 cent/kW*h di prezzo. E
mi preme pure osservare che voi rappresentate circa 500 MW(p) della
potenza elettrica installata, ovvero siete sostanzialmente "innocui".
Vero, ma questo non vuol dire che non si possano realizzare grossi
autoconsumi anche a livello di terziario od industriale, tutt' altro,
dove sono pure disponibili grosse superfici vuote; l' errore è stato
dall' inizio (per le ragioni che dice) di sussidiare i grandi impianti a
terra in aperta campagna e con pratiche discutibili peraltro con un
impatto paesaggstico ed un consumo di territorio non indifferente e con
una quota di autoconsumo nulla
E cosa ci si poteva aspettare dal governo Berlusconi (non dico che sia
personalmente il fautore, ma e' il suo partito ...) ?
Luca P.
2013-09-21 17:07:00 UTC
Permalink
Post by Alessandro
sarà anche interessante vedere lo sviluppo del fv in Italia senza conto
energia, ma con detrazione (IIRC 50 % ?) + scambio sul posto, almeno a certe
latitudini; considerando l' abbattimento del costo iniziale (< 2000 euro per
kW) è credo ancora un investimento interessante.
La detrazione è del 50% spalmata sui primi 10 anni.
Per un impianto su tetto da 6 KW credo ci vogliano almeno 13.000 euro,
compresa IVA (visto che si parla di impianti domestici).
Post by Alessandro
Per es. io in Sicilia
occidentale con una produzione di 9000 kWh/anno (~ 6 kW), un autoconsumo di
circa 1/3 ed un prezzo del kWh prelevato/consumato tra 20 e 25 cent
(facciamo 22,5), ho risparmiato circa 700 euro/anno più 400 euro/anno di
scambio sul costo (dato mio reale, ma che potrebbe variare a seconda delle
abitudini, dell' uso e dei luoghi),
Pensavo che in Sicilia pagassero di più per l'energia immessa in rete; 400
euro per 6.000 kWh immessi sono solo 0,067 euro/kWh.
Il risparmio invece calcolato così è forse un po' eccessivo; bisognerebbe
calcolare il risparmio reale in bolletta.
Post by Alessandro
che vuol dire un ritorno dell'
investimento ai costi attuali di circa 5 anni, senza considerare una futura
sempre possibile impennata dei prezzi dell' energia (anche del gas,
indirettamente, sia per cottura cibi, sia per riscaldamento/condizionamento
che acqua calda, tramite pompe di calore)
Bisogna fare un calcolo finanziario attualizzando i valori, comunque
ipotizzando che il tasso di inflazione e il tasso di rendimento siano
uguali (mettiamo il 2%), più o meno i tempi di ritorno sono quelli che
dici.
Mettendo 13.000 euro di costo d'impianto, aggiungendo 100 euro/anno di
costi vari e considerando una riduzione dei ricavi dello 0,7% l'anno per il
decadimento dei pannelli, a me da un calcolo veloce viene comunque un
ritorno in soli 8 anni, dopo è tutto guadagno. A 20 anni si otterrebbe un
tasso interno di rendimento di circa il 12% (nominale), che mi pare fin
troppo alto.

Ad ogni modo anche con questi buoni risultati con il micro fotovoltaico
domestico è impossibile che in Italia si riesca ad installare più di
qualche decina di MW l'anno. Se riescono a varare delle buone normative sui
SEU (sistemi efficienti di utenza), allora si potrebbero aprire le porte ai
grandi impianti aziendali in autoconsumo, e il discorso magari cambia.
AleTV
2013-09-22 08:08:41 UTC
Permalink
Post by Luca P.
La detrazione è del 50% spalmata sui primi 10 anni.
Per un impianto su tetto da 6 KW credo ci vogliano almeno 13.000 euro,
compresa IVA (visto che si parla di impianti domestici).
Mettere 13.000 euro in pv su edifici in classe G dovrebbe essere vietato per
legge.
Se uno deve usufruire della detrazione, i 13.000 euro prima li mette per
migliorare la sua classe energetica, poi magari pensa a fare lo splendido
con il pv.
Questa è strategia energetica a lungo respiro.
Alessandro
2013-09-23 16:56:27 UTC
Permalink
Post by AleTV
Mettere 13.000 euro in pv su edifici in classe G dovrebbe essere vietato
per legge.
Se uno deve usufruire della detrazione, i 13.000 euro prima li mette per
migliorare la sua classe energetica, poi magari pensa a fare lo splendido
con il pv.
Questa è strategia energetica a lungo respiro.
sarei pure d' accordo sul principio ma credo sia alla fine contro
produttivo, primo perchè il fv non c' entra nulla o quasi (a parte il
discorso delle pompe di calore) con la classe energetica *termica* dell'
edifico, secondo perchè è verosimile che dove ha senso economico fare il fv
(centro-sud Italia, quindi) ha pure molto senso *energetico* installare
delle pdc che hanno rendimento ideale (COP nominale anche >= 6) proprio
nell' intervallo di temperature tipico di quei climi (parlo per esperienza
diretta...), raggiungendo quindi il doppio obiettivo di efficienza
energetico e risparmio dei costi
AleTV
2013-09-23 17:06:29 UTC
Permalink
Post by Alessandro
sarei pure d' accordo sul principio ma credo sia alla fine contro
produttivo, primo perchè il fv non c' entra nulla o quasi (a parte il
discorso delle pompe di calore) con la classe energetica *termica* dell'
edifico, secondo perchè è verosimile che dove ha senso economico fare il
fv (centro-sud Italia, quindi) ha pure molto senso *energetico* installare
delle pdc che hanno rendimento ideale (COP nominale anche >= 6) proprio
nell' intervallo di temperature tipico di quei climi (parlo per esperienza
diretta...), raggiungendo quindi il doppio obiettivo di efficienza
energetico e risparmio dei costi
Ma tu hai presente un edificio da 300 kWh/mq anno con un 13.000 di
intervento dove può arrivare? Per me arrivi a dimezzare il fabbisogno
energetico.
Che senso ha produrre in modo alternativo un botto di energia che viene
sprecato perché l'edificio è un colabrodo?
Nessuno, strategicamente parlando.
Alessandro
2013-09-23 19:27:53 UTC
Permalink
Post by AleTV
Ma tu hai presente un edificio da 300 kWh/mq anno
oddio, nemmeno in scandinavia gli edifici hanno tali consumi, in un clima
italiano non alpino difficilmente occorrono più 10-15.000 kWh/anno per
riscaldare una media abitazione
Post by AleTV
con un 13.000 di intervento dove può arrivare? Per me arrivi a dimezzare
il fabbisogno energetico.
Che senso ha produrre in modo alternativo un botto di energia che viene
sprecato perché l'edificio è un colabrodo?
non ha senso questo tipo di ragionamneto, ovvero : " finchè la casa non è
perfettamente isolata, non introduciamo altri interventi", è una forma di
"benaltrismo" che produce solo immobilismo
per me basta il fatto che in quei climi puoi con successo
riscaldare/condizionare tramite efficienti pompe di calore ad elevato COP
(al limite anche per l' acqua calda, dove il solare termico è poco
praticabile, tipo grandi condomini) e cmq anche con un buon isolamento, e
sono perfettamente d' accordo che dovrebbe essere incentivato maggiormente,
non hai ancora risolto il problema dell' acqua calda sanitaria, l'
elettriictà di base (in futuro anche per alimentre veicoli elettrici) ed il
gas per cottura cibi.
Post by AleTV
Nessuno, strategicamente parlando.
il dibattito su quale potrebbe essere la strategia a minor costo è
interessante, ma temo fin troppo accademica per interessare il cittadino
medio
AleTV
2013-09-24 17:46:55 UTC
Permalink
Post by Alessandro
oddio, nemmeno in scandinavia gli edifici hanno tali consumi, in un clima
italiano non alpino difficilmente occorrono più 10-15.000 kWh/anno per
riscaldare una media abitazione
Si, se sta al sud al mare.
Al nord, pianura padana, consumare un 3000/4000 mc di metano su un
abitazione in classe G (la maggior parte) è la norma.
Post by Alessandro
non ha senso questo tipo di ragionamneto, ovvero : " finchè la casa non è
perfettamente isolata, non introduciamo altri interventi", è una forma di
"benaltrismo" che produce solo immobilismo
per me basta il fatto che in quei climi puoi con successo
riscaldare/condizionare tramite efficienti pompe di calore ad elevato COP
(al limite anche per l' acqua calda, dove il solare termico è poco
praticabile, tipo grandi condomini) e cmq anche con un buon isolamento, e
sono perfettamente d' accordo che dovrebbe essere incentivato
maggiormente, non hai ancora risolto il problema dell' acqua calda
sanitaria, l' elettriictà di base (in futuro anche per alimentre veicoli
elettrici) ed il gas per cottura cibi.
Forse ti sfugge il numero di edifici in classe G con i consumi che ti ho
accennato.
Sono la stragrande maggioranza.
Post by Alessandro
Post by AleTV
Nessuno, strategicamente parlando.
il dibattito su quale potrebbe essere la strategia a minor costo è
interessante, ma temo fin troppo accademica per interessare il cittadino
medio
Non capisco perché parli di accademia.
Mi pare abbondantemente logico tagliare le necessità e poi produrre in modo
alternativo quel che serve.
Alessandro
2013-09-24 18:33:24 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Alessandro
oddio, nemmeno in scandinavia gli edifici hanno tali consumi, in un clima
italiano non alpino difficilmente occorrono più 10-15.000 kWh/anno per
riscaldare una media abitazione
Si, se sta al sud al mare.
Al nord, pianura padana, consumare un 3000/4000 mc di metano su un
abitazione in classe G (la maggior parte) è la norma.
3-4000mc/anno di metano solo per riscaldamento o anche acs e cottura ?
Non conosco tali valori nel nord Italia, parli per esperienza personale o no
?
Post by AleTV
Non capisco perché parli di accademia.
Mi pare abbondantemente logico tagliare le necessità e poi produrre in
modo alternativo quel che serve.
non sono contrario alla logica, che anzi sottoscrivo, ma alla tempistica :
con lo stesso argomento allora non si sarebbe dovuto fare nemmeno il
nucleare perchè l' efficienza energetica italiana non è perfetta come
vorremmo, il che è assurdo
AleTV
2013-09-24 18:52:31 UTC
Permalink
Post by Alessandro
3-4000mc/anno di metano solo per riscaldamento o anche acs e cottura ?
Non conosco tali valori nel nord Italia, parli per esperienza personale o
no ?
La cottura incide per una parte infinitesima, l'acs per un 10/15%.
Posso dirti che per esperienza diretta un 70mq tenuti massimo a 20 gradi
d'inverno di consuma un 2500 mc di metano.
Post by Alessandro
Post by AleTV
Non capisco perché parli di accademia.
Mi pare abbondantemente logico tagliare le necessità e poi produrre in
modo alternativo quel che serve.
con lo stesso argomento allora non si sarebbe dovuto fare nemmeno il
nucleare perchè l' efficienza energetica italiana non è perfetta come
vorremmo, il che è assurdo
AleTV
2013-09-24 18:56:05 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Alessandro
3-4000mc/anno di metano solo per riscaldamento o anche acs e cottura ?
Non conosco tali valori nel nord Italia, parli per esperienza personale o
no ?
La cottura incide per una parte infinitesima, l'acs per un 10/15%.
Posso dirti che per esperienza diretta un 70mq tenuti massimo a 20 gradi
d'inverno di consuma un 2500 mc di metano.
Mi è partito l'invio involontario...
Ah, per l'acs in quel caso c'è l'uso del solare termico, altrimenti
saliresti quasi fino a 3000 mc l'anno.
Post by AleTV
Post by Alessandro
non sono contrario alla logica, che anzi sottoscrivo, ma alla tempistica
: con lo stesso argomento allora non si sarebbe dovuto fare nemmeno il
nucleare perchè l' efficienza energetica italiana non è perfetta come
vorremmo, il che è assurdo
Il nuclare mica te lo fai casa per casa...
Si stava parlando di investimenti per interventi pesantemente
decentralizzati.
Io dico che ora, con incentivi azzerati, non ha veramente senso investire
cifre di quel genere per giocare con il pv con accumulo se lo si deve
mettere su un colabrodo energetico. Ha molto più senso (a livello di paese
ma anche sulle necessità del singolo) investire in ristrutturazioni di
qualità per tagliare l'uso dell'energia necessaria.
Alessandro
2013-09-23 16:39:02 UTC
Permalink
Post by Luca P.
La detrazione è del 50% spalmata sui primi 10 anni.
Per un impianto su tetto da 6 KW credo ci vogliano almeno 13.000 euro,
compresa IVA (visto che si parla di impianti domestici).
ammesso che il cittadino medio abbia qualcosa da detrarre, non so sicuro sia
per tutti così, è ancora una cosa interessante
Post by Luca P.
Post by Alessandro
Per es. io in Sicilia
occidentale con una produzione di 9000 kWh/anno (~ 6 kW), un autoconsumo di
circa 1/3 ed un prezzo del kWh prelevato/consumato tra 20 e 25 cent
(facciamo 22,5), ho risparmiato circa 700 euro/anno più 400 euro/anno di
scambio sul costo (dato mio reale, ma che potrebbe variare a seconda delle
abitudini, dell' uso e dei luoghi),
Pensavo che in Sicilia pagassero di più per l'energia immessa in rete; 400
euro per 6.000 kWh immessi sono solo 0,067 euro/kWh.
veramente ho detto un autoconsumo di ~ 1/3 su tutti i 9000 kWh/anno (in
realtà, più precisamente 3091); l' unico mio dubbio è che essendo passato da
un contratto piuttosto oneroso a quello attuale (edison multiorario) il
prezzo che ho pagato nel 2012 potrebbe non essere quello reale ed inoltre
finora ho maximizzare l' autoconsumo tramite scaldabagno elettrico, mentre
forse è più opportuno maxmizzare lo scambio sul posto (non ho le idee molto
chiare su questo punto...)
Post by Luca P.
Se riescono a varare delle buone normative sui
SEU (sistemi efficienti di utenza), allora si potrebbero aprire le porte ai
grandi impianti aziendali in autoconsumo, e il discorso magari cambia.
infatti, non ha senso limitarsi ai piccoli impianti domestici c'è un
potenziali enorme anche nell' autoconsumo di fv presso utenze commerciali,
ospedali, industrie, ecc.. (dove ci sarebbe pure spazio a sufficienza senza
incorrere nel consumo di suolo)
Alessandro
2013-09-23 16:51:15 UTC
Permalink
Post by Alessandro
Post by Luca P.
Pensavo che in Sicilia pagassero di più per l'energia immessa in rete; 400
euro per 6.000 kWh immessi sono solo 0,067 euro/kWh.
veramente ho detto un autoconsumo di ~ 1/3 su tutti i 9000 kWh/anno (in
realtà, più precisamente 3091);
o forse intendevi 6000 kWh/anno quelli immessi in rete al netto dell'
autoconsumo ?

In effetti anche io mi aspettavo un pò di più dallo SSP, considerando che ho
immesso quasi il doppio di quanto consumato, boh...
Luca P.
2013-09-23 20:04:10 UTC
Permalink
Post by Alessandro
Post by Luca P.
La detrazione è del 50% spalmata sui primi 10 anni.
Per un impianto su tetto da 6 KW credo ci vogliano almeno 13.000 euro,
compresa IVA (visto che si parla di impianti domestici).
ammesso che il cittadino medio abbia qualcosa da detrarre, non so sicuro sia
per tutti così, è ancora una cosa interessante
Certo che si. Come ti ho detto il rendimento è elevato e in teoria chiunque
abbia qualche risparmio da parte dovrebbe investirlo lì piuttosto che
altrove.

Addirittura _senza_ nessun tipo di incentivo si riuscirebbe ugualmente ad
essere in pari tra il 13° e il 14° anno ottenendo a 20 anni un rendimento
interno del 6,4%, che è sempre buono. In Sicilia la grid parity è
ampiamente superata. Per ottenere quel rendimento basterebbe avere in media
un ricavo di appena 0,116 euro/kWh sull'energia prodotta (ovvero questo è
il LEC o LCOE dell'impianto).
Post by Alessandro
Post by Luca P.
Pensavo che in Sicilia pagassero di più per l'energia immessa in rete; 400
euro per 6.000 kWh immessi sono solo 0,067 euro/kWh.
veramente ho detto un autoconsumo di ~ 1/3 su tutti i 9000 kWh/anno (in
realtà, più precisamente 3091); l' unico mio dubbio è che essendo passato da
un contratto piuttosto oneroso a quello attuale (edison multiorario) il
prezzo che ho pagato nel 2012 potrebbe non essere quello reale ed inoltre
finora ho maximizzare l' autoconsumo tramite scaldabagno elettrico, mentre
forse è più opportuno maxmizzare lo scambio sul posto (non ho le idee molto
chiare su questo punto...)
Beh, se consideri che il "mancato costo" per l'energia non prelevata dalla
rete (autoconsumata) è comunque ben più alto di quello che il GSE ti paga
per l'energia immessa in rete, conviene sempre massimizzare l'autoconsumo.
Sempre che uno non si metta a sprecare l'energia, altrimenti meglio di no.

Comunque, come hai intuito, io mi riferivo all'energia immessa (6000 kWh),
ovvero ai ricavi dello scambio sul posto. Pensavo che in Sicilia pagassero
di più. Credo che l'unica maniera per saperlo con precisione sia di
controllare il prospetto riepilogativo annuale dello SSP sul sito del GSE.
Alessandro
2013-09-24 08:56:45 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Beh, se consideri che il "mancato costo" per l'energia non prelevata dalla
rete (autoconsumata) è comunque ben più alto di quello che il GSE ti paga
per l'energia immessa in rete, conviene sempre massimizzare l'autoconsumo.
Sempre che uno non si metta a sprecare l'energia, altrimenti meglio di no.
in generale è sicuramente così, ma nel mio caso ho max l' autoconsumo usando
lo scaldabagno elettrico, cosa che a parte non mi piace in sé oggi posso
pure evitare del tutto con un po' di impegno (per motivi che non sto qui a
spiegare), conservando quei kWh o per altri consumi, magari in futuro l'
auto elettrica, o appunto per lo SSP
Post by Luca P.
Comunque, come hai intuito, io mi riferivo all'energia immessa (6000 kWh),
ovvero ai ricavi dello scambio sul posto. Pensavo che in Sicilia pagassero
di più. Credo che l'unica maniera per saperlo con precisione sia di
controllare il prospetto riepilogativo annuale dello SSP sul sito del GSE.
già fatto, quelli che ti ho detto sono i dati reali da sito gse per lo SSP
(diviso ovviamente i kWh reali prelevati/consumati)
Continua a leggere su narkive:
Loading...